TuttoCampania — 04 aprile 2011

Mare,sole,natura un mixer incredibile offerto da Dio aggiungi un tocco organizzativo di mani esperte e voila’prende vita la splendida creatura che è stata Positano trail. Sotto l’aspetto tecnico,e parlo da tecnico in qualità di cardiologo,il cuore va subito su..( e mai termine è più appropriato) di giri per la fatica, lo senti battere dai primi scalini e poi sempre più forte man mano che l’acido lattico sale in contemporanea nei muscoli,lo senti uscire quasi dal petto quando i scalini diventano rampe di roccia e terra, il fiato Ã¨ smozzicato e hai paura che molli…ma non succede cosi al cuore d’atleta subentra,come impavido antagonista,il cuore innamorato..il cuore che legge le sensazioni date dal vento tra le piante,dal mare,dal sole,dal rapporto umanamente vivo che leggi nell’incontro con la vecchietta seduta all’uscio, che con un sorriso che sà di gioia povera, ti accoglie come una mamma o dell’anonimo nonnino che con altrettanto orgoglio vetusto ti dice che fino ad ieri le scale da Positano lui le divorava a colazione….le sensazioni di accompagnare tutta la scalata e la successiva discesa(poca per la verità) con tanta  felicità condivisa con i compagni a mò di scherzi,ilarità e persino qualche canto!! Ed in ultimo ma non  ultima la vibrante sensazione che viene dal sangue.. e cioè il piacere immenso di viverla con mio figlio,arrivare mano nella mano al traguardo ed abbracciarsi.Per tutto questo ringrazio Dio in primis per averci dato Positano, Michele Volpe e tutto il Team per averci offerto questa gemma e tutti i partecipanti meravigliosi attori di un Inno alla Vita. Grazie e alla prossima. 

Autore: Peppe Miranda

Share

About Author

Peluso

  • COPPOLA PASQUALE ASD LA SOLIDARIETA

    Grande Dott. sei sempre una persona speciale

  • Peppe Ifigenia

    Chi meglio di te poteva esprimere in parole le emozioni di una gara così affascinante…

  • asd la solidarietà bifulco clemente

    ho letto su qualche altro link qualche critica sul percorso considerato più skyrunning che trail. conosco il percorso avendo fatto la faito xtrail, lo posso definire semplicemente incantevole. gli scalini e le rocce passano in secondo piano. avevo le nuvole a portata di mano mi sembrava di toccare il cielo con un dito. positano da lì sopra sembrava un piccolo presepe. allenandomi quotidianamente con il dott. peppe miranda ho capito che la montagna si deve amare, ti toglie energie ma ti restituisce il doppio in termini di emozioni e dalle parole su citate si può facilemente cogliere tutto questo AMORE. caro dott. ti possiamo togliere tutto ma non la tua domenicale passaggiata sulle montagne del vesuvio.

  • ALESSIO GIUGLIANO “LE TARTARUGHE “SAN GENNARELLO

    carissimo Peppe leggendo il tuo articolo mi sembra ripercorrere tutto il percorso,di sentire lo sforzo e il piacere di una domenica indimenticabile con un bagno finale (in acqua freddissima ma ristoratrice).Mi complimento con l’organizzazione ,sicuramente non facile,e vorrei rispondere a degli atleti che si lamentavano,durante la gara,per il percorso che queste sono gare da VIVERE E NON DA “CORRERE”

  • ILARIO STAIANO ASD AEQUA RUNNING

    raccolgo con molto orgoglio l’emozionante commento del dott. Miranda. L’aequa running, organizzatrice dell’evento, con a capo il presidentissimo Michele Volpe aveva questo come obiettivo:
    coniugare l’evento agonistico con una generosità partecipativa in uno scenario incomparabilmente unico. Alla prossima e ancor più più numerosi.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>