Maratone e altro slide — 21 ottobre 2016

Si chiamerà “Padova Marathon”. E avrà un nuovo logo, colorato, accattivante e studiato per colpire l’attenzione. Dopo i risultati raccolti dal tracciato inaugurato nel 2016, sia sul piano tecnico sia su quello della partecipazione e del coinvolgimento popolare, la Maratona di Padova continua nel suo percorso di rinnovamento. Ora scatta il conto alla rovescia in vista dell’edizione 2017, in programma domenica 23 aprile, per la quale Assindustria Sport ha studiato un’importante operazione di restyling e un tour per promuovere Padova e il suo territorio all’estero.

“Quando abbiamo deciso di spostare la manifestazione in un’area della provincia mai toccata prima, coinvolgendo l’area termale, abbiamo voluto conferire all’evento una dimensione ancora più internazionale e più attenta al turismo sportivo”, sottolinea il presidente di Assindustria Sport, Leopoldo Destro, affiancato nella conferenza stampa che si è svolta a Palazzo Moroni da Cinzia Rampazzo, assessore allo sport del Comune di Padova, Sabrina Doni, sindaco di Rubano, Gianpaolo Zulian, dirigente del comune di Abano Terme, Franco Conzato, direttore di Padova Promex, e Ruggero Pertile, capitano di Assindustria Sport e vincitore dell’edizione 2016 dell’evento.

Confermato il percorso introdotto nel 2016 e certificato Aims-Iaaf, che ha raccolto entusiasmo al debutto. La prova principale, da 42,195 chilometri, scatterà dallo Stadio Euganeo di Padova, si snoderà verso la zona dei Colli Euganei attraverso Rubano, Selvazzano Dentro, Teolo e Abano Terme (che sarà anche il punto di partenza della mezza maratona), per rientrare nel centro storico di Padova lungo via Vescovado e Piazza Duomo, mantenendo il proprio traguardo nello straordinario scenario offerto da Prato della Valle. “Con l’occasione – aggiunge Destro – lanciamo anche la campagna iscrizioni per la XVIII edizione, per la quale abbiamo deciso di confermare le quote della scorsa stagione, agevolate per la partecipazione femminile e per i gruppi numerosi, sia nella maratona che nella mezza. Conserveremo inoltre alcuni degli ingredienti che in questi anni hanno permesso al nostro evento di affermarsi, a partire dalla mezza maratona, passando per le Stracittadine che hanno il proprio fulcro in Prato della Valle, per la partecipazione degli atleti delle categorie paralimpiche e per il coinvolgimento delle charity”.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>