Atletica News slide — 30 maggio 2016

pistaAnche quest’anno il Golden Gala Pietro Mennea sarà un evento per tutti. Nel pomeriggio di giovedì 2 giugno allo Stadio Olimpico di Roma, torneranno le gare dedicate agli atleti Master per la terza volta di fila, su proposta di Giacomo Leone, consigliere federale e vicepresidente World Masters Athletics, e di Gerardo Vaiani Lisi, presidente commissione master FIDAL. Non solo un preludio al meeting internazionale, ma un’occasione per partecipare in una cornice unica, sulla pista che poco più tardi accoglierà le stelle dell’atletica mondiale. Complessivamente si svolgeranno 5 gare “over 35” a invito: la novità di questa edizione è la staffetta 4×100 mista, con due uomini e due donne in ogni team, introdotta per celebrare al meglio lo spirito di squadra. Il via alle ore 17:30 con nove società, tutte presenti con entrambi i settori nella finale nazionale per club della scorsa stagione: Atletica Virtus Castenedolo (campione d’Italia sia maschile che femminile), Romatletica Footworks, Atletica Ambrosiana, La Fratellanza 1874 Modena, Liberatletica Roma, Sef Macerata, Assi Giglio Rosso Firenze, Atletica Pistoia, Vittorio Alfieri Asti. E poi quattro gare individuali, che vedranno alla partenza alcuni dei protagonisti nelle rassegne internazionali. Per il mezzofondo si correranno gli 800 metri: alle ore 17:40 le donne con Elena Fustella, vincitrice di tre ori W45 ai recenti Europei master indoor di Ancona, insieme alle campionesse continentali di cross W45 a squadre Laura Avigo e Cinzia Zugnoni, senza dimenticare Lucia Pollina (argento negli 800 W40 agli Europei indoor), Simona Prunea (seconda negli 800 e terza nei 1500 W45 alla rassegna di Ancona) e Gigliola Giorgi, vicecampionessa mondiale della 4×100 W45 all’aperto. Gli uomini saranno impegnati alle 17:50 sugli 800 metri con l’oro europeo indoor M50 Francesco D’Agostino e l’ex iridato in sala Giuseppe Romeo, che l’anno scorso ha preso parte alla gara M50 disputata ai Mondiali di Pechino. Infine le spettacolari sfide dello sprint, con i 100 metri femminili (ore 18:00) che annunciano Miriam Di Iorio, Lucilla Fiori e Marta Roccamo, campionesse europee indoor della staffetta 4×200 W45, insieme a Cristina Sanulli, oro mondiale nella 4×400 W40 outdoor, e Gianna Lanzini, salita sul gradino più alto del podio continentale al coperto sui 400 W55. Gran finale con i 100 maschili (ore 18:10) in cui è iscritto Mario Longo, azzurro della velocità (bronzo nella 4×100 agli Europei di Spalato nel 1990) che quest’anno ha stabilito il primato mondiale M50 dei 60 metri indoor (7.04 ad Ancona) sfiorando poi il record europeo di categoria all’aperto (11.30 il 21 maggio a Napoli, a un centesimo dal crono di 11.29 ottenuto nel 2009 dal francese Bruno Dupuy). Ma sul rettilineo dell’Olimpico ci sarà fra gli altri Alfonso De Feo, tre ori agli Europei indoor (200, 400 e 4×200) e due volte sul podio M50 ai Mondiali master della scorsa stagione, con l’argento nei 100 e il bronzo sui 200 metri.

Ufficio Stampa FIDAL.
Federazione Italiana di Atletica Leggera

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>