Anteprima slide — 19 gennaio 2016

Corsa e fascino, panorama e mare, sudore e aria salmastra, agonismo e partecipazione: non si trovano facilmente tanti motivi per prendere parte a una mezza maratona (21,096 chilometri).Il mix magico si rinnova domenica 7 febbraio in occasione dell’undicesima Mezza Maratona internazionale delle due perle, organizzata dal manager Nicola Fenelli a Santa Margherita Ligure (GE) con il sostegno dell’amministrazione comunale e di molti sponsor. La gara è stata presentata martedì 19 gennaio presso la sede comunale- Naturalmente la gara di 21,096 chilometri sarà il “picco” di una due giorni ricchi di competizioni e di eventi collaterali.

PORTOFINO RUN

Sabato 6 febbraio si inizia con Portofino run, la corsa di dieci chilometri che prende il via alle 15 da via Vittorio Veneto alle 15. Una magnifica opzione adatta a chi , pur allenato, non se la sente di percorrere i fatidici 21,096 chilometri, ma una distanza più ridotta che consente una full immersion in località magnifiche come Paraggi e Portofino (giro di boa presso la mitica piazzetta). “Una manifestazione adatta anche alle famiglie- ha suggerito l’olimpionico Stefano Baldini, in passato testimonial- perché chi corre al sabato può fare il tifo il giorno dopo sul percorso della mezza. A seconda il caso, per il marito o la moglie”. Sarà una terza edizione  dal grande fascino ambientale. In contemporanea si corre Family run, la non competitiva aperta  a tutti.

MEZZA MARATONA DELLE DUE PERLE

Il clou della due giorni, domenica 7 febbraio, è dato dall’undicesima Mezza Maratona, competizione internazionale di 21,096 chilometri (partenza ore 9) che si snoda su uno dei percorsi più belli al mondo: le baie e le insenature fra Santa Margherita e Portofino, il verde del Parco, il fascino modaiolo del Covo di nord est da soli valgono la pena di correre sia con intenti agonistici, che per il puro piacere di stare nel gruppo. Un’organizzazione collaudata da anni prevede ricchi premi per i migliori classificati e per i partecipanti. L’albo d’oro della manifestazione ripercorre la storia della corsa su strada azzurra con Daniele Meucci, Valeria Straneo, Stefano Baldini, Stefano La Rosa, Ottaviano Andriani, Denis Curzi, Emma Quaglia, Bruna Genovese a occupare i vertici delle classifiche. “Le iscrizioni fanno segnare un trend del 15% in più rispetto all’anno scorso- sono le parole di Nicola Fenelli- e questo ci stimola a fare bene. L’anno scorso ho corso la Maratona di New York e sono stato ammaliato dall’atmosfera in gara. Vorrei che la gara avesse un respiro davvero internazionale”.

DANIELE MEUCCI E VALERIA STRANEO AL VIA

IL know how maturato in questi anni dal manager Nicola Fenelli fa sì che la mezza maratona abbia al via, in contemporanea, il meglio della maratona italiana del terzo millennio: bastano i nomi di Daniele Meucci (campione europeo di maratona nel 2014) e di Valeria Straneo (vicecampionessa mondiale e europea nonché campionessa continentale a squadre) a creare un’edizione numero undici da valore mondiale. Nel panorama nazionale e internazionale avere  al via due campioni europei è impresa ardua,: ebbene, c’è riuscita la Mezza Maratona internazionale delle Due Perle.

 EMMA QUAGLIA AL VIA

“Il percorso è bellissimo, per me la gara sarà un’ occasione di cogliere un risultato   significativo in vista dell’Olimpiade di Rio de Janeiro- ha detto Emma Quaglia del Cus Genova- voglio un tempo attorno all’ora e tredici che mi faccia vivere sensazioni giuste”. Queste le parole piene di entusiasmo dell’altra “gemma” della corsa, ossia Emma Quaglia del Cus Genova, pioniera dell’atletica italiana con tanti titoli italiani nel mezzofondo e la condivisione, con Valeria Straneo, del magnifico oro a squadre di maratona femminile 2014.

IL PLAUSO DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

Il sindaco di Santa Margherita Ligure Paolo Donadoni e la consigliera comunale Patrizia Marchesini esprimono il loro entusiasmo in una dichiarazione congiunta: “La Mezza Maratona delle due perle è un ottimo esempio di come si possa utilizzare e promuovere intelligentemente il nostro territorio: godere i paesaggi e la natura facendo sport, quindi attraverso la condivisione con gli altri dei valori sportivi, creare un indotto turistico in bassa stagione. L’amministrazione sostiene la manifestazione e sta incentivando nuove manifestazioni che si fondano sulla stessa intuizione e sullo stesso spirito”.. Un modo anche per rivitalizzare il turismo invernale:la gara è ormai entrata nel cuore del “popolo” di Santa Margherita (e non solo).

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>