Curiosita slide — 20 dicembre 2013

La “casa dell’atletica”, come la chiama l’assessore allo Sport del Comune di Padova, Umberto Zampieri, sarà inaugurata sabato 21 dicembre alle 10.30. Un momento storico: con il taglio del nastro, alle presenza di autorità e società sportive, il Palaindoor di Padova verrà ufficialmente consegnato ad un movimento che attende il nuovo impianto con curiosità e grandi aspettative. “Sarà una struttura d’eccellenza che, in Italia, andrà ad affiancarsi ad Ancona – spiega Zampieri -. Un impianto adatto per l’attività agonistica di vertice, gare e raduni, ma anche un luogo di aggregazione per lo sport giovanile”.

Costruito nei pressi dello stadio Euganeo, vicino al casello autostradale di Padova Ovest, il nuovo impianto comprende un anello a sei corsie, un rettilineo centrale a otto corsie per le gare di velocità e ostacoli. E poi, naturalmente, le pedane per i salti e il getto del peso.  L’azzurro della pista si coniugherà idealmente con il verde, ossia con il contributo, sotto forma di energia pulita, fornito dall’impianto fotovoltaico che, già da due anni, alimenta le nuova struttura, finora utilizzata solo dalla ginnastica. “Il cammino che ha condotto al completamento dell’opera è stato particolarmente travagliato, per i problemi che abbiamo incontrato nel reperimento dei fondi – continua Zampieri -. Alla fine, però, la sinergia tra le istituzioni, in primis il Comune, la Regione, la FIDAL e il CONI padovano, è risultata vincente. Trovo bellissimo che un impianto di questa importanza, grazie ai pannelli fotovoltaici che l’alimentano, abbia anche una forte caratterizzazione ecologica”. Per il primo inverno di attività, il Palaindoor padovano non avrà ancora il suo aspetto definitivo. “Abbiamo fatto un bando di concorso per la costruzione delle tribune – continua Zampieri –. Intanto, per questi primi mesi, utilizzeremo una struttura a noleggio”.

La prima manifestazione nel nuovo Palaindoor è prevista per mercoledì 8 gennaio e sarà un Test Event, con gare ad invito, per mettere alla prova strutture e strumentazioni. Poi, dal fine settimana successivo, si inizierà a fare sul serio. E, il 25 e 26 gennaio, l’impianto ospiterà la sua prima rassegna tricolore, i Campionati Italiani Assoluti di prove multiple. “E’ un sogno che si realizza – spiega il presidente del Comitato regionale, Paolo Valente -. L’iter è stato lungo: siamo partiti nel 2004 con l’ipotesi di mettere una pista nei capannoni della Fiera. Tre anni dopo abbiamo trovato la soluzione temporanea dell’ex Foro Boario. Ora finalmente abbiamo un impianto che diventerà un punto di riferimento per tutto il movimento”. La nuova “casa dell’atletica” è pronta ad aprire le porte. Con il nuovo impianto veneto pronto al varo, prosegue intanto l’attività indoor dell’altro impianto al coperto italiano: oltre alla consueta attività nazionale Ancona tornerà ad ospitare, dopo l’edizione 2009, i Campionati Europei Master.

ufficio stampa fidal

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>