Anteprima slide — 26 aprile 2016

meucciOderzo (Treviso), 26 aprile 2016 – Oderzo a cinque cerchi. Ci sarà anche Daniele Meucci al via della 21^ corsa internazionale “Città Archeologica” che domenica 1° maggio percorrerà le strade del centro storico cittadino. Il campione europeo di maratona –notizia di oggi – andrà ad arricchire un cast che si annuncia stellare. Saranno infatti ben quattro gli atleti già selezionati per la 42 chilometri dell’Olimpiade di Rio in gara a Oderzo: Meucci si aggiunge a Stefano La Rosa, il secondo dei tre componenti della squadra azzurra attesi al via della maratona olimpica. Ma a Rio saranno presenti anche il romeno Marius Ionescu e il moldavo Roman Prodius, altri due protagonisti della gara opitergina. Campione europeo di maratona nel 2014 e ottavo ai Mondiali del 2015, dopo aver vinto il bronzo nei 10.000 metri nella rassegna continentale di Barcellona 2010 e l’argento a Helsinki 2012 (anno in cui è stato anche terzo agli Europei di cross di Budapest), Meucci è considerato l’erede dei grandi specialisti azzurri della 42 chilometri. A Oderzo ha già vinto nel 2011, quando la sua carriera ad alto livello era solo agli inizi. Vi ritorna nel 2016, a pochi mesi da un’Olimpiade che potrebbe vederlo protagonista.  Oltre a Meucci, La Rosa, Ionescu e Prodius, la gara maschile (9.800 metri) vedrà al via il campione italiano di mezza maratona, Daniele D’Onofrio, e il campione europeo juniores dei 10.000 metri, Pietro Riva. Da seguire anche Andrea Sanguinetti, Simone Gariboldi, Marco Najibe Salami, Paolo Zanatta, Francesco Bona e Giovanni Gualdi. In campo femminile (5.470 metri), tornerà a Oderzo l’azzurra Silvia Weissteiner, sette volte vincitrice in Piazza Grande. Confermate anche Nadia Ejjafini, Emma Quaglia, Deborah Toniolo, Giovanna Epis, Valentina Costanza e Laila Soufyane, oltre alla romena Madalina Florea.

SZABO TESTIMONIAL – La 21^ corsa internazionale “Oderzo Città Archeologica” avrà una testimonial d’eccezione: Gabriela Szabo. La romena, oggi quarantacinquenne, è stata una delle più grandi atlete al mondo. Nel suo palmarés figurano tre medaglie olimpiche, sette titoli mondiali (quattro all’aperto e tre indoor) e due ori agli Europei indoor. L’apice della sua carriera è stato nel 2000 all’Olimpiade di Sydney, dove Gabriela vinse l’oro nei 5000 e il bronzo nei 1500 metri. Dopo il ritiro dalle competizioni, avvenuto nel 2005, Gabriela Szabo ha intrapreso la carriera politica e dirigenziale, diventando Ministro della Gioventù e dello Sport in Romania, membro del Women’s Committee della Iaaf, consigliere della Federazione europea di atletica leggera e vicepresidente della Federazione romena.

DIRETTA TELEVISIVALe gare assolute della 21^ corsa internazionale Oderzo Città Archeologica saranno trasmesse in diretta da Rai Sport 2, dalle 16.45 alle 18.10, con telecronaca di Franco Bragagna e commento tecnico del due volte vincitore della maratona di New York, Orlando Pizzolato.

GLADIATORUM RACEIl 1° maggio, a Oderzo, sarà aperto dalla seconda edizione della Gladiatorum Race, prova sulla distanza di 11,097 km, in cui gli atleti saranno invitati a vestirsi da antichi romani, utilizzando i costumi messi a disposizione dell’organizzazione. Una gara a tutti gli effetti (previsto il chip di cronometraggio) che si propone di ricreare il fascino dell’antica Opitergium. La Gladiatorum Race rappresenta anche la tappa inaugurale di “42 di Marca”, circuito che abbina la prova di Oderzo ai 10 chilometri della Corritreviso (24 giugno) e ai 21,097 chilometri della Mezza di Treviso (9 ottobre). La somma delle tre gare dà esattamente 42 chilometri e 195 metri. Un modo per mettersi alla prova, anche un po’ per gioco, in una specialissima maratona in tre tappe

ORARI – Ecco il cartellone della 21^ corsa internazionale “Oderzo Città Archeologica”, con i migliori iscritti alle gare internazionali (il programma orario delle gare pomeridiane è stato leggermente modificato per esigenze televisive) Ore 9.30Gladiatorum Race (11.097 m). 14.45Inizio gare giovanili, valide come 3^ prova del Grand Prix Giovani. 15.45 Gara diversamente abili, valida per il 20° Trofeo Mobilificio Vittoria (9.800 m). 16.45Gara internazionale femminile (5.470 m): Silvia Weissteiner, Nadia Ejjafini, Emma Quaglia, Deborah Toniolo, Laila Soufyane, Valentina Costanza, Valentina Bernasconi, Giovanna Epis, Barbara Bressi, Maria Teresa Montrone, Martina Merlo, Laura Dalla Montà, Laura Biagetti; Madalina Florea (ROM), Alice Cherciu (ROM); Neja Krsinar (SLO), Lucie Marsanova (CZE). 17.30Gara internazionale maschile (9.800 m): Stefano La Rosa, Daniele D’Onofrio, Andrea Sanguinetti, Simone Gariboldi, Marco Naijbe Salami, Pietro Riva, Paolo Zanatta, Francesco Bona, Giovanni Gualdi, Markus Ploner, Andrea Elia, Massimo Guerra; Marius Ionescu (ROM); Roman Prodius (MDA); Mitja Krevs (SLO), Rok Puhar (SLO); Jan Janu (CZE).

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>