Curiosita — 31 marzo 2011

Quando corro cancello tutto. Dopo aver allacciato le scarpe ed essere partito è come se schiacciassi il pulsante “reset” della mia testa. Vanno via tutti i brutti pensieri, rimane davanti a me solo quanto di bello la vita mi ha regalato. La corsa mi aiuta in questo, mi serve come calmante.
Quando corro, ascolto il battito del mio cuore e il ritmo del mio respiro, poi pian piano, con il passare dei chilometri inizio a sentire il rumore delle onde del mare, il vento che mi soffia in faccia sembra avere il suono di un violino, i cigni, gli uccelli, i cinghiali, i tassi, le farfalle, che incontro sul mio cammino fanno da cornice a questo mio stato di calma. Mi guardo intorno e vedo lo spettacolo che la natura mi offre, e rido. Ma a volte capita anche di piangere, perchè mi emoziono davanti a tanta ricchezza. Io sono così. Non sono tanto bravo a ridere, ma dentro sono un vulcano sempre attivo. Amo correre in gruppo, ma le corse più belle sono quelle che faccio da solo, immerso nel mio silenzio. La corsa mi porta indietro nel passato e avanti nel futuro, come se fosse una magica macchina del tempo. Perchè correre mi fà ricordare la mia infanzia, i miei genitori, i miei nonni, le ciliegie, le pesche, l’uva fragola, i piedi sporchi, i panini con il tonno, poi improvvisamente mi catapulta in avanti e mi vedo mio figlio già grande, ed io che lo osservo orgoglioso. Correre mi fa progettare, potrebbero darmi una laurea in ingegneria “honoris causa”, per quanti progetti elaboro durante le mie scarpinate. Correre è il mio sfogo preferito, e quando sto male, nel silenzio del bosco o sui sentieri del Circeo grido, grido di rabbia e mi libero. Lacrime e sudore, gioia e sorrisi, questa è la mia corsa, come un vulcano sempre attivo. Quando torno a casa, sono stanco, ma felice; Felice di rivedere mia moglie, di sentire la voce di mio figlio, ma felice sopratutto perchè correre mi fà capire che ho una grande fortuna: quella di esserci. Ed io in cambio, ci sarò sempre.

Autore: Antonello Cipullo

Share

About Author

Peluso

  • SALVATORE ALBRIZIO NAPOLI NORD MARATHON

    parole che condivido in pieno caro antonello, la’ corsa di’ libera di’ tutto il veleno che’ incorporiamo dentro con la’ vita frenetica che’ facciamo,la corsa e’,e sara’ per noi amanti dello sport la’ giusta “droga”per stare bene con te e con gli altri,ti’ abbraccio salvatore.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>