Cronaca — 02 settembre 2010

In data 29-08 è andata di scena ad Oschiri la 4^ Ed. di ‘Sapori di Corsa’. La gara è stata organizzata dalla Società Runners di Oschiri con a capo il proprio presidente Dr. Antonio Sotgia. Quest’anno la manifestazione ha assunto un carattere internazionale con la presenza di fortissimi atleti keniani e alcuni tra i migliori atleti nazionali. Padrino di questa 4^ edizione è il campione del mondo nei 400 mt. h. a Siviglia nel 1999 Fabrizio Mori.
Il paese di Oschiri si trova nella Comunità del Monte Acuto. Conta circa 3700 abitanti ed è posizionata su una piana a circa 200 mt. s.l.m. Dista circa 46 km. da Olbia e 50 km. da Sassari. Il paese deve la propria notorietà alla produzione artigianale delle ‘panadas’ e dei formaggi.
La giornata si presenta molto calda con una temperatura intorno ai 30° mentre poi, pian piano, verso l’imbrunire si abbassa di qualche grado. Il circuito gara è lungo circa 950 mt. e si trova proprio nel centro storico del paese.
Poco dopo le 18,30 partono le diverse categorie degli Esordienti dove primeggiano sia in campo maschile che femminile i giovani atleti di Ala’ de Sardi contraddistinti dalla loro sgargiante maglietta rossa. A seguire in sequenza è la volta dei Ragazzi, Cadetti e Allievi.
La gara femminile racchiude tutte le categorie di atlete a partire dalle TF e Master sino alle Junior, Promesse e Senior e devono percorrere 4 giri per un totale di 3800 mt. La gara viene condotta sin dal primo giro da Jessica Pulina (Junior, Atl. Ploaghe) che prende subito il largo e conduce in perfetta solitudine per tutta la gara. Dietro la Pulina troviamo Eleonora Bazzoni (Running Club Futura) che pur distanziata dalla rivale tiene un’ottima andatura e non ha problemi ad aggiudicarsi la seconda posizione. In terza posizione si assiste nei primi giri ad una disputa tra Raimonda Nieddu (Amsicora CA) e l’atleta di casa Maria Domenica Manchia (Runners Oschiri) seguite a poca distanza da Rosalba Miscali (F45, Marathon Club OR) e Angela Addis (Amsicora CA). Nell’evolversi della gara la fortissima Manchia allunga il passo accumulando sulla Nieddu un vantaggio che a fine gara risulta piuttosto consistente. Da segnalare in questa gara l’ottima prestazione  delle due sorelle Miscali (Rosalba e Caterina, F45) arrivate rispettivamente 5^ e 7^.  Questi i risultati delle prime 10 donne arrivate al traguardo. 1^ Jessica Pulina in 12’40’; 2^ Eleonora Bazzoni in 12’58’; 3^ Maria Domenica Manchia in 13’08’; 4^ Raimonda Nieddu in 13’54’; 5^ Rosalba Miscali in 14’01’; 6^ Angela Addis in 14’14’; 7^ Caterina Miscali (F45, Guilcer Team Ghilarza) in 14’16’; 8^ Daniela Deriu (F35, Monte Acuto Ozieri) in 14’31’; 9^ Adalgisa Deriu (F35, Guilcer Team Ghilarza) in 14’34’; 10^ Ivana Corrias (F35, Lib. Campidano) in 14’37’.
Dopo la gara femminile ha luogo la gara dei Senior maschile considerata a ragione la più importante della manifestazione. Sono previsti 8 giri del circuito pari a circa 7600 mt. Gareggiano sulla stessa distanza gli atleti Junior, Promesse e Senior uomini. Sin dai primi giri emerge subito un gruppetto di atleti africani  capeggiato da Eric Kipkemei Chirchir, Hillary Kiprono Bil, Edward Kiptanui Too, Salomon Rotich e Ahmed El Mazoury (Mar) accompagnati da due dei nostri atleti connazionali che rispondono al nome di Andrea Lalli (Fiamme Gialle) e Cosimo Caliandro (id.). Leggermente staccati seguono Oualid Abdelkader (Civitas Olbia), Daniele Caimmi (Fiamme Gialle) e Pasquale Rutigliano (Esercito). Nel susseguirsi dei giri sorprende la tenuta di gara di Lalli e Caliandro che per due terzi di gara stanno in linea con gli atleti africani. Negli ultimi due giri si definiscono ancor meglio le posizioni con l’allungo dei primi tre atleti keniani che staccano leggermente i nostri connazionali seguiti a ruota dall’atleta marocchino El Mazoury. Grande finale di gara con uno sprint che vede Kipremei Chirchir prevalere di soli due mt. sull’altro atleta keniano Kiprono Bil mentre Edward Kiptanui arriva dopo circa 35 mt. Ottimo finale gara di Lalli che arriva a pochi metri di distacco dal terzo posto ed  anticipa Caliandro di 10′. Tra gli atleti isolani bella gara del marocchino Abdelkader (ormai naturalizzato sardo) che riesce a precedere di alcuni secondi Caimmi mentre molto staccato arriva l’altro atleta di origine marocchina ma residente in Sardegna Ibnorida, dell’ Amsicora CA. Proprio all’ultimo giro si ritira Pasquale Rutigliano nonostante al penultimo giro fosse arrivato molto vicino a Caimmi.
Questo l’arrivo sino al 15° posto: 1° Eric Kipremei Chirchir (Kenia, Polisportiva A.P.B. PA.) in 21’54’; 2° Hillary Kiprono Bil (Kenia, Sport Club Catania) in 21’55’; 3° Edward Kiptanui Too (Kenia, Polisp. Catania) in 22’00’; 4° Andrea Lalli (Fiamme Gialle) in 22’04’; 5° Cosimo Caliandro (Fiamme Gialle) in 22’14’; 6° Ahmed El Mazoury (Promesse, Marocco, Fiamme Gialle) in 22’15’; 7° Salomon Rotich (Kenia, Violetta Club Lamezia CZ.) in 22’34’; 8° Oualid Abdelkader (Atl. Civitas Olbia) in 23’05’; 9° Daniele Caimmi (Fiamme Gialle) in 23’09’; 10° Morad Ibnorida (S.G. Amsicora) in 24’45’; 11° Nicola Muntone (Junior, Atl. Legg. Porto Torres); 12° Francesco Morittu (Promesse, Atl. Ozieri); 13° Pietro Paolo Ruiu (Atl. Ozieri); 14° Nicola Correddu (Atl. Ozieri); 15° Giuseppe Perra (Promesse, S.G. Amsicora).
Verso le 20 prende il via la gara degli atleti Master dai 50 anni in su.
Questi i primi 5 arrivi dai 50 in su: 1° Antonello Vargiu in 16’44’; 2° Antonello Satta in 16’57’; 3° Leandro Porcedda (M50, Pol. Runners Oristano) in 17’02’; 4° Antonio Carboni; 5° Giampaolo Bussu (M50, Atl. Orani).
Ormai è già buio pesto quando ha inizio la gara che vede schierati gli atleti dagli Amatori alla categoria M45. Anche loro dovranno affrontare 5 giri pari a 4750 mt.
Questi i primi 5 atleti dai TM ai M45: 1° Antonio Filippo Salaris in 16’02’; 2° Ivan Pulina in 16’04’; 3° Vincenzo Tanca (TM, Atl. Ploaghe); 4° Giuseppe Cavallaro; 5° Francesco Canu (TM, Atl. Anglona Laerru).   
Ai primi tre atleti sardi, tra Junior, Promesse e Senior, sia maschili che femminili, sono andati dei compensi in denaro. Stesso trattamento anche per i primi tre atleti Master sia maschile che femminile mentre per tutte le altre categorie sono stati consegnati dei premi in natura ai primi 5 classificati con dei prodotti locali molto apprezzati. Terminata la premiazione tutti gli atleti ed accompagnatori, con un ticket pagato 2 euro, hanno potuto usufruire di un rinfresco a base di panadas, spianate, pizze, formaggio e salsiccia accompagnati da fiumi di birra e vino.


P.S. Maggiori dettagli sulla gara li potete trovare nei siti: http://www.gsrunners.it/ e http://www.amatorinu.it/ .

Autore: Antonello Vargiu

Share

About Author

Peluso

  • di pardo luciano

    volevo solo precisare che ahmed el mazoury e’ cittadino italiano ed e’ arruolato a tutti gli effetti nella guardia di finanza.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>