Maratone e altro slide — 02 dicembre 2018

latinaLa ventunesima edizione della Maratona di Latina conferma la gara, tornata da tre anni sulle strade del capoluogo, al primo posto nella classifica per numero di arrivati sulla classica distanza dei 42 chilometri e 195 metri nel centrosud Italia, esclusa Roma. L’edizione 2018 ha fatto registrare oltre 1200 partenti ripartiti sulle tre distanze: per la precisione 588 al via per la maratona, 423 nella gara competitiva di 10 chilometri e più di 200 alla stracittadina aperta a tutti, che ha accolto anche i camminatori sportivi del fitwalking e le donne in rosa della LILT. Oltre all’eccellente organizzazione da parte dell’UISP di Latina, in collaborazione con il Comune e con il patrocinio della Regione Lazio e del Parco Nazionale del Circeo, tra i motivi del successo va evidenziatolo splendido percorso senza eguali, tra Piazza San Marco, il lungomare con le sue caratteristiche dune e la macchia mediterranea, e la zona lacustre di valore internazionale di Villa Fogliano.

Sulla distanza regina, la vittoria è andata a Marco Romano, alla quarta vittoria tra Latina e Sabaudia, che migliora di una posizione rispetto all’edizione 2017: l’alfiere del Runners Team Colleferro ha concluso la sua prova con il tempo di 2 ore 34 minuti e 12 secondi. Piazza d’onore per l’emergente Francesco Tescione (Podistica Aprilia), che ha chiuso la sua prova in 2h37’44”, migliorandosi di due minuti rispetto alla precedente prova sulla distanza a Pescara. Terza posizione per Maurizio Testa (Running Club Latina) col crono di 2h41’33”, davanti a Gianni Mattacola (Pol. Ciociara Antonio Fava) in 2h44’55”, mentre in quinta posizione si è insediato El Fadil Soufyane (Runners Team Colleferro) con 2h46’34”.

In campo femminile, successo all’esordio sulla distanza per Patrizia Capasso. La portacolori della Nuova Atletica Cisterna ha tagliato il traguardo in solitudine dopo 3 ore, 2 minuti e 12 secondi – al ventesimo posto assoluto – lasciandosi alle spalle Anna Maria Caso (Napoli Nord Marathon), classe 1961, che ha terminato in 3h14’04”. Terzo gradino del podio per Luminita Lungu (Bancari Romani) in 3h19’30”, davanti a Sonia Fiorini (Energym Libertas) in 3h28’ – quarta come lo scorso anno – e a Chiara Zurli (Liberi Podisti Abruzzesi), quinta col crono di 3h33’39”.

Il via alla manifestazione è stato dato dal sindaco di Latina Damiano Coletta, che ha preso parte alla gara competitiva di 10,5 chilometri insieme al consigliere comunale Dario Bellini, mentre il suo collega di Aprilia Vincenzo Giovannini si è cimentato sul percorso principale. Alla cerimonia di premiazione sono intervenuti, oltre al primo cittadino, anche Renzo Calzati per Icar Renault e Claudio Pistilli per Sport ‘85, ossia gli sponsor principali del Grande Slam UISP Latina insieme a Mapei.

La tutela degli atleti, provenienti da tutta Italia, è stata garantita dalle Forze dell’Ordine e in particolare dalla Polizia locale che, con il prezioso supporto delle Associazioni di Volontariato e Protezione civile, hanno fatto sì che la manifestazione si sia svolta in piena sicurezza, limitando al massimo i disagi per la popolazione, nonostante i 42 km del percorso. Nella gara competitiva di 10 chilometri si sono imposti Diego Papoccia (Runners Team Colleferro) col crono di 35’13”, su Davide Di Folco (Polisportiva Ciociara Antonio Fava) in 36’15” e Cristian Falcone (Running Club Latina) con 36’30”, mentre tra le donne ha vinto Catia Addonisio (Nuova Atletica Cisterna) col tempo di 42’04”, davanti a Francesca Macinenti (Centro Fitness Montello) in 46’12” e Katia Celletti (Atletica Città dei Papi Anagni) in 46’45”. La classifica a squadre della Maratona ha premiato la Nuova Podistica Latina, davanti alla Podistica Solidarietà e al Centro Fitness Montello. «I risultati – sottolinea il direttore della Maratona di Latina, Tommaso Dorati – dimostrano che, nonostante l’impegno organizzativo sia estenuante, ne vale la pena considerando il grande riscontro che la Maratona ha nella valorizzazione del territorio e delle sue risorse ambientali, naturalistiche, senza dimenticare l’architettura razionalista che contraddistingue il centro storico. Gli sforzi compiuti, seppur notevoli e crescenti nel corso degli anni, vengono premiati e pongono Latina al primo posto tra le maratone del centrosud Italia, oltre Roma, e nella top twenty nazionale: un risultato che ripaga i sacrifici fatti dagli oltre ottanta volontari che lavorano solo per il successo dell’evento. Abbiamo registrato qualche intolleranza maggiore da parte di alcuni automobilisti, probabilmente fomentata da interessi strumentali ad aspetti extrasportivi, ma mai come quest’anno l’impegno straordinario della Polizia locale e delle Forze dell’ordine merita i nostri più profondi ringraziamenti. Nei prossimi giorni incontreremo l’amministrazione comunale per un bilancio dell’ultimo triennio e per programmare il futuro».

Soddisfazione anche nelle parole del sindaco Damiano Coletta «La Maratona – interviene il primo cittadino – è in continua crescita che ci rende orgogliosi di poter far vivere la città sotto un’altra dimensione e da un diverso punto di vista, quello dello sport per tutti. Un evento che costituisce un’attrattiva per tanta gente che viene a Latina da tutta Italia e contribuisce a inserirla in una dimensione nazionale, alla pari di realtà quali Parma, Ferrara, Firenze, Palermo o Venezia. Qualcuno ha lamentato situazioni di disagio, che avremo l’obiettivo di ridurre nei prossimi anni, ma la risposta della gente che ho percepito anche correndo mi conferma che riportare la Maratona a Latina è stata la scelta giusta. Ringrazio l’UISP per l’impegno organizzativo, la Polizia locale per la sicurezza, e un ringraziamento particolare va a tutti gli atleti».

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito www.maratonadilatina.it

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>