Cronaca — 31 gennaio 2010

La Cinque Mulini numero settantotto ha offerto anche oggi, come avviene ininterrottamente dal 1933, il suo spettacolo. Sul nuovo percorso del “Vallo” – che ha passato a pieni voti il suo esame di maturità – è toccato all’atleta etiope iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro della classica sanvittorese. La corsa è vissuta sull’allungo di Humegnaw MESFIN al quarto dei cinque giri in programma della distanza complessiva di dieci chilometri. A quel punto la gara non ha avuto più storia. Neppure per il keniano Richard MATEELONG e per l’altro etiope Abere Lema CHANE , che hanno concluso nell’ordine. La settima prova del circuito Iaaf si è corsa in una giornata gelida sul nuovo tracciato dei mulini dove il giovane, proprio nel giorno del suo ventunesimo compleanno , ha dimostrato di essere troppo superiore agli avversari. Era dal 2002 che un atleta etiope non vinceva la Cinque Mulini – successo allora del grande Kenenisa BEKELE. Fra gli azzurri il migliore è stato Bernard DE MATTEIS, settimo .
In campo femminile è toccato alla keniana Nancy Jebet LANGAT , campionessa olimpica dei 1500 metri , mettere in fila l’etiope Tizita BOGALE e la portoghese Ana Dulce FELIX. Per quanto riguarda le italiane, la migliore è stata Fatna MARAOUI giunta sesta. L’edizione femminile festeggiava per l’occasione il suo quarantesimo compleanno. Quaranta edizioni che hanno visto al via, negli anni, quanto di meglio l’atletica internazionale poteva presentare. Successo del giovane Marouan RAZINE del C.U.S. Torino nella prova riservata agli juniores.


Questi gli altri vincitori di giornata :
– Amatori Femminile : Claudia GELSOMINO (N.Atl. Fanfulla Lodigiana) ;
– Amatori Maschile Fino a MM45 : Marco BRAMBILLA (Atl. San Marco U.S. Acli) ;
– Amatori Maschile MM50 e oltre : Luigi Pierangelo TESTA (Atl. Paratico) ;
– Allieve : Valentina MARCHESE ( Fondiaria – Sai Atletica) ;
– Allievi : Iassine RACHIK (Hippodron 99 Pontoglio) .
Appuntamento per gli appassionati della Cinque Mulini all’edizione 2011 il prossimo 6 febbraio.
Un’edizione che , il condizionale è d’obbligo , dovrebbe vederci ospitare la Coppa Europa a squadre di corsa campestre.

Autore: Ufficio Stampa Cinque Mulini

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>