Cronaca — 05 luglio 2011

L’edizione 2011 del Giro Podistico dell’Isola di Ponza, riportato agli antichi fasti da Rossano Di Loreto, testimonia al meglio come la manifestazione sia amata lungo tutta l’Italia. Nella prima tappa, la Ponza-Le Forna, si è imposto in campo maschile il lombardo Gerardo Milo, portacolori della P.B.M. Bovisio Masciago, che ha posto sin dalla gara d’esordio una seria ipoteca sul successo finale. Milo ha completato i 7 chilometri e 600 metri dell’impegnativo percorso, ricco di saliscendi ma dal panorama mozzafiato, in 26 minuti e 17 secondi, guadagnando quasi un giro di lancette su Maurizio Muggianu (Atl. Capanne Pro Loco). L’atleta proveniente dall’Umbria ha fatto fermare i cronometri dopo 27’14’, accumulando a sua volta un vantaggio di oltre un minuto sulla coppia formata dal laziale Luca Mirabello (Gruppo Millepiedi) e dal veneto Beppino Rizzo (Atl. Riviera Brenta), che hanno concluso la prova affiancati dopo 28 minuti e 21 secondi.


In campo femminile è stata protagonista la vincitrice del Giro del 2010, Elisa Cucchiarelli, che veste la maglia dell’Atletica Amatori Velletri. L’ultramaratoneta originaria di Cori ha sbaragliato la concorrenza arrivando a Le Forna dopo 31’43’. Alle sue spalle l’esperta piemontese Rosina Sidoti (Balangero Atletica), classe 1957, con il tempo di 33 minuti e 12 secondi. Terzo posto per Carmela Quitadamo (Atletica Muggiò) in 34’06’, subito davanti a colei che l’anno scorso guadagnò la piazza d’onore, Luigia Ferracci (Podistica Avis Priverno).


Tra le società, particolarmente rappresentata la Campania grazie al Marathon Club Stabia e alla Podistica Azzurra Napoli.


Nelle categorie amatoriali, da segnalare il primato di Salvatore Bacioterracino (Podistica Bosco di Capodimonte) nella M50, Enrico Parodi (Maratoneti Genovesi) nella M55 e Pasquale Restiglian (Atletica Monte Mario) nella M60, in cui se la dovrà vedere con lo svizzero Gianni Crivelli. Tra gli M65 in testa un grande affezionato del Giro Podistico dell’Isola di Ponza, Lucio Girelli (Marathon Club Città di Castello), mentre nella M70 primeggia Italo Lento (Marathon Club Stabia). Tra gli M80 la conferma di colui che negli anni è diventato il simbolo del Giro di Ponza: Benito Salvati (Atletica Varazze).


Tra le donne, le stabiesi Daniela Cacace (F23-34), Sara Galli Fortuna (F35) e Celeste Del Gaudio (F45) sono al comando delle rispettive categorie, così come Anna Maria Caddeo (Maratoneti Genovesi) nella F55, Egle Caiotti (Marathon Club Città di Castello) nella F60 e Fiorella Fretta (Atletica Latina) nella F65.


La seconda prova sarà la Cronoscalata, in cui gli atleti partiranno nell’ordine inverso di classifica e distaccati di 30 secondi ciascuno. Una gara breve, di un chilometro e 600 metri, ma con pendenze impegnative che metteranno a dura prova la tenuta atletica dei corridori.

Autore: Andrea Giansanti

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>