Cronaca — 05 febbraio 2009

Il 1° febbraio, a  Schio (Vicenza) presso il CPO CONI si è svolto il “1° seminario tecnico IUTA” sulle ultramaratone: il bilancio finale è decisamente positivo ed incoraggiante, poichè questo seminario come gli altri che seguiranno potrà fungere da strumento di raccordo tra gli atleti, i tecnici e tutti gli esperti a diverso titolo implicati, sia per il miglioramento della preparazione atletica sia per la tutela della salute degli ultramaratoneti, sia infine per la necessaria “manutenzione” somatica allo scopo di prevenire incidenti ed infortuni.  A questo scopo, nel corso del seminario sono stati sviluppati argomenti relativi ai diversi aspetti tecnici delle ultramaratone.


Tra questi: le indicazioni sui principali esami ematochimici da fare per monitorare lo stato di salute dell’ultramaratoneta (Massimo Petruzzelli), alcuni principi base per una corretta nutrizione ed integrazione alimentare prima, durante e dopo un’ultramaratona (Luca Speciani),  una disamina dei test funzionali che contribuiscono a migliorare la qualità dell’allenamento (Maurizio Riccitelli), seguiti nel pomeriggio – subito dopo la pausa pranza, da altri interventi sulla motivazione e la preparazione mentale nell’ultramaratona (Pietro Trabucchi), dull’utilizzo del “circuit training” come modalità di allenamento complementare (come, quando, quanto) per il potenziamento muscolare e per lo stretching (Marco Boffo), sull’importanza del massaggio (come e quando) durante la preparazione di ultramaratona (Francesco Damiani). Glki interveti dei diversi relatori sono stati seguiti con grande interesse dai venti iscritti al seminario, tra i quali alcuni ultramaratoneti che hanno rappresentato l’Italia nei campionati del mondo 100 km e 24 ore 2008, di Mario Fattore per ben volte campione del mondo 100 km, ma anche di Orlando Pizzolato che è stato, a tutti gli effetti, un graditissimo ospite d’onore del seminario.
Intensi e partecipati sono stati sia il dibattito sia l’interattività tra relatori e partecipanti, sia durante i singoli interventi sia a conclusione della giornata di studio che è stata resa possibile grazie alla collaborazione del  Centro Studi e Ricerche della FIDAL e del CPO (Centro di Preparazione Olimpica) CONI di Schio che ha messo a disposizione generosamente la sua struttura logistica.
Gregorio Zucchinali, Presidente della IUTA, ha dichiarato: “Un eccellente inizio che fa sì che si possa ora parlare di un nuovo corso per l’ultramaratona italiana: l’invito è ora a continuare su questa strada per completare il progetto iniziato. Indirizzerei un plauso indiscusso a Nicola Tiso che, come Coordinatore della Commissione Raduni, è stato l’artefice di questo evento che per noi tutti è un inizio”.
Stefano Scevaroli, segretario della IUTA, aggiunge: “Sono orgoglioso di poter esprimere delle parole di ringraziamento per coloro che si sono attivati per la riuscita di questo seminario, il primo di questo quadriennio 2009-2012, voluto fortemente dalla Iuta, per completare una serie di obiettivi, iniziata dalla fine degli anni 90, a partire dalla ricerca di un quadro dirigenziale, di un parco-atleti all’altezza delle competizioni internazionali, di un calendario di gare organizzate con serietà e competenza. Per completare questo progetto avviato dai pionieri dell’Ultramaratona, pensiamo che la ricerca scientifica e la preparazione dei tecnici siano ora i nostri più importanti traguardi, che sono i più complessi, ma anche i più affascinanti. Essere partiti molto bene con una elevata attenzione ed una elevata professionalità sia dei relatori, sia dei partecipanti, ci sprona a proseguire in questo cammino. Un plauso particolare va rivolto al coordinatore Nicola Tiso, che ha coinvolto con passione e capacità manageriali una squadra in grado di raggiungere gli obiettivi importanti prefissati.”.


Infine, si ringraziano in questa sede tutti gli sponsor che hanno reso possibile l’attivazione e la riuscita di questa importante iniziativa.
In particolare, si ringraziano le aziende “Purosport” e “Videotec”, ma ache il Comune di Schio e il suo Assessorato allo Sport.
Non possiamo mancare di ringraziare anche le aziende “Cellfood” e “Driatec” che forniranno un supporto per tutto il progetto della Commissione raduni e, infine, anche tutti quegli gli sponsor che seguono validamente tutto il percorso IUTA (La-Bor, Gruppo Argenta, Riso San Marco, EthicSport).
Un particolare e sentito ringraziamento va a tutte le autorità presenti alla fase di apertura dei lavori tecnici e specificatamente a Fausto De Boni, Direttore CPO di Schio; a Mario Benvenuti, Assessore allo Sport di Schio; a Vittorio Visini, Assistente al DT FIDAL Uguagliati e Responsabile settore marcia; a Paolo Valente, Presidente Fidal Veneto; a Luigi Cerin, Presidente Fidal Vicenza; a Giuseppe Falco, Dirigente Fidal.



 

Autore: Comunicato IUTA

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>