Anteprima HOME PAGE — 19 marzo 2012

La scena italiana delle ultra ha dimostrato soprattutto negli ultimi anni una capacità di crescita inarrestabile. Basti pensare come dal 2008 ad oggi siano state ben tre le occasioni che hanno visto il nostro Paese ospitare un Mondiale (100 Km Tarquinia 2008 – 24 ore Bergamo 2009 – 100 Km Seregno 2012) e tutto ciò senza contare la miriade di titoli guadagnati dai nostri portacolori nelle due specialità regine delle ultra distanze, su tutti Giorgio Calcaterra e Ivan Cudin. In questo scenario vanno segnalate alcune curiosità.
Ad esempio che due delle sedi mondiali, Tarquinia e Bergamo (24 ore del Delfino), l’anno successivo alla kermesse iridata si sono prese una pausa sabbatica e ad oggi non sono più state riproposte. Naturalmente aspettiamo ancora di vedere che ne sarà di Seregno, dove il Mondiale si correrà il prossimo 22 aprile.
In particolare, per quanto riguarda la 24 ore del Delfino, è singolare l’analogia con Torino, che si candida appunto ad ospitare il Mondiale 24 ore del 2015. Nel 2009, alla sua settima edizione, la 24 ore del Delfino (prime sei edizioni corse nella provincia bergamasca mentre l’edizione mondiale a Bergamo) risultava la 24 ore più vecchia d’Italia.
Con la momentanea pausa degli amici bergamaschi, lo scettro della 24 ore su strada più anziana è passato di fatto alla 24 ore di Torino che nel 2015 giungerà anche lei alla settima edizione (lo stesso numero che segnava “il Delfino” nel 2008).
Gli amanti della cabala sono serviti.
Si aggiunga che a detta di molti, in testa Stefano Scevaroli (segretario nazionale IUTA nonché membro IAU), la 24 ore di Torino si corre su uno dei migliori tracciati del mondo, avvantaggiato com’è da una location interamente immersa in un’area verde pedonale, riparata dall’ombra degli alberi nonché perfettamente illuminata per ciò che riguarda la fase notturna. I partecipanti, inoltre, possono contare sul sostegno del pubblico sempre numeroso.
Il Parco Ruffini, poi, è anche la sede di due tra i più importanti impianti sportivi cittadini: il Palasport, ideale per le cerimonie di apertura e le premiazioni, e lo stadio Primo Nebiolo, struttura ideale per accogliere l’area di neutralizzazione, già sede dell’omonimo Galà di atletica leggera che si tiene ogni anno a giugno.
A tutto ciò si aggiunga un’altra candidatura, sempre per il 2015, avanzata dalla Città di Torino per fregiarsi del titolo di Capitale Europea dello Sport.
Una buona occasione di verifica sulla bontà della candidatura è ormai alle porte.
I prossimi 14/15 aprile, infatti, si terrà la quarta edizione della 24 ore di Torino. Per saperne di più è sufficiente collegarsi al sito dell’organizzazione, www.giroitaliarun.it, dove è possibile iscriversi e visionare in dettaglio tutte le informazioni necessarie, che riassumiamo qui di seguito:

24 ore di Torino

  • Partenza: sabato 14 aprile ore 10.00 – Arrivo domenica 15 aprile ore 10.00
  • Sede: Torino, Parco Ruffini
  • Lunghezza circuito: 1 Km (misurato e omologato FIDAL)
  • Tipo di percorso: delimitato da transenne in zona pedonale, interamente asfaltato, 

          riparato dall’esposizione solare, perfettamente illuminato per la fase notturna

  • Distanze: 6 ore – 100 Km – 24 ore
  • Quote di iscrizione: 6h 25 €, 100 Km 30 €, 24h 40 €, staffette 120 € (pagamento

           tramite bonifico bancario)

  • Hospitality: Hotel 3 stelle situato nelle vicinanze del parco Ruffini. Tariffe per camera,

          comprensive di prima colazione: singola 40 €, doppia 50 €, tripla 75 €, bambini fino a

          12 anni gratis.

Il tutto, come sempre, accompagnato dall’attenzione che l’organizzazione dell’Asd Il Giro d’Italia Run  profonde nei confronti di ogni singolo concorrente.
Tra le novità di quest’anno, infine, ricordiamo il primo Campionato italiano di ultramaratona Bancari & Assicurativi e, tra le conferme, l’ormai collaudata gara delle staffette di 8 elementi per 24 ore (3 ore per ogni frazionista).
Anche tu come noi ami l’ultramaratona? Sostieni la candidatura di Torino, iscriviti alla 24 ore, oppure alla 6 ore o alla 100 Km, vieni a provare l’emozione di correre su un tracciato “MONDIALE”. “Torino, the passion live here”, era lo slogan delle Olimpiadi 2006. “Torino, the passion is back” potrebbe essere quello per il mondiale 24 ore 2015.
Intanto di passione attendiamo quella del popolo ultra nazionale, via aspettiamo in tanti, il 14/15 aprile.
La 24 ORE di Torino, conferma il suo alto gradimento anche all’estero, si registrano infatti al momento iscrizioni dall’Argentina, Germania, Cecoslovacchia, Francia, Spagna.

 

Buone corse.
Uff. Stampa
Il Giro d’Italia Run

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>