slide TuttoCampania — 07 gennaio 2018

pompei 2018 terraLa splendida, adrenalinica sintesi agonistica della Corriamo Pompei sta tutta nel rettilineo finale di gara, negli ultimi 150 metri della 10 km organizzata dal team Terra dello Sport. E mi riferisco essenzialmente ai 150 metri finali della gara femminile, 150 metri corsi praticamente spalla a spalla tra le due prime donne che hanno caratterizzato la gara in rosa, dal primo metro alla fine, appunto.

Malika BenLafkir e Janat Hanane hanno dato vita ad un finale thriller, un finale incredibilmente intenso, tanto che le due ragazze dopo il traguardo, dopo uno sprint finale mozzafiato, hanno avuto bisogno di chi le sorreggesse. Che gara: uno spettacolo così, un arrivo così al cardiopalma nella gara femminile non l’avevo mai vissuto, e non sono pochi gli anni che presento gare. Alla fine, al traguardo, e per solo pochissimi metri, l’ha spuntata Malika (Caivano Runners). La Benlafkir ha praticamente bissato la vittoria di poche ore prima ad Acerra, ma stavolta ha dovuto tirare fuori gli artigli per farlo, vista la grandissima prova (atletica e di carattere) della sua rivale, di Janat (Il Laghetto). Ed anche il finale per l’assegnazione della posizione numero tre del podio non è stato niente male, con Giovanna d’Abundo (da Ischia) capace di recuperare negli ultimi metri Loredana Lamberti, e fare suo il terzo posto. Quinta posizione per Martina Amodio (Napoli Running) con una gran bella gara che, dopo tante vicissitudini fisiche, la riporta nuovamente sotto la soglia di 40’ (39’48” per lei).

La gara maschile non è stata agonisticamente paragonabile a quella femminile, ma resta una gran bella gara anche quella dei maschi. Così come d Acerra, anche oggi Youssef Aich (Il Laghetto) ha saputo fare la differenza, passando in compagnia di Abderrafii Roqti e Domenico Ricatti ai 3000 (3’02” a km), per poi lasciare la compagnia al passaggio a metà gara e arrivare da solo al traguardo, con un ottimo 31’13”. Roqti (sempre Laghetto) si conferma all’arrivo secondo, mentre Domenico Ricatti (ospite e testimonial della gara) si è dovuto guardare le spalle da un gran rientro di Massimiliano Fiorillo (Pod. Cava) al ritorno in gara su una 10 km, dopo la grandissima prova della Maratona di Firenze. Bella, davvero bella gara del quinto arrivato: Karim Sare. Giustamente orgoglioso il suo team, Marathon Club Stabia.

La classifica a squadre è andata all’Atletica Scafati.

Dopo aver parlato dell’aspetto agonistico, lasciatemi ora fare riferimento a quello organizzativo. Chiudere Pompei, sigillare Pompei per vivere la gara non sarebbe stato facile, e questo lo sapevamo. Ma poi vedere che tutto è stato fatto a dovere, che la gara è stata controllata in ogni suo momento, che i 585 arrivati sono rimasti soddisfatti di questa “prima volta”, beh la dice lunga sulle qualità coordinative di Simone Vitiello e del suo team: Terra dello Sport. Piccoli accorgimenti in vista della prossima edizione e questa 10 km (tra l’altro molto veloci) sarà gara alla quale non si potrà assolutamente mancare.

marco cascone telese 2017.Marco Cascone

Collegati al mio blog: https://marco-cascone.tumblr.com/

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>