Maratone e altro slide — 22 marzo 2017

romaLa 23ª Acea Maratona di Roma, evento Fidal Gold Label e IAAF Silver Label, si svolgerà domenica 2 aprile 2017 con partenza alle 8.35 da via dei Fori Imperiali e arrivo nello stesso luogo.

Sono 16.107 gli iscritti, dei quali 8.818 italiani (54,7%) e 7.289 (45,3%) da 130 nazioni dei cinque continenti. Gli uomini sono 12.636 (78,4% del totale), le donne 3.471 (21,6%).

L’evento sarà trasmesso in diretta su RaiSport dalle 8.20 alle 11.40 e in streaming sul portale www.raisport.rai.it. La società svizzera Exora Sa, che si occupa della produzione e advisor per i diritti televisivi internazionali, ha ottenuto la trasmissione in diretta di 3 ore con commento in lingua inglese in 74 nazioni dei cinque continenti (Sky Tv, Fox Tv, Madison e Supersportnet sono i principali network internazionali che trasmetteranno le immagini della gara).

Abbinata alla prova competitiva di 42,195 chilometri c’è la non competitiva di 4 chilometri aperta a tutti, la Fun Run, che nelle ultime edizioni ha visto una partecipazione media di 80.000 persone. Partenza da via dei Fori Imperiali dopo quella della maratona e arrivo all’interno del Circo Massimo.

L’evento rappresenta un esempio virtuoso per la città e il Paese in quanto genera un indotto, diretto e indiretto, stimato in circa 35 milioni di euro, grazie alle migliaia di presenze dall’estero e da fuori regione registrate durante i giorni precedenti e successivi della gara.

 

Sport, turismo e anche cultura: dal 30 marzo al 6 aprile, i partecipanti avranno una speciale Art Card, realizzata in collaborazione con il Mibact, grazie alla quale potranno visitare gratuitamente alcuni tra i più noti musei statali della Capitale. E in tema di turismo, da quest’anno l’evento ha stretto un gemellaggio con la Maratona di Buenos Aires, in collaborazione con Aisim e Enit, per promuovere le due gare, il turismo tra le due città e le eccellenze dei due Paesi.

PERCORSO 2017: OTTENUTO IL PATROCINIO DELL’UNESCO

La partenza sarà a onde. Dopo gli handbiker (ore 8.35), partirà la prima tranche di partecipanti alle 8.40, la seconda alle 8.45 e la terza alle 8.51. La performance sarà calcolata in base al real time grazie all’official timekeeping Tds. Il tempo limite per chiudere la gara è di 7 ore e 30 minuti.

Il percorso dell’Acea Maratona di Roma 2017 è uguale a quello dello scorso anno, con oltre 500 siti di interesse storico, archeologico e architettonico toccati dal tracciato. Un percorso unico al mondo, tanto da avere ricevuto quest’anno il patrocinio dell’Unesco.

Via dei Fori Imperiali sarà sempre teatro dei due momenti più emozionanti della maratona: partenza e arrivo. Saranno entrambe all’altezza del Foro di Traiano-Campidoglio: la partenza in direzione di Piazza Venezia, via del Teatro Marcello, l’arrivo invece da via IV Novembre-Piazza Venezia, dunque fronte Colosseo. Il tracciato, mediamente scorrevole, contempla 70 cambi di direzione (nessuna curva a gomito) e circa 7 chilometri di sampietrini. Il percorso tocca quasi tutti i punti più importanti e famosi di Roma e i tre luoghi di culto più noti della Capitale: Basilica di San Pietro, Sinagoga e Moschea. La pulizia delle strade e la raccolta differenziata saranno effettuate in tempo reale dall’Ama.

MARATHON VILLAGE: IL RUNNING EXPO PIU’ GRANDE D’ITALIA

Il Marathon Village sarà allestito al Palazzo dei Congressi dell’Eur (Piazza John F. Kennedy, 1). Uno spazio di 21.000 mq (13.000 coperti e 8.000 scoperti) per l’accoglienza delle oltre 80.000 persone che visiteranno i 200 spazi espositivi. Tre giorni, da giovedì 30 marzo a sabato 1 aprile (dalle 10 alle 20), durante i quali si svolgeranno eventi culturali, scientifici, sportivi e di intrattenimento, e animazione per i bambini. Il Marathon Village è sede ufficiale del merchandise dell’evento griffato New Balance e punto d’iscrizione alla Fun Run. Nei tre giorni si svolgerà il progetto del MIUR School Digital Marathon. L’ingresso è gratuito.

 

LA FESTA PER LA CITTA’: 54 EVENTI LUNGO IL PERCORSO

L’Acea Maratona di Roma non è solo un grande evento sportivo. Lungo il tracciato della gara si sviluppa una festa senza sosta, con 54 eventi musicali che accompagneranno maratoneti e spettatori. Un’offerta artistica e musicale per intratenere partecipanti e pubblico per la durata della gara.

CHARITY PROGRAM 2017: LA SOLIDARIETA’ CON RETEDELDONO.IT

L’evento si affianca a Rete del Dono, il primo portale italiano di network fundraising, per il Charity Program maratona 2017 e per quello della Fun Run, al quale da quest’anno contribuiscono anche i

Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio CESV e SPES. Su retedeldono.it sono pubblicate le pagine dei tanti runner solidali che hanno raccolto fondi per un’associazione, contribuendo al raggiungimento degli obbiettivi prefissati. Per la Fun Run, invece, sono oltre 10.000 i pettorali prenotati dalle 38 associazioni non profit che hanno aderito al progetto.

 

42K PER TUTTI: PACEMAKER E FITWALKER

I pacemaker sono gli “angeli” dei maratoneti. Per 14 fasce di tempo differenti, dalle 3 alle 7 ore e 30 minuti, i partecipanti avranno a disposizione 77 pacemaker contraddistinti da palloncini colorati. Durante la gara, a turno, uno di loro segnerà il passo, gli altri saranno in mezzo al gruppo ad assistere i maratoneti con il tempo di riferimento finale. Il servizio è Training Consultant. Anche quest’anno ci sarà spazio per i praticanti del fitwalking che saranno seguiti dagli operatori del Fitwalking Project dei fratelli Damilano.

L’ASSISTENZA SANITARIA CURATA DALL’ASL ROMA 1: IN CAMPO OLTRE 500 OPERATORI

Il Servizio di emergenza e assistenza sanitaria dell’Acea Maratona di Roma è un modello basato sui principi dell’emergenza territoriale in caso di maxi eventi in ambienti a difficile viabilità. Il servizio si basa su tutta una serie di servizi atti a garantire l’assistenza medica ai partecipanti riducendo il più possibile il ricorso ai servizi di emergenza istituzionali della città. A tale scopo lungo il percorso saranno operativi 30 medici fra rianimatori, ortopedici, cardiologi e medici dello sport, 97 fisioterapisti e massaggiatori sportivi, 38 infermieri professionali specializzati ed oltre 100 volontari del soccorso esperti in BLS. Oltre 260 osservatori sanitari monitoreranno in tempo reale la gara e comunicheranno alla Centrale Operativa della manifestazione eventuali necessità di interventi sanitari. Saranno allestite 11 postazioni sanitarie fisse con tenda dislocate ogni 5 chilometri, affiancate da 13 ambulanze, 11 centri mobili di rianimazione e 4 automediche. Inoltre, nei tratti di percorso a più difficile viabilità, saranno operative 3 moto e un caddy elettrico con equipaggio sanitario a bordo che garantiranno un impatto rapido alle richieste di soccorso. Il Servizio di Emergenza ed Assistenza Sanitaria, a cura dell’ASL Roma 1 in collaborazione con ANPAS e CRI, sarà in costante contatto con la sala operativa dell’ARES 118 Lazio allo scopo di ottimizzare le sinergie necessarie per garantire tutte le necessità sia della manifestazione che della cittadinanza. Infine l’Aic Lazio, con la collaborazione dell’Altro Alimento di Ostia, garantirà i ristori con prodotti senza glutine. Il primo sarà posizionato al 30° chilometro, l’altro nella zona di arrivo.

NOVITA’ ED ESCLUSIVE

LA MEDAGLIA 2017 REALIZZATA DA UN’ARTISTA ROMANA

Nell’opera realizzata dalla giovane artista Violetta Carpino, maschile e femminile si incontrano in una corsa cosmica sul fondo di una Roma rappresentata dal Colosseo e, girando la medaglia, dai Fori Imperiali. Il principio che governa l’universo, il dualismo, è espresso con due figure contrapposte e separate che si ritrovano insieme in un continuo divenire.

ART CARD: 7 GIORNI DI MUSEI GRATIS PER PARTECIPANTI E ACCOMPAGNATORI

Grazie ad un accordo con il MIBACT, gli iscritti alla maratona e alla Fun Run riceveranno la Maratona di Roma Art Card, esibendo la quale avranno diritto all’ingresso gratuito per loro e un accompagnatore dal 30 marzo al 6 aprile in 10 importanti musei statali di Roma.

I TITOLI IN PALIO: FISPES, FCI LAZIO E ANIAD

Quest’anno la gara è valida per l’assegnazione di diversi titoli. Il 2 aprile si assegneranno i titoli del Campionato Italiano di Maratona riservato agli atleti della Fispes, quello internazionale di maratona riservato ai runners diabetici, promosso dall’Aniad, e quelli del Campionato Regionale di ciclismo handbike della Fci Lazio inserito nel calendario nazionale.

CLASSIFICA PER I TRIATLETI

Dallo scorso anno i triatleti che partecipano all’Acea Maratona di Roma, registrandosi allo stand dei promotori dell’iniziativa, Forhans Team e Fitri, al Marathon Village, rientrano in una speciale classifica per i primi 20 ideata per loro. I primi e le prime tre riceveranno il premio il giorno di gara, gli altri il 22 e 23 luglio in occasione del Triathlon Internazionale di Roma.

ALLA PARTENZA I LEGIONARI DEL GRUPPO STORICO ROMANO

Il Gruppo Storico Romano sarà presente con una delegazione di “legionari” sulla linea di partenza e arrivo accogliendo i maratoneti. Il Gruppo Storico Romano è un’associazione culturale senza scopo di lucro nata nel 1994 con le finalità di rievocare e studiare il mondo dell’Antica Roma.

FRESH FOAM 1080 ROMA: LA SCARPA NEW BALANCE DEDICATA ALL’EVENTO

New Balance, sponsor tecnico della Maratona di Roma dal 2014, presenta la Fresh Foam 1080 Roma, una limited edition realizzata in occasione dell’evento. New Balance ha voluto rendere omaggio all’Italia, inserendo il tricolore in tre differenti sezioni della scarpa.

ROME PHOTOMARATHON: IMMAGINI D’AUTORE

Volti, espressioni, emozioni, spirito di condivisione, colori, grandiosità nelle immagini della maratona a Roma dal 2010 al 2016. E’ questo il tema della mostra fotografica “Rome Photomarathon”, curata da Salvatore Orfino. Trentaquattro scatti stampati su un wall di 16 metri, che spiegano “l’anima”  dell’evento capitolino, eseguiti da alcuni fotografi che da anni seguono l’evento: Giancarlo Biagini, Luigi De Pompeis, Michele D’Annibale, Riccardo Piccioli, Gianluca Vannicelli, Emiliano Cavaliere e Orfino stesso. La mostra sarà allestita all’interno al Marathon Village dal 30 marzo all’1 aprile.

ARTMARATHON: L’EVENTO DA GUINNESS DEI PRIMATI IN ANTEPRIMA MONDIALE

Durante la gara sarà presentato in anteprima mondiale l’evento artistico-atletico ArtMarathon. L’artista Gerardo Lo Russo, tramite l’utilizzo di tamponi colorati, riprodurrà un’opera d’arte correndo in Piazza del Popolo 42,195 km su un supporto ampio 260 mq. La performance, unica al mondo, darà diritto all’artista il riconoscimento di tre primati del Guinness World Records.

LA GARA TECNICA: OBIETTIVO RECORD FEMMINILE

LA GARA FEMMINILE: ASSALTO AL RECORD DELLA BOGOMOLOVA. ROSARIA CONSOLE LA STELLA AZZURRA. TUSA A CACCIA DEL BIS

Quest’anno gli organizzatori hanno puntato molto sulla gara femminile. L’obiettivo è quello di assaltare il record della russa Galina Bogomolova (2:22.53), stabilito nel 2008, che ancora oggi è anche la migliore prestazione assoluta su suolo italiano. L’impresa sarà tentata dalla 30enne etiope Koreen Jelela, che vanta un personale di 2:22.43, ovvero 10 secondi sotto il record del tracciato di Roma, e la 25enne etiope Edesa Workenesh, che lo scorso anno ha fissato il suo personal best in 2:24.04.

In gara, poi, ci saranno altre maratonete a caccia del successo e dei piazzamenti. A partire dall’azzurra Rosaria Console (p.b. 2:26.10), che torna nella capitale con la voglia di essere nuovamente protagonista (nel 2004 arrivò 3^) e, a quattro anni di assenza dalla lunga distanza, per rivestire l’azzurro. Per centrare l’impresa avrà come pace maker d’eccezione Giorgio Calcaterra. E ancora la vincitrice dello scorso anno, l’etiope Rahma Tusa, 24 anni, che il 10 aprile 2016 vinse in 2:28.49 abbassando il suo personal best di 5 minuti, la 30enne etiope Yimer Wude Ayalev (p.b. 2:27.08), l’altra 30enne etiope Konjit Biruk Tilahun (p.b. 2:28.10) e la 28enne keniana Esther Chemtai Ndiema (p.b. 2:28.41). Nel gruppo delle africane si potranno inserire per un posto sul podio la 28enne etiope Abeba Tekulu Gebremeskei (p.b. 2:30.18) e la 29enne keniana Beatrice Lelagat Cherop (p.b. 2:31.07) che pochi mesi fa ha ritoccato il suo personal best di 10 minuti rispetto al 2016.

LA GARA MASCHILE: IN GARA IL CAMPIONE ITALIANO. ETIOPI E KENIANI I FAVORITI PER IL SUCCESSO

In campo maschile, a difendere i colori azzurri sarà il campione italiano di maratona in carica Ahmed Nasef (p.b. 2:10.59). Tra i più accreditati per la vittoria ci sono gli etiopi Adane Bentayehu, 24 anni, che si presenta con il miglior personal best del parterre (2:06.22), Dereje Tadess Raya (29 anni, p.b. 2:08.46), Shura Kitata (20 anni, p.b. 2:08.53), il vincitore della gara di Roma del 2014 Shume Hailu (30 anni, p.b. 2:09.06) e Mesfin Teshome (26 anni, p.b. 2:09.24 al debutto nel 2016). E poi i keniani Barnabas Kiptum (30 anni, p.b. 2:09.21) e Ruto Dominic (27 anni, p.b. 2:09.28), terzo a Roma lo scorso anno. Il record del tracciato, 2:07.17 (2009), che è anche la migliore prestazione assoluta su suolo italiano, appartiene al keniano Benjiamin Kiptoo.

HANDBIKE: IL “RE” ALEX ZANARDI PUNTA AL SESTO SUCCESSO NELLA CAPITALE

La gara in handbike vedrà al via il recordman di vittorie assolute, Alex Zanardi. Dopo sei partecipazioni e cinque successi (2010, 2012, 2013, 2014 e 2016) il 50enne pluricampione mondiale e paralimpico di Londra 2012 e Rio de Janeiro 2016 torna a correre nella capitale per sfidare ancora una volta i suoi limiti, ossia tentare di ritoccare lo stratosferico tempo con il quale vinse lo scorso anno, 1:09.15. In gara ci sarà anche lo straordinario atleta paralimpico di Terlizzi Luca Mazzone, 45enne vincitore di due argenti paralimpici nel nuoto nel 2000 e due ori e un argento nel paraciclismo a Rio 2016, oltre a una serie di titoli mondiali incluso quello a staffetta mista insieme a Zanardi e Vittorio Podestà.

ANNALISA MINETTI: LA CANTANTE E MEZZOFONDISTA PARALIMPICA ALL’ESORDIO SULLA DISTANZA

Annalisa Minetti è una cantante e atleta paralimpica non vedente. Nel 1997 ha partecipato al concorso di bellezza Miss Italia. Nel 1998 ha partecipato e vinto il Festival di Sanremo con la canzone “Senza te o con te”. Nel 2012 ha partecipato ai Giochi Paralimpici di Londra vincendo la medaglia di bronzo nei 1500 metri con il record del mondo di categoria. Il 2 aprile correrà, a Roma, la sua prima maratona.

 

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>