Medicina slide — 14 dicembre 2017

E’ merito di un ormone rilasciato dai muscoli in seguito all’attività fisica, se lo sport migliora la produzione di insulina e costituisce un’arma contro il diabete.

La scoperta, tutta italiana e pubblicata online sulla rivista Diabetes, potrebbe portare a nuovi farmaci contro questa malattia che riguarda almeno 3,3 milioni di italiani secondo l’Istat.

La ricerca, condotta presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro dal professor Francesco Giorgino insieme ad Annalisa Natalicchio e Nicola Marrano, ha permesso di scoprire il ruolo dell’irisina, ormone che ha la capacità di trasformare l’energia in calore, contrastando così l’obesità.

L’equipe ha dimostrato che i muscoli rilasciano irisina anche quando si è esposti a un eccesso di grassi saturi nella dieta; ma, soprattutto, ha scoperto che l’irisina aumenta la produzione di insulina da parte delle cellule beta del pancreas. Questo avviene perché mette i muscoli in grado di “sentire” il danno derivato da un eccesso di grassi nella dieta e di comunicarlo alle cellule beta pancreatiche, che producono l’insulina,

Chi soffre di diabete ha livelli di irisina nel sangue più bassi rispetto al soggetto sano, e la scoperta potrebbe quindi porre le basi per nuove terapie a base di questo ormone, in grado di controllare i livelli di glicemia.

“In modelli animali la somministrazione di irisina ha indotto un aumento del numero di cellule beta del pancreas e ne ha migliorato la capacità di rilasciare insulina in risposta alla stimolazione con il glucosio”, spiega Giorgino, esperto della Società Italiana di Diabetologia (SID).

Nell’uomo invece è stata testata su cellule beta del pancreas. “Abbiamo verificato che ne migliora la funzione e la sopravvivenza, suggerendo che anche nell’uomo la somministrazione di irisina potrebbe indurre i medesimi effetti anti-diabete provati sugli animali”.

Fonte: Ansa

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>