TuttoCampania — 08 novembre 2010

L’emozione iniziale è stata davvero forte, fortissima. Il silenzio degli atleti, posizionati in zona partenza, con il Presidente Stefano Sgariglia a nominare, uno per uno, tutti i caduti innocenti per mano della camorra. Un’emozione che si è aggiunta all’emozione di chi ha inteso prendere parte ad una gara che ha confermato, e persino esaltato, le attese della vigilia. Esserci è stato di per sé una vittoria.


L’Atletica Qualiano ha allestito un evento che, non a caso, ha raggiunto un numero di partecipanti ad oltre 4 cifre.


Condizioni climatiche che hanno aiutato lo spettacolo e favorito le prestazioni degli atleti in gara. Prestazioni alle quali ha dato una mano, come da sempre, il percorso: estremamente veloce, distribuito su due giri.


Sarà stata la grande partecipazione, e l’adrenalina che essa porta con sé. Sarà stata l’atmosfera di una gara superiore, fatto sta che AbdelKebir Lamachi (Atl. Capua) ha premuto così tanto sull’acceleratore che la selezione in testa c’è stata praticamente già dopo il primo km. Passaggio sul piede dei 2’50’ a km, per poi continuare a tenere altissimo il ritmo fino al 5° km. Un passaggio tremendo, con un parziale di  14’36’ che avrebbe proiettato il Magrebino verso la demolizione del record di gara (appartenente a lui stesso). Così però non è stato. Secondo giro che ha risentito del ritmo indemoniato del primo, tanto che la seconda metà gara è stata chiusa in 15’40’, tanto da chiudere in 30’15’, vale a dire a 7′ dal miglior tempo storico. Altra gara impressionante, almeno nella prima parte, è stata quella di Abderrafii Roqti (Montemiletto Team Runners). Parziale sotto i 3′ a km a metà percorso, per poi risentirne non poco nel tratto finale. Sua comunque la seconda posizione, in 30’52’. Terzo al traguardo l’altro Marocchino, Abdelhadi ben Khadir. Per Abdel una gara leggermente più giudiziosa, con una chiusura in 31’16’. Cosa dire di Enrico Signorelli? Dico ‘solo’ che è arrivato il primo degli italiani, che ha corso una gara tatticamente perfetta, che ha dimostrato ancora un volta quel che vale. Grande Enrico.


La gara donne ha visto la vittoria ‘Serena’ di Annamaria Vanacore. L’atleta del Centro Ester sta confermando di essere in gran forma, tanto da fermare il crono sui 36’49’. Quando si dice la classe e la capacità di ‘sentire il ritmo’. Annamaria passa in 18’20’ a metà gara, e chiude la stessa con un successivo parziale di 18’29’. Una lezione di distribuzione della fatica. Le due 40enni di classe, Cathy Barbati e Alessandra Insogna, hanno dato vita ad un gran confronto. Alla fine sono salite entrambe sul podio, con Cathy capace di chiudere sul piede dei 3’49’ a km, e Alessandra sui 3’51’.


Classifica a squadre vinta dall’Arca Atletica Aversa-Agro Aversano.


Al di là di tempi, prestazioni e classifiche, la bellezza di questo evento è stata data dai tanti che hanno preso il via. Da chi ha vissuto e goduto dell’evento. Da chi si è emozionato per il pre gara, per poi essere protagonista nell’agonismo. Da chi ha saputo fare tesoro di una domenica vissuta nel piacere della corsa, portandosi a casa soprattutto la gioia di aver vissuto una mattinata di quelle che restano dentro.


 

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

  • valerio ruotolo—m.c. neapolis vesevo

    gara organizzata bene…. percorso protetto a dovere per una perfetta domenica…..di corsa. Grazie Qualiano

  • GIANNI GRUNIERI PODISTICA MARCIANISE

    Tutto bene, ornanizzaaione programmata egregiamente dato l’elevato numero dei partecipanti.Il momento della citazione nominale delle innocenti vittime della camorra è stato intenso e toccante.La prova provata è stata l’attenzione e il silenzio dei podisti.Unico, inevitabile neo, una bellezza paesaggistica non adeguata al livello della manifestazione.Purtroppo è un male comune.

  • ORAZIO DE MARE NAPOLI RUN

    TUTTO OK,BEL PENSIERO RICORDARE LE VITTIME DELLA CAMORRA.UN SALUTO ALL’ATLETICA QUALIANO,IN PARTICOLARE, A SIMONE, E L’INISTANCABILE MIMMO PERFETTO.

  • Tony Biagio Carannante A.L.B.A. Bacoli

    Grande giornata di festa, di emozione, e di sana competizione. Ancora una volta lo SPORT ha vinto. Grazie a Qualiano ed a tutti coloro hanno reso questa Domenica gioiosa in un giorno tanto importante per le nostre coscienze.

  • bruno scandiuzzi ischia marathon club

    gara bellissima unica pecca non ci sono foto,(o forse non sono ancora pronte?)

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>