Anteprima slide — 21 settembre 2017

Bologna, 20 settembre 2017 – Questa mattina in Sala Tassinari del Comune di Bologna è stata ufficialmente presentata alla stampa l’11^ “Race for the Cure” organizzata da Susan G. Komen Italia, che nel prossimo fine settimana, dal 22 al 24 settembre, colorerà di rosa i Giardini Margherita per una tre giorni di salute, sport e benessere.

A fare gli onori di casa Marilena Pilati, Vice Sindaco di Bologna La Race è una corsa per la vita – afferma – Il tumore del seno è una malattia che deve essere combattuta ma perché questo accada, bisogna conoscerla per combatterla e vincerla. La dr.ssa Daniela Terribile ogni anno ci aggiorna sui numeri, importanti che ci fanno riflettere. Siamo sulla buona strada per vincere ma c’è ancora molto da fare e non ci dobbiamo fermare. Dobbiamo andare avanti informando, facendo capire che la prevenzione è importante e che la diagnosi precoce può fare la differenza. È importante che qui oggi ci siano le istituzioni: E’ una battaglia che dobbiamo combattere insieme, è importante che i cittadini sappiano che Komen è partner delle nostre Istituzioni. Grazie di essere qui e di ricordare a tutte le donne che dobbiamo andare avanti, uniti e che possiamo vincere. Voglio dedicare un pensiero a tutte le donne in rosa, della nostra vita, a tutte quelle che c’è l’hanno fatta, quelle che sono nei nostri cuori e ci guarderanno dall’alto. A tutte le donne in rosa dobbiamo far sapere che Bologna c’è e che insieme possiamo vincere”.

Per Susan G. Komen Italia ha preso la parola la Vice Presidente Daniela Terribile che ha illustrato l’impegno di Komen Italia nella lotta  ai tumori del seno e i progetti “Verso le donne” e “More Than Pink”

Il tumore colpisce circa 50.000 donne l’anno, vi è un aumento dello 0.9 per cento dell’incidenza e una diminuzione dello 0,2 per cento della mortalità – rileva – Nonostante i progressi, circa 50.000 donne in Italia convivono con la diagnosi di tumore al seno e la sopravvivenza globale negli anni aumentata raggiungendo un traguardo importante. I programmi di screening mammario hanno portato a ridurre la mortalità e anche grazie a farmaci più efficaci, ma noi insistiamo sulla prevenzione e sulla diagnosi precoce. Komen Italia ha investito 13 milioni di euro in 700 nuovi progetti propri e di altre associazioni. L’ultimo anno con i fondi raccolti ha sostenuto un’ottantina di associazioni su tutto il territorio nazionale. In questa edizione accanto alla Race for the Cure ha voluto fare ancora qualcosa di più.  Per promuovere un ulteriore richiamo alla prevenzione con il progetto “Verso le Donne”, programma nazionale itinerante di promozione della salute femminile promosso e realizzato da Susan G. Komen Italia in collaborazione con la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli e con il contributo di Sky Italia, Social Partner di Komen Italia, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il patrocinio del Ministero della Salute. Progetto che si è realizzato a Roma e Bari e che domani sarà a Bologna. Dobbiamo anche cavalcare la prevenzione precoce promuovendo stili di vita adatti. L’ultimo progetto è il More Than Pink. Per innovare l’ambito della salute della donna sono stati stanziati 30.000 euro per 3 premi per progetti che riguardano welfare aziendale e salute della donna. Sino a oggi abbiamo già ricevuto cinquanta candidature. Partner importante è Sky per il sociale: è sempre presente e ci ha dato lo stimolo per essere presente sul territorio nazionale”.

La Race For the Cure è l’evento simbolo di Susan G. Komen Italia – ha rilevato Carla Faralli, Responsabile del Comitato Emilia-Romagna Susan G. Komen Italia – ma oltre a questa iniziativa realizziamo altri eventi nel corso dell’anno. Domani sarò presente al Quartiere San Donato – San Vitale per la realizzazione del progetto “Verso le donne” e il giorno dopo ai Giardini Margherita per l’inaugurazione del “Villaggio della Salute” che offrirà consulenze e incontri con esperti non soltanto di tumori del seno ma anche ad esempio di screening oculistici, visite dermatologiche, per la corretta postura e colloqui con professionisti. Nella giornata di sabato sono in programma attività sportive e ludiche dedicate ai bambini, Abbiamo compiuto undici anni, ma lo spirito è quello della prima Race. L’anno scorso eravamo in 20000, non lo considero un record possiamo ancora fare meglio. Con i fondi raccolti dalla Race for the Cure e dagli altri eventi, nel 2016 abbiamo dato il via al altri dieci nuovi progetti di associazioni di donne operate attive nel nostro territorio”.

Fra i relatori Matteo Lepore, Assessore allo Sport del Comune di Bologna, Gianni Saguatti, Direttore UO Senologia AUSL di Bologna e Presidente del GISMA, Gruppo Italiano di screening mammografico, Alessandra De Palma, Direttore Unità Operativa Complessa di Medicina Legale e Gestione Integrata del Rischio Responsabile Area Sicurezza delle Cure dell’Azienda Ospedaliera-Universitaria di Bologna, Policlinico S.Orsola-Malpighi , Enrico Zannini, Direttore Cosmoprof Worldwide Bologna, Simone Borsari,  Presidente Quartiere San Donato-San Vitale, Rosa Amorevole, Presidente del Quartiere S. Stefano.

L’edizione numero 11, organizzata sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica con il patrocinio del Ministero della Salute, Regione Emilia-Romagna, Città Metropolitana di Bologna, Comune di Bologna, AUSL Bologna, Policlinico S. Orsola-Malpighi, Università di Bologna, CONI e FIDAL, SIAE, Federfarma Bologna, IPASVI- Collegio di Bologna e Provincia, Collegio delle Ostetriche di Bologna e Collegio TSRM di Bologna CSI Bologna, UISP Bologna e Confcommercio Bologna, si svolge con il contributo di Johnson&Johnson (national presenting partner) e di altre importanti aziende come il local major partner BolognaFiere/Cosmoprof, Aveeno (partner delle Donne in Rosa), Sky Italia (partner per il sociale), Cisalfa (partner tecnico), Lete (fornitore ufficiale acqua), Trc e Radio International (media partner locali). La realizzazione tecnica della corsa è a cura del Circolo G. Dozza.

La popolare gara podistica della domenica mattina, lungo il percorso di 5 km e 2 km nel cuore del centro storico di Bologna, concluderà come sempre un intero week-end ricco di iniziative volte a promuovere la prevenzione e l’adozione di stili di vita sani.

Lo scorso anno nelle quattro Race italiane sono stati coinvolti oltre 100.000 partecipanti, dei quali quasi 20.000 a Bologna. Quest’anno, si lavora per battere entrambi questi record di presenze e lo staff della Associazione, insieme a centinaia di volontari, alle due madrine della manifestazione – le attrici Maria Grazia Cucinotta e Rosanna Banfi – ed a tanti altri testimonial che sostengono questa causa, hanno lavorato fortissimo verso questo obiettivo.

 

PROGRAMMA DEI TRE GIORNI AI GIARDINI MARGHERITA

 

Da venerdì 22 settembre aprirà il “Villaggio della Salute” un grande laboratorio all’interno del magnifico scenario dei Giardini Margherita. All’interno del Villaggio sono previste iniziative concrete di prevenzione, laboratori educativi e stage di apprendimento di alcune discipline sportive. Inoltre, vi saranno numerosi stand dei partner e un’attrezzatissima area giochi per i bambini, con attività ludiche ed educative.

Lo scorso anno sono state erogate al Villaggio circa 360 prestazioni gratuite tra visite senologiche, mammografie, ecografie, visite dermatologiche, consulenze genetiche ed altri esami specifici.

Per il programma completo delle attività del Villaggio: www.racebologna.it

 

Domenica 24 settembre sarà invece dedicata, come tradizione, alla corsa di 5km e alla passeggiata di 2km, che attraverseranno il centro di Bologna partendo dai Giardini Margherita. Per iscriversi sarà sufficiente una donazione minima di 12 euro (info e iscrizioni su www.racebologna.it) che darà diritto a ricevere – fino ad esaurimento – il pettorale, la borsa gara con i tanti omaggi delle aziende partner e la popolare t-shirt della manifestazione.

 

LE “DONNE IN ROSA”, PROTAGONISTE DELLA RACE

 

Come sempre, le vere protagoniste della manifestazione saranno le “Donne in Rosa”, donne che stanno affrontando o hanno sconfitto il tumore del seno e che alla “ Race for the Cure” scelgono di rendersi riconoscibili indossando una speciale maglietta rosa. Con la loro coraggiosa testimonianza, oltre a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce, mandano un forte messaggio di incoraggiamento e di tranquillità alle tante donne che stanno affrontando la malattia e un invito a vivere questo momento difficile con un atteggiamento più positivo. Lo scorso anno una marea rosa di circa 1.300 donne operate ha invaso festosamente le vie del centro di Bologna.

Alle “Donne in Rosa” sarà riservata una speciale Area nel Villaggio Race, realizzata con il contributo di Aveeno (azienda del gruppo Johnson&Johnson) dove potranno iscriversi, ritirare la borsa gara e, la domenica mattina, incontrarsi per fare colazione insieme prima della partenza della Race. Nei due giorni precedenti, tante  iniziative dedicate alla condivisione e al benessere.

 

I PREMI PER I PARTECIPANTI

Alla “Race for the Cure” vengono premiati, con omaggi offerti da Johnson&Johnson e dal partner tecnico Cisalfa, i primi 5 uomini e le prime 5 donne della gara competitiva, le prime 5 “Donne in Rosa”, i primi 5 bambini e il primo classificato della categoria “a 6 zampe”. Sì, anche quest’anno chi vuole potrà venire a correre con il proprio cane! Inoltre, non mancherà la consueta competizione tra le squadre per premiare la squadra più simpatica e originale, quella proveniente da più lontano, la più numerosa in assoluto e la più numerosa tra le seguenti categorie: squadre aziendali, di sole donne, scolastica/universitaria, ospedaliera, tra i circoli sportivi o palestre, tra le squadre che correranno “in divisa”, tra le nuove iscritte e tra le squadre dei Comuni della Regione Emilia-Romagna.

Tanti anche i premi a sorteggio tra gli iscritti presenti alla cerimonia finale.

Per partecipare alle estrazioni si dovrà staccare il tagliandino dal proprio pettorale ed inserirlo negli appositi contenitori sparsi nel Villaggio.

 

DESTINAZIONE DEI FONDI

 

Grazie anche ai fondi raccolti con le “Race for the Cure” di Roma, Bari, Bologna e Brescia e con le tante altre iniziative istituzionali, la Komen Italia ad oggi ha erogato più di 13 milioni di euro per dare vita ad oltre 700 nuovi progetti, propri e di altre associazioni, nell’azione di contrasto ai tumori del seno in Italia.

In Emilia-Romagna, grazie alla passata edizione della Race for the Cure di Bologna, nel 2017 hanno preso il via altri 10 nuovi progetti di associazioni di donne operate attive sul nostro territorio.

 

VERSO LE DONNE” – SKY ITALIA SOSTIENE IL PROGRAMMA NAZIONALE ITINERANTE DI PROMOZIONE DELLA SALUTE FEMMINILE

 

Sky Italia rinnova quest’anno il suo sostegno alla lotta ai tumori del seno diventando Partner per il Sociale della Komen Italia, con il progetto “Verso le donne”. Si tratta di un programma nazionale itinerante di promozione della salute della donna che sta raggiungendo i quartieri periferici delle città dove l’Associazione ha i propri comitati regionali (Lazio, Puglia, Emilia Romagna e Lombardia). Ciascun appuntamento offrirà visite specialistiche ed esami strumentali di prevenzione senologica gratuiti grazie ad una Unità Mobile di mammografia donata dalla Fondazione Johnson&Johnson, incontri educativi su prevenzione e stili di vita sani dedicati ai giovani delle Scuole Superiori e sessioni di benessere psico-fisico aperte a tutta la popolazione.

“Verso le donne” sarà a Bologna il 21 settembre nel Quartiere San Donato – San Vitale; l’iniziativa è stata realizzata grazie alla proficua collaborazione del Comune di Bologna che ha coinvolto il Liceo Scientifico Copernico per l’incontro educativo con gli studenti sulla prevenzione e i corretti stili di vita, e diverse Associazioni territoriali che operano nel sociale per l’individuazione delle donne, fuori dallo screening regionale, a cui offrire le prestazioni gratuitamente.

 

MORE THAN PINK – PREMIO PER L’INNOVAZIONE NELLA SALUTE DELLA DONNA 

 

Il “Premio  More than Pink” è un’iniziativa pluriennale della Susan G. Komen Italia e dell’Associazione ItaliaCamp, in collaborazione con il Polo di Scienze della Salute della Donna e del Bambino della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma, volta alla promozione dell’emersione, lo sviluppo e la valorizzazione di progettualità e pratiche innovative nell’ambito della salute della donna. Il premio valorizzerà lo sviluppo di progetti innovativi relativi a tre delle priorità emerse in occasione della prima edizione di questa iniziativa: WELFARE AZIENDALE, per potenziare, ottimizzare e diffondere tra le imprese le strategie di responsabilità sociale in tema di salute; EDUCAZIONE, per favorire la diffusione di programmi di prevenzione primaria e secondaria tra i giovani, a partire dalla scuola; INNOVAZIONE, per sviluppare nuovi prodotti e servizi utili a  migliorare le cure e a tutelare la salute delle donne. In ciascuna categoria tematica, al progetto primo classificato verrà conferito il relativo Premio “More than Pink”, del valore complessivo di 30.000 €, di cui 15.000 € in denaro e 15.000 € in beni e servizi di tutoraggio e mentoring. I beni e servizi di tutoraggio e mentoring verranno assicurati dagli stakeholders che collaborano alla realizzazione del premio. C’è tempo fino al 30 settembre per presentare la propria idea innovativa nei tre ambiti su www.komen.it

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>