Cronaca — 01 novembre 2010

E’ stato comunque un grande Spettacolo, nonostante alcune difficolta’ organizzative ed una grande gara tecnica!

Giornata , quella di ieri particolarmente intensa , convulsa ed al tempo stesso suggestiva, ma andiamo per ordine:

Si comincia di buon mattino , ma di buono c’è ben poco , infatti la piggia intensa di prima mattina scorraggia un po’ l’entusiamo acquisito nei giorni precedenti, ma la manifestazione deve andare avanti  e quindi tuto come da copione si allestisce quanto di possibili è da allestire.

L’allestimento sotto i portici procede regolarmente  anche se gli spazi man mano che si procede sembrano  essere ridotti, ma comunque tutti possono predisporre i propri spazi dalle Nuove Acque,a Okfam, al fotografo HC studio Arezzo, allo sponsor tecnico Mizuno alla Cattolica Assicurazione  che doveva predisporre poi  il gioco dell’oca per i giovani runner.

Ovviamenti spazi per l’organizzazione (Ristoro,Ritiro premio di Partecipazione e di Categoria ,Ritiro Chip, Deposito Borse ecc… ) insomma  una miriade dipresenze utili per la realizzazione dell’evento.

Arrivano i primi concorrenti alle 7,30 per ritirare le ultime iscrizioni rimaste  ed iscriversi alla Non competitiva e alla Minirunner, nel frattempo sembra  che la pioggia possa dare un po’ di tregua.

Interrotta la Pioggia si alza un forte vento , un cantiere nei pressi del traguardo  pone in serio pericolo alcune strutture presenti , vengono  chiamati  i vigili del Fuoco per mettere in sicurezza la situazione, questo fa slittare la partenza di 10 minuti.

Le ultime rifiniture, l’arco di Arrivo  nonostante il vento si allestisce come pure alla partenza ma con grande difficolta , si cerca di accellerare i tempi ma non tutto riusciamo a fare come   il solito tappeto azzurro posto negli ultimi 100 metri.

 

ANDIAMO ALLA CORSA

Come abbiamo detto la partenza alle ore 10,10 precise ed è una  partenza spettacolare con tanti colori tanti podisti forti e meno forti ma tutti consapevoli e vogliosi di correre, lo spettacolo che abbiamo in via Roma è fantastico sostenuto da centinaia di spettatori presenti sotto i portici.

La città in quel momento viene completamente bloccata dalla marea umana dei podisti.

Mentre dietro i podisti si raggruppano per poter correre in compagnia , davanti la lotta si fa sempre più intensa , già al 3 km si viaggia sotto i 3′ a km un gruppo di circa 25 atleti procede senza sbavature mentre gli altri inseguitori sono a qualche decina di metri di distanza.

La zona critica è sempre stata la località  Marchionna e la Pace dove il percorso sale leggermente che però i concorrenti accusano ed infatti qualche piccola scrematura avviene soprattutto dalla spinta dell’azzurro Ruggero Pertile.

Rimangono 18 atleti al comando (un azzurro  contornato da atleti del  Kenia,Ruanda,Marocco,Algeria,Tunisia) che continuano a percorrere km a ritmo costante di 3′ a km , al primn o passaggio dei 10 km siamo a  30’4″ ed è sempre Pertile  affiancato dal marocchino Ennaji,i keniani Chirchir e Talam dell’Atletica Furtura.

Anche In campo femminile non c’è una sicura vincitrice ed anzi l’equilibrio è reale con l’ugandese Inzikuru e la marocchina Janat quasi sempre vicine.

Torniamo alla gara maschile perchè comincia a farsi interessante  intorno al 15 km  dietro la spinta di Pertile (considerando che questo è il tratto più difficile) il gruppo di testa si sgretola riducendosi ad 8 unità .

Pertile, sapevamo che doveva fare una gara test  in vista di Torino, ma trovandosi in testa , a questo punto decide di fare la gara per tentare la vittoria, la sua spinta provoca una ulteriore selezione e a farne le spese  i keniani Bett e Rugut insieme al marocchino El Barhoumi.

Rimangono solo in 5 e quando siamo a circa 2 km dalla conclusione  il marocchino Ennaji e d il keniano Chirchir provano ad allungare , questo provoca uno strappo di 10 metri sulla coppia Pertile, Talam mentre cede qualche metro in più Kabbouri.

Nell’ultimo km in prossimità di porta Trento Trieste la situazione rimane ancora incerta , la discesa che porta poi  in via Guadagnoli prima e via Crispi poi è un continuo attacco fra i 4 protagonisti della gara .

Nel rettilineo finale  il marocchini Ennaji  cerca di aumentare il ritmo  per avere   la possibilità di scendere sotto i 63′ incalzato dalla keniano Chirchir e dal ritornodi Pertile, ma lo sforzo sostenuto nei km precedenti, non gli permettono  di abbassare ulteriormente i ritmi nonostante una volata finale eccezionale che lo fa vincere a braccia alzate sul keniano Chirchir ed il nostro Pertile che a sua volta  si era liberato del cheniano  diTalam.

Nel settore femminile finale concitato con la Inzikuru  vincere con un vantaggio di circa 100 metri sulla marocchina Janat ,mentre ancora volata per il 3 posto  con la ruandese Mukaskindi sulla marocchina Laaraichi.

Ottime prestazioni per i colori aretini con il 3°  italiano  Filippo Occhiolini 21 assoluto premiato anche come 1 aretino  con il Trofeo Enzo Tenti a ricordo ,Giuseppe Cardelli (23) , Alessandro Annetti (26) e  Stefano Sinatti 31 assoluto.

Nelle Donne 171 assoluta  per Emanuela Martinelli dell’Atletica Sestini (12 donna), 193 Emanuela Picchirilli U.P.Policiano (14), 210 assoluta Lucia Boncompagni  (15).

Nella categoria Veterani vittoria dell’empolese Tofanelli su Taras e Mulas mentre negli argento Patrussi su Sinatti e Bossi.

Nella classifica di società La Polisportiva ha vinto sia a punti che a numero mentre ottimo secondo posto  per Podistica Arezzo al 3 posto Rinascita Montevarchi  4^ Atletica Sestini e  5^ Atletica Sinalunga.

I vincitori del campionato Italiano Farmacisti è stato Enrico Stivanello di Milano  su Maiocchi e Taliani  mentre in campo femminile Paola Garinei di Città di castello si conferma campionessa Italiana davanti alla perugina  Scribano e l’aretina Liberatori.

Nel Campionato Italiano Medici  Francesco Cerrini di Perugia  vince per pochi seconti su Tofanelli e de Marchi. 

Presente alla cerimonia di premiazione il  Sindaco Giuseppe Fanfani che ha elogiato l’operato degli organizzatori e dei tanti volontari  evidenziando un  valore aggiunto a questa città perchè la Maratonina Città di Arezzo sarà la grande Maratona di Arezzo.

A conclusione di questa lunga considerazione , vorrei ringraziare a nome della Polisportiva Policiano tutti coloro che hanno permesso di realizzare questo grande evento, i numerosi volontari, gli alunni della scuola ITIS Galilei, la Croce Bianca di Rigutino, I vigili del Fuoco , la grande opera dei Vigili Urbani, il medico Tommasini associazione Oxfam , Arezzo Melito Run  ed ovviamente Istituzioni, sponsor  ecc…

Grazia a tutti e un arrivederci alla edizione n° 13  del 30 Ottobre 2011.


Autore: Fabio Sinatti

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>