Anteprima slide — 08 febbraio 2013

alemannoE’ stata presentata  nella sala Protomoteca del Campidoglio l’edizione numero 39 della RomaOstia HalfMarathon, insignita quest’anno della IAAF Gold Label, il massimo riconoscimento mondiale per una gara di corsa su strada che rende onore a 39 edizioni di storia dell’atletica italiana e del podismo romano con un primato organizzativo unico e caratteristico in Italia. Domenica 3 marzo si correrà per la miglior prestazione mondiale,“La RomaOstia custodisce una magia– ha detto il Sindaco di Roma Capitale Gianni Alemanno nel corso della presentazione- questo testimonia l’amore dei romani per la corsa e l’indiscutibile tradizione sportiva di tutta la Capitale che sta riscoprendo di aver sempre amato la corsa”.L’appuntamento è per il 3 marzo, si doveva correre il 24 febbraio, pressappoco un anno dopo l’edizione da record del 2012, ma la concomitanza con la tornata elettorale per le elezioni politiche e amministrative ha determinato un travagliato slittamento di una lunga settimana la cui unica alternativa sarebbe stata la cancellazione della manifestazione dal calendario nazionale e mondiale per questa stagione.Il podismo romano e nazionale non potevano però rinunciare alla RomaOstia, insignita proprio quest’anno della IAAF Gold Label, il “sigillo” d’oro della federazione mondiale di atletica leggera per le gare di corsa su strada per premiare 39 edizioni di successo sportivo e organizzativo. Lo stesso riconoscimento che possono vantare la maratona di New York, di Londra, di Parigi, di Roma, di Berlino, di Boston e soltanto pochissime mezze maratone in tutto il mondo come quelle di Lisbona, Praga e Bogotà.

Sono stati momenti e giornate molto faticose– ha esordito il patron Luciano Duchi parlando del cambio di data-in questi momenti ho capito quanto la RomaOstia è diventata importante: dalla politica, agli atleti già iscritti fino agli impagabili collaboratori del comitato organizzatore. Tutti e tanti si sono mobilitati e hanno compreso la difficoltà del momento che ci ha portati a restituire più di mille iscrizioni”.
Questa gara non è nata per diventare importante-ha continuato il patron della manifestazione- l’hanno resa grande i tanti e quei nomi di atleti che oggi ancora custodisco nel mio cuore. Oggi mi appaga vedere l’entusiasmo degli addetti ai lavori delle società romane che partecipano numerosissime: questi sono tanti volontari che dedicano il loro tempo libero… e in certi casi anche di più… alla corsa”.
La RomaOstia valorizza tutta la Capitale– ha dichiarato il Delegato allo Sport Alessandro Cochi- “il quartiere EUR, la splendida pineta di Castel Fusano e poi il mare di Ostia, su un percorso affascinate ed unico tanto caro a tutti coloro che corrono”
Durante un simpatico siparietto tra il Sindaco Alemanno e il Delegato allo Sport Alessandro Cochi il primo non ha escluso che si ripresenterà al via della gara non competitiva mentre il secondo ha assicurato che se riuscirà a completare una buona preparazione prenderà parte alla gara agonistica.
Oltre al grande entusiasmo, voglio evidenziare quanto la RomaOstia contribuisca alla cultura sportiva di tutta la Capitale. La RomaOstia è un vero patrimonio di tutta la città e la risposta che ha dato ai problemi di questa edizione ne è la prova tangibile”. Ha concluso Cochi
Il cast degli elite runners Adidas è di indiscutibile valore. “Se le condizioni meteo saranno ottimali, non possiamo escludere che si cercherà di spuntare la miglior prestazione mondiale” ha dichiarato Luciano Milani, responsabile insieme a Gianni De Madonna degli elite runners. Sono attesi al via alcuni dei migliori specialisti del fondo e del mezzofondo mondiale per far “brillare” il nome della RomaOstia in tutto il mondo.
Nella gara maschile è il keniota Wilson KIPROP, già campione mondiale 2010 a Nanning in Cina (dove ha battuto il pluricampione eritreo Zersenay Tadesse) ad impensierire tutti con il suo personale di 59’15’’, ottenuto alla mezza di Berlino 2012 (ottava prestazione stagionale); la seconda miglior prestazione di accredito è di Titus MASAI, anche lui keniota con un personal best di 59’51’’ ottenuto nel 2010 a Rak (UAE) e tante mezze corse in questi ultimi due anni a ridosso dei 60 minuti, con ottimi piazzamenti a Praga, New Dehli e Nizza. Attenzioni rivolte anche al promettente Robert CHEMOSINche ha al suo attivo un personale di 1h00’03’’ ottenuto alla mezza di Udine 2012. Sarà della gara anche un ritrovato Willy MWANGI, keniota con un PB di 1h00’07’’ che dal 2011 cerca di rientrare con una prestazione di alto livello nel panorama internazionale. Da non trascurare i nomi di Simon CHEPROTeJafred CHIRCHIR. Il primo è nato nel 1990 e ha un PB sulla mezza maratona di 1h01’06’’ ottenuto a Route du Vin in Lussemburgo a settembre 2012 ma annovera tra le sue prestazioni decine di gare su strada di 10 km corse sotto i 27 minuti, mentre Chirchir nel 2011 ad Eindhoven ha vinto la locale maratona correndo in 2h05’48’’.
Proprio durante la conferenza stampa, sempre Luciano Milani ha confermato: “ci sarà al via anche Philemon Kimeli Limo, vincitore e recordman della passata edizione”.
 Nella gara femminile, a cercare di difendere il primato assoluto dell’edizione 2012, che ha visto la RomaOstia essere la mezza maratona “in rosa” più veloce del mondo (sommando i tempi delle prime cinque donne al traguardo), ci saranno la seconda classificata dell’edizione 38, Agnes KIPROP, che si presenta al via con il suo personale ottenuto proprio lo scorso anno alla RomaOstia con 1h07’22’’, e la quarta atleta classificata ai mondiali di mezza maratona 2012 in Bulgaria Lidya CHEROMEI. La Cheromei vanta un personale di 1h07’’23, appena un secondo in più dell’avversaria Kiprop.La sfida tra le due keniane potrebbe essere insidiata dall’inserimento dell’olandese di origine africana Hilda KIBET, che nel 2010 ha corso in 1h08’39’’ la mezza di Ras Al Khaimah negli Emirati Arabi, e da quella della keniota Flomena DANIEL che vuole ritoccare il suo PB di 1h08’44’’ datato 2009 e ottenuto alla Yamaguchi Half Marathon in Giappone. Sarà da seguire l’etiope, classe 1990, Degefa DEBELE, vincitrice del “Cross del Campaccio” dello scorso 6 gennaio ed al suo esordio assoluto in una mezza “al livello del mare”. Di lei infatti si registrano solo due prestazioni “in altura” intorno a 1h e 12 minuti. Sul tracciato della RomaOstia potrebbe dunque stupire.
A rappresentare l’Italia, nella mezza maratona più partecipata dagli atleti italiani, ci saranno: il campione italiano uscente Stefano LA ROSA (C.S. Carabinieri) incoronato proprio alla RomaOstia 2012 con il primato personale di 1h02’15’’, l’esordiente del G.S. Fiamme Oro Simone GARIBOLDI ed il veterano, nonché campione italiano di maratona 2011, Giovanni GUALDI delle Fiamme Gialle.
In campo femminile tornerà al via la vincitrice della RomaOstia 2005 Rosalba CONSOLE (PB 1h09’34’’); la maratoneta pugliese, che porta i colori delle Fiamme Gialle, dovrà vedersela contro Fatma MARAOUI del C.S. Esercito che vanta un personale di 1h10’08’’.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>