TuttoCampania — 14 ottobre 2013

vincitrice spaccanapoliOgni anno un appuntamento immancabile! Oggi poi ho avuto il piacere di condividere quest’esperienza con una dolce e forte ragazza di Agropoli : Elite De Rosa, di appena 18 anni, che preferisce gareggiare su pista e che da appena un anno è entrata a far parte dello splendido mondo del podismo. Con le idee ben chiare ha detto che, nonostante le difficoltà incontrate quest’anno con l’inizio dell’università ; la mancanza del sostegno quotidiano della squadra durante gli allenamenti e la lontananza da casa, “…la corsa mi è entrata nel sangue ed è impensabile per me decidere di lasciarla.” Dice. Condivido pienamente. Infatti, nonostante le difficoltà differenti che vivo quotidianamente anch’io, legate al lavoro, alla famiglia e tanto altro, non riuscirei più a pensare la mia vita senza la corsa.

Un sole meraviglioso e la temperatura mite hanno reso questa giornata incredibilmente piacevole, il calore della gente e gli incitamenti costanti hanno completato l’opera donando a tutti un sorriso e strappando una promessa “Ci rivedremo tutti qui il prossimo anno.”

Il tracciato, impegnativo e tecnico, ci porta per i primi 5 km nella meravigliosa Napoli antica, ad ammirare viuzze, monumenti e chiese, cioè tutta la storia di questa nostra splendida città partenopea, impegnando così la muscolatura su salite, discese e basalto, per poi accompagnarci dolcemente sullo splendido lungomare, che ha tanto da donarci in termini di spettacolarità.

Insomma un tracciato misto che richiede, oltre ad una discreta condizione fisica, anche buona dote di esperienza per affrontarla in modo tattico e tecnico in ogni sua singola parte.

La gara femminile è stata vissuta in un clima di forte agonismo e sana competizione, infatti dal 1° al 5° km il gruppetto delle prime 4 donne viaggiava quasi compatto. Dopo diversi capovolgimenti di fronte il podio si è deciso solo negli ultimi 3 km, ed è stata una delle gare più affascinanti della mia carriera agonistica.

Voglio ringraziare tutte le mie amiche podiste che ogni domenica si mettono in discussione e si impegnano al massimo.

Un saluto e un arrivederci a presto alla prossima avventura da Marilisa Carrano.

marilisa carrano

Per Podistidoc Marilisa Carrano

Share

About Author

Peluso

  • Lucia Avolio

    Domenica scorsa a Milano si è corsa la DJ Ten una 10 km con la partecipazione di circa 15.000 persone…A Napoli nella stessa giornata, su un percorso che è centomila volte più bello non si arrivava a 300 iscritti. Ciò che scrivi Marilisa è bello, interessante ma forse dovremmo riflettere anche e soprattutto su questo. E poi magari in una qualsiasi provincia campana una domenica qualunque si organizza una gara con 1.200 iscritti. I problemi sono due: la sovente dis-organizzazione degli organizzatori e la mancanza di fiducia dei podisti campani. Grazie a te e a quanto ci racconti del podismo con i tuoi articoli.

    • Claudio Morra

      Effettivamente da noi sembra sempre tutto più complicato ma credo sia la mentalità partecipativa che dovrebbe cambiare,il modo di porsi verso gli altri,l’aggregazione, tutti appellativi che una volta erano il nostro fiore all’occhiello!Sono pochi mesi che corro e questo è quello che purtroppo ho potuto constatare.Consolidati podisti che invece di partecipare alla spaccanapoli hanno preferito correre nel bosco di capodimonte,scusatemi ma io questo non lo capirò mai!Con la speranza in un veloce cambiamento vi lascio un affettuoso saluto.Claudio Morra

    • Marilisa

      Si, è vero, spesso si resta delusi per mancanza di organizzazione e si disertano gare importanti e bellissime, ma la nostra voglia di correre non deve farsi condizionare da questo. Io la domenica mattina parto con la gioia di gareggiare con il solo desiderio di incontrarmi con tanti cari amici e passare una bella mattinata . Questo è lo spirito giusto. Ti saluto e ti aspetto alla prossima gara :).

      • Claudio Morra

        Ciao Marilisa condivido in pieno il tuo pensiero sui giusti valori sportivi e praticamente sfondi una porta aperta perchè non fanno altro che rispecchiarsi in pieno con ciò che accadde negli ultimi tre km della Spaccanapoli,(sono quello che ti spalleggiò fino al traguardo ) terminando poi la gara con uno spontaneo abbraccio!Ecco,sono convinto che ciò che più conta nello sport,oltre al riscontro cronometrico, sono proprio i valori umani,proprio perchè rimarranno indelebili nella propria mente! Ti saluto e se ci sarai ci vedremo a Marano il 29/12/13

        • Marilisa

          Ciao Claudio! Scusa ma io con i nomi ho poca memoria, ma ricordo benissimo le emozioni vissute con gli amici al traguardo, specie se “quel” traguardo ha significato una vittoria importante! La “Spaccanapoli è una di quelle gare che porterò nel cuore per lunghissimo tempo, grazie del sostegno :). Ti saluto e spero di incontrarti presto in gara. Il 29 però non ci sarò a Marano, forse vado a Caserta. Ti lascio tanti auguri di Buon Natale e buone feste.

          • Claudio Morra

            Per carità,non pretendevo certo di essere riconosciuto,un in bocca al lupo per caserta e di nuovo Buone Feste!

  • silvio scotto pagliara

    il perchè di correre al bosco ???? ..si dovrà essere un motivo valido …………..Ciao Claudio .
    ad maiora ,amico podista .

    • Claudio Morra

      Ciao Silvio sicuramente indagherò sulle mancate partecipazioni agonistiche…alla prossima caro!

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>