Cronaca — 13 ottobre 2009

Tra i molti risultati più o meno positivi che si sono potuti leggere e del quale non si trova traccia sui siti podisti nostrani vi è quello relativo alla prestazione di Paolo Sandali. L’atleta in forza all’Atletica Villanova Sernaglia ha preso parte alla Royal Parks Foundation Hal Marathon, ossia una maratonina nel cuore di Londra. Grazie alla Saucony è stata possibile la partecipazione e per tempo l’atlketa ha preparato l’appuntamento seguito dal tecnico Tubia Oddone, presidente questo ultimo anche del Comitato Provinciale di Treviso.


La manifestazione ha come scopo principale quello di raccogliere fondi per diverse iniziative sociali e per tale motivazione, cosi come spesso accade all’estero, ma ultimamente tali iniziative stanno prendendo piede anche in Italia, ben 15000 gli atleti che si sono allineati al via dato all’interno di Hide Park. Gli atleti avrebbero potuto essere anche molti di più se gli organizzatori non avessero messo un limite massimo. La possibilità di iscriversi è terminata a luglio si pensi che sono già aperte le iscrizioni per la gara del 2010 !! Dicevamo scopo benefico , bene oltre 2 milioni di sterline sono state raccolte !!!   Tra i concorrenti erano presenti personaggi di spicco del mondo televisivo e sportivo anglosassone, oltre agli atleti veri e propri.


Il percorso di 21,097 km si sviluppa tra le vie del centro di Londra ed è molto tecnico con diversi tratti ondulati. Suggestivi i passaggi  davanti a Buckingham Palace, Westminster , il tratto   lungo il Tamigi per poi concludere la corsa all’interno dei parchi reali (Regent’s Park ed Hide Park). Il traguardo della gara è stato posizionato davanti al Victoria Albert Moseum.


Un ‘organizzazione impeccabile, le strade totalmente chiuse al traffico, grande spazio dedicato agli stands nella zona del traguardo.


Ma stavamo parlando di Paolo Sandali ed ecco quanto lui stesso ha raccontato della sua gara.


Dopo un’ accorta partenza mantenendomi ad un ritmo controllato, verso il 2° km ho iniziato una  discreta, ma continua progressione che mi ha portato a raggiungere la testa della gara al 4° km. A quel punto due erano le possibilità continuare in coppia oppure mantenere la velocità e provare a staccare l’avversario . La scelta è stata una fuga solitaria. Ho mantenendo un ritmo inferiore ai 3’10’ al km. Stimolato dall’ incredibile incitamento della folla – centinaia di migliaia di spettatori –  ho via via aumentato il mio vantaggio. Da evidenziare l’ enorme prova di fair play e sportività che il pubblico londinese  ha dimostrato incitando calorosamente.  Un italiano che dominava una gara molto sentita in Inghilterra. Al traguardo finale il tempo è stato di 1h 09’31”. Il secondo è arrivato circa 3 minuti dopo.


Ringrazio il mio allenatore Tubia Oddone per avermi condotto ad un ‘ottima condizione fisica per questo importante appuntamento fortemente  voluto dal mio sponsor Saucony.’

Autore: Giovanni Schiavo

Share

About Author

Peluso

  • gennaro velluso marathon club stabia

    grande salvatore bevilaqua nostro podista campano record personale alla mezza maratona di londra 1.23,30 auguri per altri record

  • SALVATORE ALBRIZIO NAPOLI NORD MARATHON

    GRANDE PAOLO PER AVER PORTATO I COLORI ITALIANI SUL GRADINO PIU’ ALTO.GRAZIE.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>