Atletica News HOME PAGE — 26 agosto 2012

Il vicecampione europeo dei 10000 metri, Daniele Meucci è tornato in gara oggi pomeriggio all’Aviva Birmingham Grand Prix. Il toscano dell’Esercito ha affrontato le 2 Miglia (3218 metri) evento conclusivo del meeting. La gara è stata vinta dall’idolo britannico Mo Farah che, dopo il doppio oro olimpico (5000 e 10000 metri) di Londra, oggi si è preso gli applausi di tutto il pubblico, chiudendo la sua passerella in 8:27.24. In scia alla sua volata è rimasto proprio l’azzurro, secondo in 8:28.28 davanti allo statunitense Garrett Heath (8:29.43). Tra gli spunti più interessanti della riunione il bel duello tutto USA, finito 12.96 a 12.98 (-0.9), tra l’olimpionico Aries Merritt e l’iridato Jason Richardson che ai Giochi era stato argento. Lo sprint femminile vede la seconda rivincita consecutiva di Carmelita Jeter sull’olimpionica Shelly-Ann Fraser-Pryce, 10.81 a 10.90 (+0.7), mentre al maschile i 200 metri portano al successo il giamaicano Nickel Ashmeade che ha la meglio in 20.12 (vento nullo) su Tyson Gay (20.21). 400hs a Kaliese Spencer in 53.78, soltanto quarta la campionessa olimpica Natalya Antyukh (54.95). Nell’alto degli uomini, il britannico Robbie Grabarz è primo a quota 2,32 sul 2,28 degli olimpionici russi Ukhov e Silnov, con il giovane Ahmed Barshim, reduce dal sorprendente 2,39, stavolta quarto a 2,24. Nei lanci, insuperabili gli ori olimpici Valerie Adams nel peso (20,52), Robert Harting nel disco (66,64) e Barbora Spotakova nel giavellotto (66,08). La Samsung Diamond League si prepara ora a vivere l’atto conclusivo della stagione 2012 con le finali di Zurigo (30 agosto) e Bruxelles (7 settembre).

Oggi al Memorial Zdenka Hrbacka di Dubnica (Slovacchia), Veronica Borsi (Fiamme Gialle) ha corso la seconda serie dei 100hs finendo terza in 13.22 (-0.1) dietro alla giamaicana Shermaine (13.00) e alla ceca Škrobáková (13.21). La compagna di club Margherita Magnani, impegnata nei 1000 metri, non ha portato a termine la sua gara. Sabato 25 agosto, al meeting Bigbank Kuldliiga di Tallinn (Estonia) 10.56 (-0.3) di Simone Collio nelle batterie 100 metri. In finale, lo sprinter delle Fiamme Gialle, a seguito di un piccolo imprevisto con il blocco in fase di partenza, è stato costretto a fermarsi.

Ufficio Stampa Fidal

Share

About Author

Peluso

  • di maio giuseppe

    sei un grande daniele meucci pochi sono in grado in italia di fare simili imprese a livello internazionale .

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>