Cronaca — 04 luglio 2011

(Padova 04.07.11) «Avevo bisogno di sgasare il motore dopo aver caricato tanto». Ruggero Pertile si rifà al linguaggio delle auto da corsa per commentare la sua ultima uscita, al «V Trofeo Città di Telese Terme», nel Napoletano. Il campione di Assindustria Sport Padova non gareggiava dalla vittoria della Moonlight Half Marathon di Jesolo, di un mese e mezzo fa, e così ha usato la prova su strada di 10 chilometri di domenica sera come test per non perdere l’abitudine al confronto con gli altri. Alla fine è arrivato un ottavo posto in 29’50’, con la vittoria andata al keniano Kiprotich Meli.


 


«Non era sulla distanza più adatta a me, ma questa gara mi è servita per ritrovare il clima agonistico dopo un periodo intenso di preparazione e direi che i risultati sono stati positivi. Cercavo una prova tirata ma già al primo chilometro è stata impostata su un passaggio da 2’40’, troppo veloce rispetto a quello che mi serviva, e così ho corso sui miei ritmi – racconta il miglior maratoneta italiano in attività, che si sta preparando con l’obiettivo dei Mondiali di Daegu – Oltretutto venivo da una brutta storta rimediata venerdì, ma per fortuna non mi ha dato problemi. Ora parto per il raduno federale di Sankt Moritz, dove mi potrò preparare assieme a Francesco Bona e a Stefano Baldini, rimanendo in altura sino al 23 luglio. Poi, credo che cercherò qualche altra gara, prima di tornare a Sankt Moritz dall’1 al 15 agosto».


 


Un’altra stella della società si esibirà invece martedì sera. E’ Yusneysi Santiusti Caballero, che, dopo aver portato il suo personale a 1’59’00 al «Primo Nebiolo di Torino», proverà a infrangere anche quel muro, cimentandosi ancora una volta negli 800 al meeting internazionale di Reims, in Francia. E, a proposito di appuntamenti internazionali, Judit Varga ha corso in 4’22’22 al meeting irlandese di Cork nei 1.500, mentre Natalia Marcenco si prepara a partire per Sacramento, in California, per i campionati mondiali master, che da mercoledì dureranno sino al 17 luglio. Per lei tre gare, tutte nella marcia: 5.000 metri in pista, 10 e 20 chilometri su strada. Intanto, nella prova generale prima di involarsi per gli Usa, ai campionati di società su pista di Mestre, si è imposta nei 5.000 (MF55) in 28’41’96.


 


Nuovo primato personale, invece, per Alessandra Pietrogrande, che, a Gorizia, ha bloccato il cronometro dopo 14’08 nei 100 a ostacoli, mentre Michele Ongarato si è classificato secondo nel lancio del martello al meeting del trentennale di Mereto di Tomba (Udine), raggiungendo i 63.53 metri. Infine, ai campionati regionali toscani, buone prestazioni da «fuori gara» per Daniel Compagno (52.11 nel disco) e Micaela Mariani (58.27 nel martello).


 


 

Autore: Assindustria Sport Padova

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>