Maratone e altro slide — 01 novembre 2015

Atletica 2016 Road to Rioncora una doppietta keniana alla maratona di New York. I 42,195km della Grande Mela incoronano Stanley Biwott, leader della gara maschile in 2h10:34, e Mary Keitany che replica il successo del 2014 dominando in solitaria la prova femminile in 2h24:25. Tra gli uomini completano il podio il keniano Goeffrey Kamworor (2h10:48) e l’etiope Lelisa Desisa (2h12:10), mentre le etiopi Aselefech Mergia (2h25:32) e Tigist Tufa (2h25:50) sono rispettivamente la seconda e la terza donna al traguardo. In chiave azzurra il miglior piazzamento è quello di Anna Incerti. La siciliana, oro europeo 2010, su un percorso a lei non troppo congeniale finisce in nona posizione (2h33:13). “Che faticaccia! – il commento della maratoneta delle Fiamme Azzurre – Ad un certo punto mi sembrava che la salita non finisse mai. Dal trentesimo chilometro in poi è stata veramente dura. Era la quindicesima maratona della mia carriera e sapevo che non era qui che dovevo fissarmi sul cronometro, ma malgrado sentissi le gambe sempre più scariche non ho mai pensato di mollare. Non potevo non finirla”. Il primo italiano e primo atleta del Vecchio Continente ad attraversare la linea d’arrivo a Central Park è, invece, Andrea Lalli. Il molisano delle Fiamme Gialle, malgrado qualche difficoltà nei chilometri finali, chiude undicesimo in 2h17:12. Niente da fare per il campione europeo Daniele Meucci (Esercito) che, reduce da alcuni problemi intestinali nei giorni precedenti alla competizione, ha dovuto alzare bandiera bianca un paio di chilometri prima del giro di boa. 

IL RACCONTO DELLA GARA
DONNE – Le maratonete sono le prime ad affrontare le strade della Grande Mela. Per 10 chilometri è la portoghese Sara Moreira (34:27) a prendersi il ruolo di front-runner in una pattuglia che, oltre alle big africane, comprende la campionessa europea Christelle Daunay (34:29). Una decina di secondi più indietro c’è l’azzurra Anna Incerti (34:38) che non sembra voler assecondare il ritmo della testa della corsa. A metà gara lo scenario non cambia con la Moreira che traghetta in 1h12:54 le battistrada, tra le quali spiccano i nomi di Mary Keitany (la vincitrice del 2014) e delle etiopi Tigist Tufa e Aselefech Mergia. Più staccata la siciliana delle Fiamme Azzurre (1h14:08), nel gruppetto delle inseguitrici. L’esame del 30esimo chilometro (1h43:31) vede in prima fila ancora nove atlete: sei africane (Tufa, Mergia, Kipyego, Keitany, Jeptoo e Rotich), due europee (Moreira e Daunay) e una statunitense (Thweatt). Staccata la Incerti che viaggia con tre minuti di ritardo (1h46:46). A questo punto la gara entra nel vivo: Keitany affiancata dal terzetto Tufa-Mergia-Jeptoo sgancia il resto della concorrenza. Al 35° chilometro, però, la primatista mondiale di mezza maratona e 25km è già in fuga (1h59:55) con oltre dieci secondi di vantaggio su Tufa (2h00:08) e Jeptoo (2h00:11). Stringe, invece, i denti la Incerti (2h05:08) che resiste a ridosso della top-10. La Keitany, intanto, se ne va per la sua strada e la vittoria per lei si materializza a 2h24:25. Un minuto abbondante di vantaggio sull’etiope Mergia (2h25:32) seguita dalla connazionale Tufa (2h25:50); la Incerti riesce a rientrare tra le dieci (nona in 2h33:13). La 33enne keniana fa così il bis centrando il secondo successo consecutivo a New York. Una scintillante doppietta che fa il paio con le sue due affermazioni alla maratona di Londra nel 2011 e nel 2012 quando realizzò quel 2h18:37 che l’ha resa la seconda donna di sempre sulla distanza. 

ORDINE D’ARRIVO: 1. Mary Keitany (KEN) 2h24:25, 2. Aselefech Mergia (ETH) 2h25:32, 3. Tigist Tufa (ETH) 2h25:50, 4. Sara Moreira (POR) 2h25:53, 5. Christelle Daunay (FRA) 2h26:57, 6. Priscah Jeptoo (KEN) 2h27:03, 7. Laura Thweatt (USA) 2h28:23, 8. Jelena Prokopcuka (LAT) 2h28:46. 9. Anna Incerti (ITA) 2h33:13, 10. Caroline Rotich (KEN) 2h33:19

RISULTATI/Results

Ufficio Stampa FIDAL.
Federazione Italiana di Atletica Leggera

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>