TuttoCampania — 02 novembre 2008

La gara di Montella è sempre stata una bella gara e, nella sua ottva edizione, ha confermato di essere tale. Nel giorno di tutti i santi,  239 atleti hanno partecipato alla Pedibus Calcantibus, edizione numero 8. La forza di questo evento, oltre al momento agonistico vero e proprio, è il gran bel senso di ospitalità che la caratterizza. L’intero team del “Gruppo Podistico Montellese”, atleti e familiari, impegnati per offrire ospitalità alla massima espressione. Simpatia, sorrisi e organizzazione la ricetta per un piacevole incontro nel cuore dell’Irpinia. Il profumo di castagna ed il suo sapore a fare il resto.


Salvatore Cianciulli, presidente del Team Montellese, ha di che andare giustamente orgoglioso per quanto realizzato.


Serata fresca, umidità nella norma, percorso con variazioni altimetriche non troppo dure, ma neanche da prendere con sufficienza. Due giri di 5.300 metri ciascuno: capaci di coinvolgere il bel pubblico in piazza, ad ogni passaggio.


Nella gara maschile la presenza di Mimmo D’Ambrosio (Carabinieri Bologna) quale ospite fuori competizione ufficiale: per lui un gran test in vista della stagione invernale che lo vedrà sicuro protagonista. Alla fine 33’41’ per lui, con media di 3’11’ a km. Nella gara ufficiale Marco Calderone (Antoniana Runners) e Gennaro Varrella (International Security Service) fanno subito selezione, passando a metà gara appaiati, con un parziale di 17’07’. Alle loro spalle si delinea quello che poi sarà il confronto finalizzato al terzo gradino del podio: spalla a spalla tra i due Nord Africani, Kamel Hallag (Aurora Battipaglia) e Abdelaziz Rochdi (Napoli Nord Marathon).


La gara donne lascia da subito poco spazio all’immaginazione. Filippa Oliva (Napoli Nord Marathon) ha una marcia in più rispetto alle avversarie e gestisce al meglio il suo ottimo stato di forma, con una condotta di gara assennata, un passaggio regolarissimo (media a meno di 4’00’ a km).


Al traguardo, dopo un secondo giro condotto a ritmi superiori al primo, Marco Calderone firma la sua ennesima, bella vittoria. 34’04’ per lui, con una media di 3’13’ a km. Gennaro Varrella si conferma protagonista in ogni gara, chiudendo a poco più di 20′ da Marco.Il confronto  tutto magrebino, per la terza piazza, viene vinto dall’Algerino Hallag, con meno di 5′ di anticipo sul Marocchino Rochdi. Lo zar Pietro Carpenito non manca all’appello per un’ennesima bella prova: sua la quinta posizione, sul piede dei 3’24’ a km.


Come dicevo, nella gara donne, nessun problema per Filippa Oliva. La mammina di Portici vince con una bella media (3’57’), a conferma di un salto di qualità importante, frutto di dedizione e impegno. Alle spalle della vincitrice Michelle Hushion (Aurora Battipaglia) e Giovanna Landi (Podisti Cava Picentini Costa D’Amalfi) hanno mantenuto alto l’aspetto agonistico in rosa, confrontandosi al meglio, soprattutto nel corso della prima parte di gara. Alla fine Michelle si aggiudica il secondo gradino del podio (in 43’51’) con Giovanna (reduce dalla bellissima prova a Berlino sulla maratona) ottima terza  in 44’50’. Alle loro spalle Cathy Barbati e Antonella Romeo.


La vittoria, nella speciale classifica a squadre, è andata al Montemiletto Team Runners.


Bella la gara di Montella. Una gara a cui sono particolarmente legato per le dolci, squisite emozioni che  l’accompagnano !


 


nelle foto, di Veronica Caretti: Mimmo d’Ambrosio e Marco Calderone in azione e Il podio Donne 

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>