Cronaca — 19 aprile 2011

Premetto di essere un podista dilettante e di essermi avvicinato a questo sport da circa un anno(è STATA LA MIA PRIMA MEZZA MARATONA), con molta passione ed entusiasmo,provenendo da un altro sport come il tennis . Non darò quindi giudizi tecnici sulla competizione perchè non ho le competenze. Inutile dire che ho provato molteplici sensazioni, tutte bellissime a cominciare dall’atmosfera della partenza per poi proseguire allo spettacolare passaggio nella mostra d’oltremare accompagnato dalle note di musica classica,al passaggio in piazza plebiscito tra l’incitamento degli spettatori.L’unica nota stonata, ed ecco il motivo di questo articolo,è stata quella di leggere sulle pagine dei giornali il giorno dopo la manifestazione, che i partecipanti sono stati costretti ad uno slalom tra la spazzatura. A parte il fatto che la spazzatura era presente con un solo cumulo in via Toledo, credo che come spesso succede per la nostra città,invece di dare risalto a questi eventi organizzati in modo impeccabile ,si cerca in maniera strategica e propaganditica di screditare ciò che di buono si riesce….. comunque a fare. Inviterei quindi tutti a soffermarsi di più sui lati positivi della nostra splendida città piuttosto,come appunto spesso succede,su quelli negativi.,senza bisogno di doverceli ricordare in ogni occasione 


 


 


 


 

Autore: Francesco Orlandi

Share

About Author

Peluso

  • enza colantoni asd stufe di nerone

    a pensarci bene su ogni sacchetto della spazzatura sarebbe stato originale attaccarci le foto di ogni politico responsabile.Le magliette degli atleti erano troppo pulite per la loro lurida faccia.viva napoli e forza napoli

  • sandro pagano – iss nola.

    Bravo Francesco : l’ho notata anch’io ( non la spazzatura, bensì la sciocchezza scritta dai giornali) , si è scritto di slalom, termine assurdo perchè dà l’idea che la spazzatura invada anche la sede stradale, costringendo i podisti a “dribblarla”, la qual cosa è destituita di ogni fondamento. Confermo che c’era un solo unico cumulo a Via Toledo, (peraltro non sulla sede stradale ma sul marciapiede) e sfido chiunque a dimostrare il contrario. La spazzatura traboccava da ogni cassonetto, come sempre dal 1994, ma non ha mai invaso i 21 kilometri, tranne in quell’unico punto, clamoroso in quanto “salotto buono” della città. Napoli ha problemi in abbondanza, non permettiamo che ne inventino di sana pianta altri…

  • sonia marongiu atletica città di padova

    bravo francesco. ho fatto tre volte la mezza maratona di napoli. se non abitavo cosi lontano l’avrei rifatta mille volte!! e davanti agli occhi sarebbe rimasta sempre l’immagine di una bellissima città, le emozioni della gara e la voglia di far bene nonostante tutto.

  • Pasquale Moio ex Asd Stufe di Nerone

    Io c’ero e dalla maratona del 2006 era la prima volta che ricorrevo nella mia città, e devo dire bravi a tutti, dagli organizzatori a l’ultimo degli addetti allo spugniaggio (compreso la mia amica Nunzia Zanfardino). L’unica nota stonata è stata ahimè qualche politico che non ha perso occasione anche in questa manifestazione per fare campagna elettorale, ma dico io con tutto quello che stiamo attraversando si ha ancora il coraggio di certi gesti? In quanto a Francesco concordo appieno l’unico cumulo era a via Toledo e sinceramente per il resto è stato tutto perfetto, mi ripeto bravi!!!!!

  • gaetano di vaio silma casalnuovo

    io cero e a essere sincero non la volevo fare perche gli anni addietro era uno schifo correre x napoli pero questanno tanto di cappello agli organizatori veramente uno spettacolo se poi la vogliamo sputtanare fa parte del nostro dna criticare tutto cio che riesce bene al contrario del nord che tutto quello che fa schifo ce lo presentano come oro complimento agli organizatori

  • BERTONE ERCOSPORT

    CONCORDO PIENAMENTE CON FRANCESCO MA AL DILA DI QUESTA CONSIDERAZIONE MA PERCHE I GIORNALI SE NE SONO ACCORTI DURANTE LA CORSA .NON VORREI SBAGLIARMI MA QUELLA SPAZZATURA STA LI DA UN BEL PO.PER CARITA E UNA COSA VERGOGNOSA MA GUARDIAMO QUANTA GENTE C/ERA PER UNA VOLTA FACCIAMO PREVALERE LO SPORT ALLA POLICA.SALUTI A TUTTI BELLI E BRUTTI.

  • alessandro garatto PODISTICA MARCIANISE

    A dire il vero io voglio fare i complimeti e per l’organizzazione e per il percorso….
    poi io tanta spazzatura non l’ho vista…

  • Domenico Iannace ASA Detur

    La spazzatura sta li da sempre la stampa lo sa e’ che la nostra citta’ fa notizia solo in questo senso. I cari amici della stampa avrebbero pero’ dovuto parlare molto dello sforzo straordinario fatto nell’organizzare questo evento credo sicuramente con un budget ridotto. Invece dell’immondizzia perche’ non hanno parlato della settimana della prevenzione, il vero valore aggiunto di questa mezzamaratona, dove migliaia di cittadini a cominciare da me e mia moglie hanno usufruito di questo servizio. Sanno di cosa e’ stata l’iniziativa “Pulcinella degli ospedali”quando abbiamo portato un sorriso a tanti bambini negli ospedali napoletani. Non oso nemmeno pensare allo sforzo che hanno dovuto fare gli amici nell’organizzare il villaggio maratona in una citta’ dove non funziona niente. Bisogna complimentarsi solo con loro. A proposito della spazzatura. Visto i grandi risultati avuti nell’organizzare la Maratona e la Mezza Maratona, secondo me gli amici di Napoli Marathon con i mezzi e le risorse finanziare adeguate risolverebbero loro il problema dell’immondizia a differenza di tutti i politici che hanno fallito

  • giancarlo demarco

    Ho partecipato alla Mezza Maratona di Napoli, ed ho constatato , dopo aver fatto anche la Maratona di Napoli, che l’organizzazione non ha deluso neanche questa volta. Infatti, il traffico e’stato tenuto a bada con efficacia dai VV.UU. e dai volontari.Il percorso, non facile, e’stato allietato dal bellissimo e musicale passaggio nella mostra d’Oltremare. Purtroppo pero’ manca ancora molto alla crescita dell’evento ai livelli Internazionali. A parte la presenza umiliante per noi atleti napoletani dell’ormai eterna “spazzatura”, a cui sembriamo esserci assuefatti anche nel dribblarla con particolare abilita’, c’e’ da segnalare l’errato abbinamento dei microchip agli atleti della squadra dell’ASA DETUR, dove per una volta,gli ultimi sono stati davvero i primi… e qualcuno non e’ arrivato ancora…A Berlino eravamo 40.000 mila. Dopo poche ore erano gia’uscite le classifiche.E S A T T E. Ultima nota di colore: l’ aspirante sindaco al comune di Napoli – Lettieri- che correva attorniato da uno stuolo festante ed ammiccante di aspiranti assessori, ricoperti da una maglietta pubblicitaria .A suo favore ovviamente. E’squallido appropriarsi di un evento sportivo condiviso e finanziato da TUTTI gli Atleti .E’ quasi un furto … ma certo non se ne sono accorti…

  • Antonietta Caprio- Atletica Giugliano

    Sarà che ho un cuore atletico/romantico ma io ho visto una Napoli a mio avviso atleticissima, sportiva nell’anima, che sa essere competitiva, meravigliosa e splendente come nessun’altra città. Bellissima gara organizzata sempre meglio in una cornice panoramica ed umana stupenda.
    Si!!! penso proprio che la mia prima 42 km possa essere benissimissimo quella di Napoli. Ciao ed alle prossime gare :-)

  • Gioacchino Stagliano ASA DETUR

    Voglio sottolineare che a parlare della mezza maratona unicamente come slalom dei podisti tra l’immondizia è stato proprio il TG3 Campania, la testata giornalistica che raggiunge il maggior numero di campani. Speriamo che sia stato un caso, ma quando qualcosa comincia a funzionare c’è sempre qualcuno che rema contro per disaffezione alla città o peggio ancora per interessi personali. Ma noi c’eravamo e la nostra testimonianza vale più di qualsiasi sevizio giornalistico. Passate parola. Grazie.

  • Lucia Avolio Napoli Nord Marathon

    Io non c’ero a Napoli quest’anno, ero a correre la maratona di Madrid con i miei amici di squadra. Sorvolo sugli inutili dettagli e paragoni tra le due realtà distante anni luce.Fossi stata al posto del candidato sindaco e dei suoi adepti avrei evitato di farmi pubblicità in questo modo, perchè se è vero che c’era tanta immondizia lui non ne esce bene. Forse l’organizzazione avrebbe dovuto impedire tale commedia da quattro soldi oppure, per rispetto di tutti i partecipanti, squalificare tali sedicenti podisti compreso il tanto amato candidato. Lo sport è libertà e non va strumentalizzato da un gruppo di politici e politicanti. Questo è uno spettacolo peggiore della munnezza,mi domando: che ci possiamo aspettare noi napoletani da uno così?Al peggio non c’è mai fine!

  • Antonietta Caprio- Atletica Giugliano

    Non ho preferenze politiche ma a mio avviso meglio un candidato dall’animo pseudo atletico, sembra abbia chiuso in un ora e 38′, che uno seduto solo in poltrona ad ammuffire e giocare con l’ipod o il computerino a ns. spese.
    La spazzatura è un problema che sarà difficilissimo eliminare, purtroppo, anche perchè siamo un popolo che ha perso l’abitudine d’indignarsi e ribellarsi davanti a brutture del genere, subendole passivamente.

  • Maddalena Lega – Libero (Capodrise-Caserta)

    Sinceramente la gara a me ha lasciato nel cuore un misto di emozioni….ho visto una città meravigliosa con i suoi palazzi e la sua gente…ho letto nell’animo di ognuno la voglia di partecipare e poter dire: c’ero anche io! Mi ha pervaso un brivido di gioia al passaggio nella mostra d’oltremare e una piccola lacrima mi ha rigato il viso all’arrivo al traguardo! La “monnezza” dove era? Io, non l’ho vista!

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>