Cronaca — 23 maggio 2011

Una splendida giornata ha fatto da cornice alla tredicesima edizione del Trofeo Porta Campanina a Priverno, gara podistica organizzata organizzata dal Comitato Porta Campanina, dall’Associazione Culturale Porta Campanina e dal Gruppo Sportivo Avis di Priverno, in collaborazione con l’Uisp-Unione Italiana Sport Per tutti della provincia di Latina e con il patrocinio del Comune di Priverno e della Provincia di Latina. Il trofeo nacque nell’ambito dei tradizionali festeggiamenti per il Palio del Tributo, ma nel corso degli anni ha conquistato un’identità autonoma grazie al consenso raccolto fra gli appassionati del podismo dell’intero Lazio.
Un nuovo record di partecipanti ha caratterizzato l’edizione 2011: oltre trecento atleti si sono presentati al via della gara, sui 9 chilometri e 300 metri di un percorso come sempre ricco di saliscendi. La vittoria è andata a Salvatore Gambino, portacolori dell’Atletica Club Nautico Gaeta, che chilometro dopo chilometro ha incrementato il distacco dai principali avversari, chiudendo con un ottimo finale di
gara in 31 minuti e 34 secondi. Gambino si è aggiudicato così il premio Memorial Marco Baratta, in ricordo di uno dei grandi sostenitori del Trofeo Porta Campanina.
Dietro di lui piazza d’onore per Riccardo Baraldi (Asi Intesatletica) che col tempo di 32 minuti netti ha bruciato sul traguardo la concorrenza di Marco Di Loreto (Atletica Setina), il cui crono è di 32’01’, e di Marco Quaglia (Top Runners Velletri) che è rimasto ai piedi del podio in 32’03’.
In campo femminile successo per Laura Sointu (Top Runners Velletri) che ha fatto fermare i cronometri dopo 36’47’. Alle sue spalle la capitolina Rossella Di Dionisio (Running Club Futura) in 37’15’ e
Tiziana Nesta (Atletica Anzio) in 37’27’. Nella speciale classifica a squadre, stilata in base al numero di atleti al traguardo, si è imposta la società di casa, il Gruppo Podistico Avis di Priverno, davanti alla Podistica Aprilia, all’Atletica Setina e all’Atletica Ceccano. Alla cerimonia di premiazione sono intervenute diverse autorità locali, fra cui l’assessore provinciale Fabio Martellucci e il consigliere regionale Gina Cetrone.
Come sempre, confermata la grande attenzione che gli organizzatori tradizionalmente rivolgono verso i partecipanti con l’ottima accoglienza e i numerosi punti di spugnaggio e di ristoro predisposti lungo il tracciato ed al termine della competizione. La Maratonina di Porta Campanina era valida inoltre quale Tappa Oro del Grande Slam-Trofeo Icar Renault, il Campionato provinciale organizzato dall’Uisp in collaborazione con Mapei, Sport ’85, Polase Sport ed Ipermercato Panorama Latina.
Doppio appuntamento con il Grande Slam già nel prossimo fine settimana: sabato 28 maggio si terrà infatti la Campestre Oasi di Ninfa, mentre domenica 29 è in programma la prima edizione della
Scalata all’Eremo di Sant’Erasmo a Roccagorga. Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito http://www.uisplatina.it/.


Autore: Uisp Latina

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>