Curiosita slide — 05 gennaio 2013

Il riconoscimento della redazione va alla gara a tappe estiva della Libertas Agropoli

trans E’ andata alla gara a tappe del Cilento la palma di migliore manifestazione podistica 2012, attribuita dalla redazione del portale web Podistidoc. L’ultima edizione della Transmarathon, la dodicesima,  è stata indicata con un’alta percentuale di voti dai componenti la giuria, che come consuetudine ad inizio gennaio di riunisce per valutare – secondo i personali criteri di ciascuno – il lungo susseguirsi di eventi campani legati al running. L’organizzazione della Libertas Agropoli, guidata dal professor Roberto Funicello, già insignita alcuni anni fa con il premio Podistidoc per la 21 km. cilentana Agropoli-Paestum-Agropoli, torna dunque alla ribalta dell’atletica leggera, inanellando una seconda perla in quel curriculum territoriale già denso di eventi sportivi di rilievo. Una passione che lega a doppio filo la professionalità di un team ormai riconosciuto dovunque, con la consapevolezza che gli obiettivi si raggiungono se si esalta un comprensorio in termini di bellezza paesaggistica, culturale e sportiva.
E’ la prima volta, però, di una gara a tappe, nell’albo d’oro della rassegna ideata da diversi anni dal direttore Nicola Peluso, in collaborazione con Marco Cascone, tra i primissimi collaboratori del sito. La scelta è giunta al termine di una prima selezione di eventi, per poi definire il podio che per scelta la redazione colloca in un solo gradino, il più alto ed il più rappresentativo. Ai piedi della Transmarathon sono collocate tutte le altre, indistintamente.
E’ stato così pure ieri sera, al termine del consueto scambio di auguri a casa dei coniugi Marco ed Adriana Cascone e delle loro splendide famiglie, che non hanno mancato di farci trascorrere alcune ore davanti ad una tavola imbandita di prodotti genuini. La componente dei giurati è la solita schiera di collaboratori di Podistidoc, che segue da vicino tutte le gare, con articoli, commenti, foto e corse in diretta.
Cinque giorni di gare, la visione di panorami stupendi, una vacanza tra le spiagge e le cale baciate  da un mare blu (per colore e bandiera attribuita all’intero litorale) e poi la difficoltà di itinerari lungo sentieri lussureggianti o le pagine di cultura e storia locale: è questo il mix che rappresenta la gara a tappe cilentana, che chiude i soggiorni estivi d’agosto. Un’organizzazione complessa, che sposta continuamente il suo assetto strategico in località marine e di montagna del parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano e che anno dopo anno viene conosciuta in Italia ed all’estero, per un passa parola attento e reale, spesso esigente, dei podisti che si sono alternati in questa terra, diventando poi affezionati turisti. E questo la Libertas Agropoli l’avverte, rinnovando e modificando itinerari e percorsi, sempre alla ricerca della migliore ospitalità sportiva. Nell’ultima edizione, la classica gara a tappe è stata arricchita dalla presenza di giovanissimi atleti, che in alcune località hanno contribuito con le gare promozionali a rinnovare la manifestazione. Ma va anche ricordato l’impegno di talune amministrazioni locali sul messaggio sportivo-turistico, lanciato dagli organizzatori.

Autore –  Giovanni Mauriello

Share

About Author

Peluso

  • salvatore albrizio atletica isaura

    complimenti al professore ed al suo team vincente sacrificio e dedizione portano al successo.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>