Curiosita — 30 ottobre 2009


4. TASSA DI PARTECIPAZIONE ALLE GARE DI CORSA SU STRADA:


Per tutte le gare di corsa su strada, provinciali, regionali, nazionali ed internazionali, dovrà


essere versata al Comitato Regionale competente per territorio una quota aggiuntiva rispetto


alla prevista tassa di approvazione gare, pari ad

Share

About Author

Peluso

  • vittorio savino, fidal campania

    I dubbi che pone la signora Celano sono fondati. C’è però da chiarire che la norma viene introdotta dal Consiglio federale e non dalla Fidal Regionale, che anzi proprio per il 2009 aveva calato le tasse di approvazione gara e che si appresta a dare un ulteriore piccolo taglio per il 2010.
    Il tutto sperando naturalmente di mantenere gli impegni presi, al fine di offrire nell’immediato sempre più servizi alle società organizzatrici.
    Siamo altresì coscienti che l’ulteriore aggravio sarà totalmente a carico dei tesserati e non certo degli organizzatori, mentre da “idraulico” particante debbo dire che l’atletica campana non fa certamente più “acqua da tutte le parti” di tanti altri comitati regionali, tutti a caccia di quei soldi che una volta arrivavano da mamma Fidal e che ora sono sempre più scarsi e che portano a decisioni come questa dell’euro in più.
    C’è poi da fare una piccola precisazione, per le gare internazionali gli euro in più sono 2 e non 1.
    Noi, speriamo che ce la caviamo !

  • Sandro Bartollini presidente a.s.d.Runners sangemi

    Siamo giunti all’assurdo ,come presidente di società posso dire che avendo già dei problemi nell’organizzare gare agonistiche(le spese sono sempre di più),noi come Associazione sono diversi anni che non facciamo affiliazione alla FIDAL perchè se si vuole omologare la gara FIDAL chiedevano cifre incomprensibili .Per cui come società si è deciso di non affiliarci alla Fidal ma ad un ente di promozione sportiva che come assicurazione copre l’atleta con il proprio tesserino e poi il presidente ha la R.C contro terzi.In Umbria sono molte le società che hanno scelto questa linea saluti Sandro

  • Marco Cascone

    peccato. Il nuovo corso della Fidal Regionale aprive le porte alla speranza. Con questa norma viene vanificato tutto. sarà un enorme boomerang

  • viviana celano

    che la norma sia stata introdotta dal Consiglio Federale e’ ovvio ma sono le regioni a doversi muovere…
    “non sono i popoli a dover aver paura dei propri governi,ma sono i governi che devono aver paura dei propri popoli ” (Thomas Jefferson III presidente U.S.A. della storia)

  • Lorenzo Rispoli

    ASD Podisti Cava Picentini Costa d’Amalfi, gare Fidal organizzate nel 2009: Cavaiola, Sulle Orme di Filippide, Corri San Francesco, Le Porte del Paradiso, Maratonina dei Monti Picentini; Richieste di gare per il 2010: zero! Le due gare piu’ importanti sono entrate nel circuito nazionale CSI alle quali possono tranquillamente partecipare i tesserati Fidal. Direi scelta scellerata da parte di un comitato che cerca soldi solo per mantenere i propri apparati visto i risultati tecnici conseguiti ultimamente!

  • Annamaria Damiano Montemiletto Team Runners

    Un’ultima cosa:
    dal 2010 gli organizzatori che proponevano l’iscrizione gratuita alle proprie gare finiranno di organizzare???

  • maurizio mirarchi

    E’ una VERGOGNA……..
    Pero’ bisogna reagire e non piegarsi al concetto del “fare denaro” sfruttando la voglia di fare sport.
    Brava Viviana Celano che ha introdotto il dibattito al quale spero siuniranno TUTTI i podisti campani xchè la REAZIONE parte anche dall’Informazione e dalla PARTECIPAZIONE al dibattito.

  • papa alessandro – astro 2000 Benevento

    Signor RISPOLI come ben diceva il dott. SAVINO questa norma è stata introdotta dalla FIDAL NAZIONALE non dal COMITATO REGIONALE.

  • raffaele colantuono

    sarebbe ora che ci fosse una riunione di tutte le societa della regione con presenza del comitato regionale fidal ,per discutere come risolvere il problema .

  • angelo esposito cus napoli

    UN CONSIGLIO A TUTTI GLI ATTUALI TESSERATI FIDAL: BASTA AFFILIAZIONE DELLE SOCIETA’ ALLA FIDAL! AFFILIATEVI AI VARI ENTI DI PROMOZIONE SPORTIVA. SOLO COSI’ CAPIRANNO QUANTI SOLDI IN MENO ENTRERANNO NELLE LORO TASCHE.

  • Annamaria Damiano Montemiletto Team Runners

    Ed ecco di pochi minuti fa il dictat della Federazione CAMPANA:
    Si comunica che il Comitato Regionale Campano Fidal, con la collaborazione dei Comitati Provinciali, avvierà una ulteriore verifica regolamentare sulle manifestazioni di corsa su strada in programma in Campania nel prossimo periodo. Si coglie l`occasione per ricordare agli Organizzatori che le normative di riferimento sono quelle contenute nei regolamenti federali oltre che nelle convenzioni FIDAL/EPS attualmente in vigore e che i Regolamenti di tutte le Manifestazione devono aver avuto l`approvazione PREVENTIVA dell`Organismo Federale competente (Comitato Provinciale, Comitato Regionale, Fidal Nazionale). Si rammenta infine a tutti i tesserati FIDAL che – AL MOMENTO – le uniche manifestazioni autorizzate sono quelle inserite nei calendari FIDAL provinciali, regionali, nazionali ed internazionali perchè regolarmente approvate. Tutte le altre non sono autorizzate e quindi i tesserati FIDAL non vi possono partecipare come previsto dalle norme federali. Comitato Regionale Campano FIDAL
    Ora mi domando se nelle altre Regioni dove UISP, CSI, ACLI organizzano gare i comitati regionali impugnino i regolamenti per pagarsi le proprie tasche.
    Una legge non condivisa dalla maggioranza è una legge che va rivista.

    Ci sono decine e decine di gare svolte in campania non autorizzate per le quali nessuno ha mai detto niente, gare organizzate da società con doppia affiliazione.
    io credo che dal 2010 dovremo anche noi atleti farci il doppio tesserino in modo da non essere fuorilegge per “Nonna Fidal Campania”.
    Come può la FIDAL vietare di partecipare ad una gara se l’atleta ha il tesserino per parteciparvi???
    Ma poi tutti questi soldi a che servono?????

  • elio totaro asd erco sport

    di questo passo si organizzeranno gare clandestine tra amici…..a costo zero…..

  • Turco Antonio Arca Atletica Aversa

    Da quanto sopra letto sembra di capire che la “QUOTA ” decisa dal Consiglio Federale poi deve essere versata alla competente FIDAL REGIONALE…. ricevendo da questa come contropartita ….. più servizi ???….
    Tutto questo vorrebbe significare che a fronte di contributi NAZIONALI è stato BARATTATO il nuovo contributo regionale ?…. e.. stà.. bbene… MA GUARDA UN PO’ COME SIAMO BRAVI……………………… Un saluto al popolo dei podisti.

  • viviana celano

    il doppio tesseramento e’ vietato.quando andavo in bici con la F.C.I. ,che era il nostro ente,abbiamo avuto lo stesso problema…allora si sono riuniti i vari enti UISP,UDACE,FCI,CSI ed invece di farsi i “dispetti” tra di loro hanno dato vita alla CONSULTA ,una specie di accordo tra di loro così da permettere a noi ciclisti di partecipare alle gare di ogni ente.forse si potrebbe fare la stessa cosa.

  • raffaele colantuono

    cari amicinon nascondetevi dietro l’ha deciso la fidal nazionale,rinunciate a questa tassa…..se no ne vedrete dellebelle,capisco che riunciare a circa 50000 euro non e facile, ma cosi si fa sport.

  • FILIPPO FEYLES–ATLETICA ALPINI TROFARELLO.

    Non mi stupirei se questi signori che prendono decisioni cosi inopportune siano poi quelli che gridano allo scandalo per aumenti magari del due tre % che ne so’sulla tazzina del caffe’ piuttosto che su qualsiasi altro genere che devono comprare loro.
    Questo per dire che quando si decide senza concorrenza o controlli si fa’ sempre molto male! OVVIAMENTE CON LA SCUSA DI FARE DL BENE.

  • Peppe Sacco – A.S.D. SILMA

    Toc. Toc. c’è permesso! Sono quel Presidente che quando ha lasciato la Fidal per affiliarsi all’Ente di Promozione Sportiva C.S.A.IN è che stato oggetto di sberleffi. Il tempo è galantuomo e mi ha dato ragione. E tengo a precisare non saltando per questa discussione. Le gare su strada? Rileggetevi il regolamento della gara ( 1200 partecipanti ) di San Antonio Abbate organizzata magistralmente dall’Antoniana Runner di Luigi D’Aniello. La clausa ammissione dove nessuno ha fiatato ho minacciato di deferire la scritta il sottoscritto e un certo (certo nel senso buono) di nome Marco C…….. Che dirvi mi sono stancato di ripetermi anche perché corro il rischio di diventare noioso. Noi o meglio Voi dovete guarire dal male che vi attanaglia, quello considerarvi tesserati Fidal per essere Atleti. La federazione considera atleti chi ha degli accrediti cronometrici in gare federali faccio alcuni esempi Marathona uomini 2 h 11’30’ Donne 2h36’00’.
    Maratonina uomini 1h03’00’ donne 1h13’00’
    Inoltre vengono accreditati dei punteggi alle sole società che fanno attività in pista Indor di marcia ecc.ecc. con atleti di Categoria Assoluti in base ai punti acquisiti scattano requisiti in voti e in bla bla bla……… e così via. cose che nulla hanno a che fare con il nostro mondo.
    Certo che per darvi importanza Vi organizzano i campionati Master dove la medaglia che vinci te la devi comprare ‘ o sbaglio ‘ vittorie e successi fatti di sacrifici che non vengono neppure menzionati negli annuari. Quindi è inutile dire è uno schifo se e tale lo permettete Voi ha continuarvi a tesserare. Signori cari la Nostra corsa è un Gesto di Libertà e Spensieratezza. Le nostre gare Domenicali sono un confronto in armonia, se poi troviamo anche una Signora Organizzazione che ci gratifica che dire Evviva lo Sport nel Tempo Libero.
    P.S. Per i Signori del piano di sopra non nascondetevi indietro al dito dite le verità.

  • Alessandro Di Maio Napoli Nord Marathon

    Comunque l’idea di premiare con una tassa l’atleta che conclude una gara è qualcosa di diabolico!

  • Francesco Diana A.S.D. Amatori Vesuvio

    Abbiate pazienza, vi trasmetto una parte del chiarimento della Fidal Comitato Regionale Emilia Romagna sul regolamento di partecipazione a gare su strada: “Alle Società dell’Emilia Romagna
    Agli Atleti tesserati
    Ai Giudici di Gara
    Agli Organizzatori di gare su strada
    Oggetto: SINTESI NORME DI PARTECIPAZIONE E PREMIAZIONE GARE SU STRADA
    Si ricorda che le corse su strada approvate dalla Federazione si dividono in:
    1) Corse su strada internazionali;
    2) Corse su strada nazionali;
    3) Corse su strada regionali; queste ultime possono avvalersi della Convenzione regionale FIDALUISP
    e FIDAL-ENDAS. Le gare in convezione sono DEL TUTTO EQUIVALENTI alle altre gare
    REGIONALI, con l’unica differenza che all’organizzatore non è richiesta l’affiliazione alla FIDAL
    per ottenere l’omologazione. …”. Se volete posso trasmettervi l’intero comunicato.
    Mi sembra, tuttavia, che si stia per uscire fuori tema, perchè l’argomento in essere è l’aggravio di costo di 1 euro o 2 euro per ogni atleta in classifica a favore della Fidal regionale, fatto che farà riflettere parecchio gli organizzatori. Una gara regionale o nazionale che viene partecipata da mille atleti si tradurrà in 1000 euro (dico mille!) che gli organizzatori dovranno sborsare alla fidal regionale. Chi li pagherà questi 1000 euro, l’atleta o l’organizzatore? Chissà se se questo balzello farà diminuire le gare che si andranno ad organizzare in Campania che, nel 2009, sono state fin troppe.

  • silvio scotto pagliara

    cari amici , se permettete , una piccola nota ,ovvero , è stato eletto il nuovo comitato regionale , e un ns delegato alla fida nazionale.
    Allora , prendiamo come esempio il sindacato e per sindacato , prendiamo il ns movimento sportivo campano ( ossia la fidal campania e i suoi comitati provinciale )
    io , tesserato a questi comitati regionali e provnciali , essendo un loro ” assistito” che mi dovrebbe tutelare da questi , diciamo ,imposte sull’arrivo dei partecipanti alle gare fidal ?
    Diciamoci , puoi la verità , per alcuni organizzatori , questo “balzello ” è per loro niente!
    Perchè , loo scaricano sul tesserato .
    Allora , ritornan do al concetto del sindacato , vedi fidal per noi , questi a Romna , cosa hanno detto o fatto e se cè stata da parte loro , una presa di posizione nei ns confronti !
    Un documento , dove , si dichiarano contrari a questo balzello ,che sarà ,scaricato sull’atleta e direttamente sulla società di appartenenza .
    Almeno , una , voce , che si sia , elevata per la ns difesa a continuare a fare sport amatoriale ,poi per gli enti di promozione , è cosa vecchia , cosa possono fare e cosa sono , ma adesso , qualcuno ,vede quello dicevo una 15anni fà ….ricordate ,gente ?!!!!!
    Spero che il ns rappresentante nazionale , ci faccia sapere , qualche notizia in merito e se è convinto di questa tassa ,perchè è una tassa sulla partecipazioner alle gare fidal , non ci nascondiamo dietro al dito , bè al cartellino !!!
    Chiudo , con un sorriso , per chi legge , immaginate che ad un metro dall’arrivo, tutti si fermasserò per protesta , ed all’arrivo , i giudici con i loro tabulati in bianco con la scritta finale arrivati ZERO , ma ad un metro dall’arrivo , gli atleti si sono fermati ed hanno rinunciato ad essere classificati !!!!
    si !!!! amici , che bello , lo sciopero dell’arrivo , e vedere la faccia del sindacato Nazionale !!!!!
    ahahahahahhahahhahah !
    con affetto , saluto il mondo della corsa su strada e i suoi …….sindacalisti , nazionali,region ali e provinciali .
    silvio , uno di Voi .

  • raffaele colantuono

    abbiamo capito quasi tutti bene quello che non vogliono capire ,sonoqulli della fidal che una società per essere iscitta alla fidal,con 100 atleti,con tutti i settori e che organizza una gara di 500 atleti arrivati deve sborsare alla fidal circa 3000 euro,per avere cosa……………

  • da silvio scotto pagliara

    Be’ non parliamo di enti di promozione , attenzione ai falsi Eps, cè uno specialmente uno di loro che se fai una manifestazione , vieni a sapere che sulla tua gara , hanno ricevuto soldi , soldi e soldi !(regioni, province e comuni )!!!!!!!!!!!!!
    Il tesserino che ti rilasciano non vale una mazza , infatti scoperto di assicurazione ,e poi li rilasciano senza la dovuta certificazione medica
    come dei veri clandestini.
    Alcuni di questi , non sono nemmeno riconosciuti dal coni e convenzionati con la fidal.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>