Cronaca — 25 settembre 2010

La pioggia battente scesa nella notte ha condizionato solo in parte la prima giornata delle due previste dall’11^ Maratonina Città di Udine.


Il selciato ancora molto bagnato ha purtroppo impedito lo svolgimento della staffetta scuole, che è stata sospesa. Troppo pericolo per i giovani atleti, che avrebbero potuto scivolare. La precauzione ha fatto sì che nessuno si facesse male.


 


Nel pomeriggio invece il sole ha fatto capolino tra le nubi e il tempo si è rasserenato. Successo quindi per la MiniRun, più di 400 bambini iscritti, e per la Corsa con il Cane, che ha visto 150 quattro zampe correre accompagnati dai loro padroni. Anche qui nessun ferito in entrambe le gare, che sono tradizionalmente quelle più a rischio.


 


Premiato come sempre il gruppo più numeroso per quel che riguarda la gara dedicata ai bambini: la compagine dei Lumacher, che aveva vinto il titolo anche lo scorso anno, è venuta da Majano per imporsi nuovamente.


Estrazione a sorte anche per un fortunato vincitore, Gabriele Rosafio, che con i genitori potrà godere di un weekend gratuito presso l’Hotel Posta di Forni di Sopra.


Letizia Bosi invece, di Serravalle in provincia di Ferrara, è stata la concorrente arrivata da più lontano.


Alle 16.45 partenza per i 150 cani iscritti alla Corsa. Premiati i primi tre arrivati: Byrdy – anche qui un bis – Igor e Pippo hanno percorso i 900 metri in poco più di tre minuti e 20 secondi. Apprezzatissimi anche i cani dell’Unità Cinofila UNCIS di Trieste che vengono utilizzati per il salvataggio in acqua, che sono risultati anche il gruppo venuto da più lontano. Mentre i più numerosi sono stati i quattro zampe del Golf Club di Udine.


Premio fedeltà per la Cooperativa Chichibio, che ha partecipato a tutte e cinque le edizioni della Corsa con il Cane.


 


Top runner


Bagno di folla nel pomeriggio, alle 18.00, per gli atleti più competitivi di questa 11a edizione della Maratonina Città di Udine.


Nel cuore della città, e di fronte ad un folto pubblico di appassionati e passanti, ad alcuni degli atleti più competitivi sono stati consegnati i pettorali per la gara di domani.


Diversi gli atleti che domani si contenderanno il podio. Questi i corridori della gara maschile presentati oggi, con relativo curriculum e numero di pettorale:


1) Benson Barus – Kenia. Ha vinto qui per due anni consecutivi e tenterà di fare il tris, per diventare il primo uomo a vincere tre edizioni, per di più di seguito. 30 anni, l’atleta di Nakuru detiene il record di Udine e suo personale di 59’41” sulla mezza distanza e 2 ore 08’33” sulla maratona. Correrà poi la maratona di Chun-Cheon, in Corea


2) William Chebor Chebon – Kenia. 28 anni di Baringo, si segnala per i limiti personali di 2 ore 10’13” in maratona fatto registrare a giugno a San Diego e’ora 00’51” sulla mezza. Sarà per lui l’ultimo test valido prima della Maratona di Venezia


9) Giovanni Gualdi – Italia. Fiamme Gialle. 31enne più volte nazionale di cross, dove ha partecipato a numerosi campionati mondiali ed europei , e di mezza maratona. Personali di tutto rispetto sui 5 mila (13’40”) e sui 10 mila (28’25”) è reduce dal secondo posto alla maratona primaverile di Padova.


22) Alberto Montorio – Italia. Difende i colori dell’Aeronautica militare, classe 1983, ha un primato di 1h4’33’.


Questi alcuni pettorali consegnati alle rappresentanti femminili:


F1) HELLEN KIMUTAI JEMAYO – Kenia. 33 anni di E/Marakwet. E’ ricordata in Italia per la vittoria alla Maratona di Milano 2005 con il tempo di 2 ore 28’48” ma nello stesso anno si piazzò al terzo posto alla maratona di Los Angeles in 2 ore 28’36”. Quarta a Pechino lo scorso anno con un altro rilevamento sotto le 2 ore e 30′, è detentrice di un personale sulla mezza di 1 ora 09’27” mentre in maratona ha corso in 2 ore 25’52”.


F4) CHEN HUIRONG – Cina. 22 anni. Non ha rilevamenti sulla mezza ma detiene record personali di 15’29”36 sui 5 mila e 31’23”07 sui 10 mila.             


F6) ANJKO KALOVIC – Ungheria. vincitrice l’anno scorso e nel 2006. Unica atleta bianca a vincere finora a Udine. Ha personali di 2 ore 26’43” sulla maratona e di 1 ora 08’58” sulla mezza che rappresenta anche il record ungherese. Detiene anche il record d’Ungheria dei 10 mila metri corsi in 31’40”. Quest’anno ha vinto i Cross del Campaccio e la Cinque Mulini. In primavera ha partecipato alla Maratona di Londra concludendo metà gara in veste di pacemaker nel tempo di 1 ora 10’57”.


F8) MARTINA FACCIANI – Italia.  Seconda ai campionati italiani sui 10 mila metri, ha partecipato con la nazionale agli Europei di cross e alla Coppa Europa.


 

Autore: Cs

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>