Atletica News — 07 ottobre 2009

‘Spero che ci si accorga presto di me in alto’ ci aveva confidato la settimana scorsa ad Acicatena  il giovane vincitore del 20° Trofeo SS. Cosma e Damiano, ed in effetti le sue prestazioni ed i conseguenti risultati non potevano passare inosservati. Non  sicuramente al bravo tecnico varesino Silvano Danzi, capo del settore mezzofondo prolungato della nazionale italiana.
Cosi per Alessandro Brancato,  classe 1988,  in forza alla Sprint Team Catania, è arrivata la convocazione in azzurro, in occasione del quadrangolare di mezza maratona riservato alle promesse,  in cui l’Italia competerà con i suoi quattro atleti ad Orleans, domenica 18 ottobre, con i campioni di casa della Francia, con la Germania e con la Svizzera.
Il bravo atleta lentinese,  che ricordiamo già campione nazionale  juniores di maratonina 2006, anno nel quale ha vinto il tricolore  di corsa  in montagna a squadre, detiene un primato personale di 1.08.36 sulla distanza ottenuto a Ravenna il 31 maggio scorso ed  è stato  vincitore di numerose gare podistiche nel nostro territorio.
Gongola  finalmente anche il suo preparatore tecnico Basilio Gurgone, che ha da subito capito il grande talento di Alessandro ed ha lavorato tantissimo per affinare la tecnica di questo ‘suo’ atleta.
A fare compagnia a Brancato ci saranno altri due valorosissimi atleti siciliani,  Davide Ragusa, classe 1989 di Mazzarino,  in forza alla società marchigiana Grottini Team Recanati, e Giorgio Scialabba, 1988, giovane madonita di Isnello in forza alla APB Bagheria. A chiudere il poker, sebbene tesserato per una societa piemontese,  un altro atleta del sud: Vincenzo Stola, pugliese di Barletta in forza alla Runner Team 99  Volpiano.
Siamo sicuri che tutti e quattro gli atleti detentori di primati personali racchiusi in meno di trenta secondi intorno ad un ora e otto minuti,  rappresentano un poker di eccellenza per la nostra nazionale e nella città francese di Orleans, famosa per la celebre battaglia nella quale le truppe francesi capitanate da Giovanna D’Arco ricacciarono indietro gli invasori inglesi, dopo tanti secoli ci sarà un’altra ‘battaglia’,  stavolta solamente sportiva,  nella quale il nostro Alessandro Brancato saprà difendere insieme ai compagni il tricolore itaiano, magari condito da un primato personale ulteriormente abbassato.


 

Autore: Raimondo Lizzio

Share

About Author

Peluso

  • Massimo Gionta ASD Atletica Venafro

    In bocca al lupo a tutta la spedizione! Anche al femminile! Forza Eleonora!!!

  • giardiello saverio montemiletto team runners

    Mi sapete dire perchè D’ascoli (campione italiano di mezza) non è stato convocato?

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>