Cronaca — 16 marzo 2008

Che Noia!


Io, ‘addetto ai lavori’, mi sono annoiato terribilmente a guardare in tv la Maratona di Roma. Premetto che mi sono messo davanti al televisore quando si era a 50′ dal via ma, da quel momento in poi, ho visto solo un nugolo di keniani, una veloce ripresa dall’alto (in corso d’opera) di quella che poi è stata la grande vincitrice della gara donne (poi il suo monologo finale è stato seguito fino al traguardo, dopo l’arrivo del primo uomo). Mai dico mai è stato ripreso l’unico Italiano di primo piano in gara. Mai dico mai in video le due top italiane in competizione e, soprattutto, mai mai mai le telecamere dedicate al vero cuore della Maratona: i colori, le passioni, la gioia dei tanti, dei partecipanti! Neanche un briciolo di spazio per chi rende la Maratona un insieme di colori, di gioia, di sorrisi, di fantasia. Invece che modo monotono, promozionalmente insipido di proporre una gara in televisione! Per fortuna che è arrivato prima mio zio e poi mio cognato Gaetano a farmi compagnia sul divano: con quella diretta rischiavo infatti di addormentarmi (vista anche l’ora fatta stanotte). Consulenti tecnici ovunque, bravi commentatori, tutto agonisticamente ineccepibile. Sì, però mancava il meglio! Ma chi è a casa e non mastica atletica (e la corsa in particolare) perché avrebbe dovuto guardarsi un ripetitivo lungometraggio del genere? La maratona di Roma, la più importante d’Italia, con le sue migliaia di partecipanti, doveva essere in tv un vero spettacolo di colori, così come nella realtà (non filmata) Ã¨ di sicuro stata. Doveva essere una promozione gigantesca del nostro movimento, uno stimolo alla partecipazione, all’imitazione (soprattutto per i giovani). Invece solo riprese di una ripetitività disarmante. Niente delle migliaia di partecipanti durante la gara.


E’ così difficile mettere una o più telecamere fisse nelle splendide piazze Romane attraversate dai maratoneti? La folla, gli applausi, un fiume di colori e passioni…questa è la maratona!


Dateci anche le immagini degli amatori, dei master, di chi, a qualsiasi età e con immensa passione, vive il nostro sport. Usate le immagini per far capire a tutti che il nostro è un movimento in enorme crescita, che c’è chi vive la corsa per vivere meglio.  Promozioniamo tutto questo per fare arrivare il messaggio anche ai ragazzi.


Spero tanto che il prossimo anno ciò avvenga. Spero che questo venga chiesto anche dagli stessi sponsor e soprattutto dagli organizzatori.


Lo spero!….Intanto mi sono annoiato!

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>