TuttoCampania — 28 gennaio 2010

IN RIFERIMENTO ALLA MANIFESTAZIONE DI S.ANTONIO ABATE DI PODISMO SU STADA,DEL 24 U.S. QUALORA CE NE FOSSE BISOGNO PRECISIAMO,CHE LA MANIFESTAZIONE IN OGGETTO ERA UNA MANIFESTAZIONE APERTA AI TESSERATI CSAIN, E AD ALTRI DI PROMOZIONE SPORTIVA  RICONOSCIUTI DAL CONI. MANIFESTAZIONE CHE FA PARTE DI UN PROGETTO PILOTA  CSAIN/CONI 2010.


INOLTRE COME AMPIAMENTE PRECISATO  NEL REGOLAMENTO PUBBLICATO E PUBBLICIZZATO, ABBIAMO APERTO LA MANIFESTAZIONE ANCHE A COLORO ,CHE ANCHE SE NON APPARTENENTE A NESSUN ENTE DI PROMOZIONE SPORTIVA, PER UNA QUESTIONE SIA ASSICURATIVA (CONVENZIONE ASSICURATIVA CSAIN/IL FARO N. DI POLIZZA 4010831), CHE NORMATIVO,CON LA PARTECIPAZIONE ALLA MANIFESTAZIONE, ACCETTAVANO TACITAMENTE IL TESSERAMENTO TEMPORANEO CSAIN, DIVENTANDO A TUTTI GLI EFFETTI DEI TESSERATI CSAIN GIORNALIERI.


IL TUTTO E’ STATO LIBERAMENTE SCELTO DAI SINGOLI PODISTI CHE HANNO DECISO DI PARTECIPARE ALLA MANIFESTAZIONE.


IL TUTTO NELLA MASSIMA TRASPARENZA  E CORRETTEZZA, SENZA MINACCE  NE COERCIZIONI ,METODI,CHE NON FANNO PARTE DELLA NOSTRA CULTURA SPORTIVA

Autore: Comunicato stampa

Share

About Author

Peluso

  • Roberto Marabini – Atletica Varese

    Buongiorno a tutti,
    sono all’oscuro di quali sono i fatti specifici che hanno portato gli ottimi organizzatori della Maratonina di Sant’Antonio ad emettere questo comunicato.
    Quello che so è che sono tesserato Fidal da 34 anni (continuativi) e che invito qualunque federazione, associazione, tesserato o privato cittadino che avesse qualche obiezione rispetto alla mia partecipazione (o a quella di qualcunque altro tesserato Fidal) alla manifestazione di domenica ad esprimersi pubblicamente.
    Ritengo, da libero cittadino, di poter partecipare a qualunque manifestazione, sportiva o non sportiva, agonistica o non competitiva, con l’unico vincolo di rispettare il regolamento della singola manifestazione indicato dai rispettivi organizzatori.
    In altre parole, non credo proprio che A NORMA DI REGOLAMENTO la Fidal possa impedirmi queste mie libere scelte. Le recenti e confuse INTERPRETAZIONI che sono circolate negli ultimi mesi ritengo siano il frutto di un abbaglio che meriterebbe di essere CHIARITO in prima persona dal presidente federale Francesco Arese, che stimo e rispetto.
    Vorrei il bene dell’atletica e dello sport, e non lascerò che stupidità, invidia o altri interessi inconfessabili possano continuare a distruggere il nostro sport, come qualcuno (che certo non è la dirigenza Fidal nazionale, cui posso attribuire solo una pericolosa latitanza su questi temi) sta cercando di fare in tutti i modi da troppi anni.
    Saluti a tutti.

  • ANTONIO LANZUISE – PODISTICA BOSCO DI CAPODIMONTE

    DESIDERO COMMENTARE LA DECISIONE DELLA FIDAL CAMPANIA DI APPLICARE UNA SQUALIFICA AGLI ATLETI TESSERATI FIDAL CHE HANNO PRESO PARTE ALLA MANIFESTAZIONE DI S. ANTONIO ABATE.
    CON TUTTO IL RISPETTO CHE HO VERSO GLI ORGANI FEDERALI E IL PRESIDENTE SANDRO DEL NAIA, HO PRESO VISIONE DEL CALENDARIO
    GARE ANNO 2010 E DAL NOTIZIARIO N.7 DEL 22 DICEMBRE 2009 S.ANTONIO ABATE ERA REGOLARMENTE IN CALENDARIO.
    ALLA LUCE DI QUANTO ESPOSTO E DEI RECLAMI AVUTI DAGLI ISCRITTI ALLA BOSCO DI CAPODIMONTE NON VEDO I PRESUPPOSTI PER UNA CONDANNA DA PARTE DEGLI ORGANI SPORTIVI GIUDICANTI. VI SALUTO CON L’INVITO A SMORZARE GLI ANIMI PER IL BENE DELLO SPORT.

  • evangelista antonio apd atletica scafati

    credo che nessun organo federale possa arrocarsi il diritto di squalificare un atleta amatore che nella piena libertà di scelta decide di partecipare ad un evento sportivo qualunque sia l’ente organizzativo…….se dovesse succedere , sarei pronto a dividere la mia tessera (fidal) in due una a me e l’altra in faccia a chi lo farebbe….ciao a tutti gli amanti dello sport nb viva la libertà

  • Mariano Formisano – A.L.B.A. Bacoli

    Per la pubalgia sono stato lontano dalle gare circa un mese… speravo che queste assurdità fossero acqua passata… ma oggi, quando crontrariamente a tutti mi sono imposto di riprendere (anche se a ritmi più calmi), ho appreso, da alcuni amici ed atleti appartenenti a società tesserate alla FIDAL, che per la loro partecipazione a questa manifestazione sono stati sanzionati (saprò nello specifico a breve)… se questo risultasse vero ed avesse un seguito punitivo si avrebbe un ulteriore comportamento anomalo del comitato regionale campano ed una conferma su come sia inutile, per chi vuol praticare semplicemente sport, tesserarsi FIDAL… lasciateci correre !!!

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>