Allenamento slide — 08 luglio 2016

correreCi avviciniamo al periodo estivo ove il meteo si presume sia a favore dei Runner e sportivi in genere, il tempo a disposizione è sempre maggiore rispetto ad altri periodi dell’anno, la luce del sole aiuta a ricaricarsi di energie, ma a volte la predisposizione ad allenarsi in maniera regolare prefiggendosi una Maratona in autunno, viene meno condizionati da serate con amici, orari molto flessibili, poco riposo notturno e via dicendo.

Purtroppo dalla mia esperienza di allenatore, prima di imbatterci in qualsiasi programma di preparazione atletica in questo periodo dell’anno, ci dobbiamo chiedere a quale tipologia di runners facciamo parte:

 

  1. Runner : d’estate non riesce per niente ad allenarsi , “stacca la spina” per rilassarsi e darvi alla “bella vita notturna”, corre sporadicamente in maniera rilassante, non ha voglia di prefiggersi obiettivi importanti in autunno, in questo caso è difficile prendere parte a una Maratona nei primissimi mesi d’autunno se non si cambia stato mentale.
  1. Runner: d’estate si prefigge degli obiettivi agonistici in autunno, stila la preparazione con tutta la buona volontà, ma poi durante l’estate si lascia trascinare da serate e orari impossibili per avere energie a disposizione per gli allenamenti e non arriva preparato all’appuntamento, perde la motivazione e a volte abbandona o ridimensiona ogni tipo di obiettivo nei primissimi mesi d’autunno.
  1. Runner che d’estate ama correre, non ha problemi a svegliarsi la mattina presto per evitare le ore più calde della giornata, oppure riesce ad allenarsi in serata dopo una giornata trascorsa al lavoro o al mare, e prima delle classiche uscite serali con gli amici. Tale tipologia di Runner riesce a mantenere qualità e quantità degli allenamenti previsti dal programma.

Allora, in quest’articolo cercherò di dedicarmi ai runner che non riescono a trovare stimoli e motivazioni durante il periodo estivo per allenarsi al meglio ed arrivare preparati alle Maratone e appuntamenti nei primissimi mesi di autunno. Personalmente ritengo che il periodo estivo sia il miglior periodo per allenarsi al meglio e ottenere delle buone performance atletiche in autunno, tutto sta a trovare le giuste strategie nella preparazione e rendere la preparazione flessibile e meno rigida del solito.

FLESSIBILITA’ E ALTERNATIVE PER PREPARAZIONE ESTIVA

Durante il periodo estivo, come menzionato la difficoltà maggiore è quella di mantenere la concentrazione e la motivazione per allenarsi al meglio , per via degli elementi di disturbi, come il relax al mare, le serate frequenti con amici , gli orari quotidiani stravolti, le ore di sonno limitate, le limitate gare previste. E’ proprio su questo ultimo punto che vorrei concentrarmi maggiormente, il vero runner ha voglia di gareggiare, ama allenarsi, ma ci sono runner che hanno necessità di confrontarsi, di vivere sempre l’agonismo, di testarsi, di divertirsi con le sfide con gli amici.

Quindi possiamo elencare alcune attività e modifiche che possiamo fare durante la preparazione estiva , rispetto al periodo di preparazione invernale :

  1. Rendere la preparazione flessibile
  2. Avere orari di allenamento che siano cangianti (mattina presto o tardo pomeriggio )
  3. Partecipare a delle gare ( anche a tappe )
  4. Partecipare a degli stage di vacanza in altura

Come detto analizzando il primo punto, “rendere la preparazione flessibile” , abbiamo necessità che d’estate gli orari previsti per allenarci siano modificati e adattati alle proprie esigenze di Vita quotidiana, se ad esempio il nostro abituale è la mattina presto, e qualche sera facciamo tardi per via di serate divertenti con gli amici, abbiamo necessità di spostare l’allenamento nel giorno dopo a orari più tranquilli, come potrebbero essere quelli serali. Tutto ciò ci permetterà di riposare maggiormente la mattina, di recuperare un po’ di energie, di condividere comunque la serata piacevole con gli amici, il tutto a favore della qualità della nostra Vita senza tralasciare gli obiettivi della preparazione atletica.

Il secondo punto menzionato è strettamente correlato a quanto detto pocanzi, quindi rendere gli orari di allenamento flessibili e non fossilizzarsi sulle abitudini quotidiane perché altrimenti si rischia , o di allenarsi male o di saltare l’allenamento perché “fuori dalle nostre abitudini” .

Per quanto concerne il terzo punto “partecipare a delle gare”, è fondamentale per la motivazione e per la continuità degli allenamenti, programmare comunque delle gare brevi che vengono organizzate durante l’estate in ogni paese. Quindi allenarsi prefiggendosi non solo il “macro obiettivo” della Maratona, ma anche delle valutazioni intermedie sulla condizione fisica , partecipando a gare di 8-15km . Tutto ciò avrà una doppia valenza: miglioramento della condizione fisica e continue motivazioni per portare a termine una preparazione lunga e intensa, come può essere quella per preparare una Maratona in autunno. Quindi via libera a un calendario di gare brevi previste durante i mesi di preparazione estiva, anche prendere parte a delle gare a tappe che permettono di simulare una settimana di allenamento con giorni consecutivi ! Quindi vi allenate e vi divertite al tempo stesso, cercando di prendere le gare sempre come allenamento/test.

Ultima, ma non meno importante, il quarto punto, “Stage Vacanza Running”, sono delle ottime occasioni per allenarsi al meglio, una , due settimane , in posti molto belli e allenanti, il più delle volte organizzati in località di altura, quindi ideali per migliorare l’ossigenazione del proprio organismo ,ottenendo notevoli riscontri per le future prestazioni a livello del mare. Di norma, negli Stage Running, si corre tutti i giorni, si prendono in riferimento diversi aspetti tecnici, condizionali e mentali, indispensabili per ogni runner, oltre che a condividere momenti teorici sui diversi argomenti inerenti la preparazione atletica, l’alimentazione, l’integrazione e aspetti mentali nella gestione della fatica. Quindi, programmare una/due settimane di Stage Vacanza Running, vi permetterà non solo di migliorare la vostra condizione fisica, ma anche di conoscere meglio alcuni aspetti della vostra attività fisica : la corsa! Oltre, a rilassarsi ed effettuare attività collaterali alla corsa, come escursioni, camminate, uscite in bike che renderanno il tutto più divertente e allenante.

Quindi, spero che i runner che hanno sempre abbandonato l’idea di una preparazione estiva in previsione di una Maratona autunnale, possano cambiare idea e “convertirsi” alla categoria di runner che d’estate continuano ad allenarsi con regolarità, apportando delle modifiche alla propria preparazione e abitudini standard.

Di norma una preparazione estiva che abbia come fine ultimo, partecipare a una Maratona tra Settembre e Ottobre , può essere suddivisa nel seguente modo considerando i diversi Periodi di Preparazione Atletica:

TABELLA PERIODI DI PREPARAZIONE ESTIVA

PERIODI DI PREPARAZIONE  OBIETTIVI PREPARAZIONE   SEDUTE DI ALLENAMENTO

Periodo Generale (Giugno/Luglio )

 

Miglioramento e consolidamento Resistenza Generale e Forza Muscolare  Lungo LentoCorsa lenta

Corsa media

Corsa progressiva

Corsa con Variazioni

 

Periodo Specifico (Agosto/Settembre)

 

Obiettivo: miglioramento e consolidamento Resistenza Specifica e Potenza Aerobica  Lungo SpecificoRitmo Maratona

Ripetute varie distanze

Interval Training

 

Periodo Agonistico(Ottobre) Obiettivo: miglioramento ritmi gara e raggiungimento obiettivo cronometrico Ritmi GaraGara : Maratona

Come menzionato questo è una schema di come sia possibile programmare la preparazione atletica in estate per raggiungere il proprio obiettivo di Maratona nei primi mesi di autunno. Ovvio che se veniamo da un periodo primaverile abbastanza intenso di gara, è giusto far rifiatare il proprio organismo, per poi RE-iniziare la preparazione specifica per la Maratona. Ideale sarebbe utilizzare il periodo di fine Maggio, come periodo di transizione e di rigenerazione, per poi ripartire con la preparazione a Giugno, basterebbero 2 settimane di stop o di attività blanda per rigenerarsi , fisicamente e mentalmente.

Buona corsa a tutti!
Ignazio Antonacci
http://www.runningzen.net

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>