Atletica News — 02 settembre 2010

Padova 02.09.10) La magia degli Europei di Barcellona prosegue allo Stadio Euganeo. Mancano ormai solo poche ore al XXIV Meeting Città di Padova di atletica leggera in programma venerdì dalle 19.30. Sotto agli occhi di RaiSport (diretta di RaiSport UNO dalle 19.05 alle 22.15 e un’ora dopo su RaiSport DUE; sintesi in onda sabato 4 settembre su Rai 3 dalle 16.25 alle 17.15 con il commento di Franco Bragagna e Attilio Monetti e la regia di Nazareno Balani) sfileranno oltre 160 atleti provenienti da 32 diverse nazioni. Il cast è stato presentato a Palazzo Moroni, sede del Comune di Padova.

LE DICHIARAZIONI. «Siamo contenti di poter portare nella nostra città così tanti campioni e di poterlo fare mantenendo l’ingresso gratuito, richiamando migliaia di persone – ha ricordato l’assessore allo sport Umberto Zampieri – Grazie al nuovo impianto indoor a fianco all’Euganeo avremo un vero e proprio polo dedicato all’atletica, utilizzato tutto l’anno dai ragazzi delle scuole e dalle società».
«E’ il nostro obiettivo: organizzare eventi di livello internazionale come il Meeting di atletica leggera e la Maratona S.Antonio, ma portando avanti il lavoro quotidiano che si rivolge agli atleti di tutte le età – ha sottolineato Federico de’ Stefani, presidente di Assindustria Sport, la società che organizza la manifestazione con il prezioso sostegno del Comune, della Camera di Commercio di Padova, di Confindustria Padova e di Fischer e Nike – Da questo punto di vista, un evento come il Meeting, giunto alla sua XXIV edizione, è uno straordinario volano, perché consente di ammirare dal vivo tanti campioni che altrimenti potremmo vedere solo in tivù».
Fondamentale la collaborazione con le Fiamme Oro, con cui da sempre Assindustria lavora in sinergia e con le Fiamme Gialle, con cui il club gialloblù ha dato vita al progetto Campus Nike, che permetterà alle migliori promesse italiane under 18 di sfidarsi nei 1000 metri in un palcoscenico d’eccezione. «E’ un’iniziativa importante perché vede società militari, società civili e comitati regionali interagire tra loro a favore dei giovani di maggior talento – ha evidenziato il colonnello Vincenzo Parrinello, comandante del Gruppo polisportivo Fiamme Gialle – E’ una sinergia importante, perché indica la strada che l’atletica italiana deve percorrere».
Tanti i campioni al via. Vediamo dunque di soffermarci sulle sfide più significative di questa edizione.

GLI UOMINI. Partiamo dagli uomini. Nei 100 si annuncia una sfida fra il giamaicano Michael Frater, oro ai Giochi olimpici di Pechino e ai Mondiali di Berlino con la staffetta veloce e il rientrante Justin Gatlin, oro ad Atene 2004. Gli azzurri Maurizio Checcucci (reduce dalla medaglia d’argento conquistata ai campionati europei di Barcellona con la staffetta 4×100), Jacques Riparelli e Fabio Cerutti proveranno a dire la loro.
Negli 800 il pronostico si divide fra il senegalese Mor Seck, il primatista spagnolo Antonio Manuel Reina e lo statunitense Alan Webb, con l’Italia rappresentata da Mario Scapini e dall’atleta di Assindustria Alberto Luccato. 400 a ostacoli nel segno dell’americano Justin Gaymon e del francese Sebastien Maillard con il campione italiano Giacomo Panizza, Gianni Carabelli e Leonardo Capotosti a fare da incomodi.
Il salto in lungo vede il pronostico dalla parte dell’australiano Christopher Noffke (8.33 di primato personale) con altri cinque atleti in grado di saltare oltre gli 8 metri: lo spagnolo Luis Felipe Meliz, due volte finalista alle Olimpiadi, i russi Alexander Menkov e Dmitriy Plotnikov e gli azzurri Emanuele Formichetti e Stefano Dacastello. Getto del peso con un favorito d’obbligo: il giamaicano Dorian Scott, campione in carica dei Giochi del Centro America e Caraibici, con una nutrita comitiva italiana composta da Paolo Capponi, Marco Dodoni, la speranza azzurra Daniele Secci, Andrea Ricci e il giovane portacolori gialloblù Tommaso Parolo.

LE DONNE. I 100 femminili promettono spettacolo. L’atleta da battere è la giamaicana Sherone Simpson (10’82 di personale), argento a Pechino e presente alla conferenza («E’ la mia ultima gara stagionale prima di rientrare a casa e punto a chiudere in bellezza»). Si ripeterà così il duello della scorsa edizione con la statunitense Gloria Asumnu, attenzione, però, all’americana Mikele Barber, oro con la staffetta a Osaka 2007, a una beniamina del pubblico di casa come mamma Manuela Levorato e Maria Aurora Salvagno.
Nel doppio giro di pista la più attesa è l’azzurra Elisa Cusma, ma dovrà guardarsi dalla russa Yelena Kofanova, campionessa continentale under 23 e dalla specialista di casa Yusneysi Santiusti. Nei 3.000 la favorita è la keniana Pauline Korikwiang, ma dovrà stare attenta alla connazionale Purity Cherotich Rionoripo e all’etiope Genzebe Dibaba.
Nel salto con l’asta torna alle gare Anna Giordano Bruno dopo sei mesi trascorsi ai box per infortunio e, assieme alla primatista italiana di Assindustria, sale in pedana anche Elena Scarpellini, ma la favorita è la russa Yuliya Golubchikova, campionessa europea indoor in carica, con la tedesca Carolin Hingst, finalista a Pechino, sulla sua strada.
Cast stellare nel peso femminile, con la tedesca Nadine Kleinert, argento a Berlino e habituée dei podi internazionali, chiamata a confrontarsi con la bielorussa Yanina Pravalinskay-Karolchyk, oro a Sidney 2000 ma anche in questa stagione capace di raggiungere i 19.95 metri. Due rivali di prestigio per la primatista italiana Chiara Rosa, altra beniamina del pubblico dello Stadio Euganeo. Sempre nei lanci, ma nel giavellotto, copertina alla tedesca Christina Obergföll, bronzo ai Giochi di Pechino e argento agli Europei, con la slovena Martina Ratej, finalista a Barcellona e Berlino, a lanciare la sfida, e l’Italia rappresentata da Zahra Bani e dalle portacolori di Assindustria Maddalena Purgato ed Elena De Lazzari. E sono ben sei le atlete iscritte capaci di superare la soglia dei 60 metri.


 

Autore: Assindustria Sport Padova

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>