Cronaca slide — 01 aprile 2013

mezza sul serioCielo plumbeo su Gazzaniga ma la pioggia, caduta copiosa nella giornata di ieri, ha risparmiato a Pasquetta i 465 atleti presenti al via, sia della seconda edizione della “Mezza sul Serio”, che del “Primo Diecimila sul Serio”. Pericolo scongiurato quindi e anche quest’anno niente pesce d’aprile. Alle 9,30 in punto la partenza della 10km, con 115 podisti pronti a darsi battaglia sul duro percorso che aveva il suo snodo nei cinque comuni del cosiddetto “Distretto di Honio”, Gazzaniga appunto, Fiorano al Serio, Vertova, Colzate e Cene. Il meglio dell’atletica su strada (e non solo) della bergamasca a condurre le danze, con Igor Rizzi (Gav Vertova) in grado di staccare il quattro volte campione italiano di Maratona, Migidio Bourifa. 31’48″45 il tempo finale di Rizzi, con Bourifa capace di un crono pari a 32’38″85. A seguire Alberto Mazzucchelli e Luigi Ferraris, entrambi dell’Atletica Bergamo 59, con Michele Palamini (Gav Vertova) al quinto posto. Senza storia la gara femminile, con l’atleta di casa Paola Gariboldi (Gav Vertova) in grado di staccare le avversarie e di conquistare il successo. 37’42″75, con Pierangela Sala (Atl. Rebo Gussago) e Roberta Locatelli (Atl. Marathon Almenno S.S.), rispettivamente sul secondo e terzo gradino del podio. La Mezza sul Serio scattava alle 9,45, con un quartetto nordafricano a prendere il largo: l’italo-tunisino Raphael Tahary (Atl. Bergamo 59) e il trio marocchino composto da Khalid En Guady (Atl. Rodengo Saiano), Abdellatif Batel (C.S. S.Rocchino) e Tarik Marhnaoui (Colleferro Atletica). Il primo a staccarsi era inaspettatamente En Guady, causa qualche problema fisico, mentre a tirare il gruppetto era sempre Marhnaoui, il quale allo scollinamento di Colzate iniziava un forcing sul passo dei 3’ al km o addirittura sotto, che piegava la resistenza prima di Batel e poi di Tahary. Marhnaoui tirava il fiato solo nel secondo giro del percorso, una volta resosi conto che i suoi avversari non avrebbero avuto più cianche nei suoi confronti. Sul traguardo di Gazzaniga, il marocchino di stanza a Roma, chiudeva con un buonissimo 1h06m55s8, mentre Tahary e Batel confermavano la loro seconda e terza posizione, rispettivamente con i crono di 1h08m53s25 e 1h11m24s10. Di poco staccato En Guady (1h11m57s65), quarto, con Fabio Mella (Legnami Pellegrinelli) primo degli italiani, in quinta posizione. Sesta piazza per l’inossidabile Danilo Bosio (A.S.D. La Recastello Radici Group). Al femminile bis, dopo la vittoria del 2012, per Eliana Patelli (Atl. Valle Brembana), debilitata in settimana dall’influenza e dalla febbre alta. Troppa, però, la voglia di essere al via nella gara di casa e successo conquistato con il coltello tra i denti, in 1h21m28s45. Seconda piazza per l’italo-keniana Josephine Wangoi (Atl. Paratico), distanziata di poco più di trenta secondi: 1h22m03m30 il suo tempo. Sul terzo gradino del podio Lorenza Combi (Runners Colico – 1h25m04m30), mentre in quarta, quinta e sesta posizione concludevano nell’ordine Filomena Furlan (Bracco Atletica), Romina Pellegrinelli (Gav Vertova) e Samantha Galassi (A.S.D. La Recastello Radici Group). 300 gli atleti al traguardo, sui 350 iscritti. Un sentito ringraziamento a tutti gli atleti schieratisi al via e a tutti i volontari presenti sul percorso (circa 170), a garanzia della buona riuscita della manifestazione. Arrivederci al 2014!

Carlo Magni

Addetto Stampa

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>