Allenamento — 12 aprile 2010

Siamo alla settimana che ci condurrà alla Maratona di Napoli. Settimana cruciale, fatta di ricerca assoluta della giusta condizione,  di cura dei particolari (non solo nel momento dell’allenamento).


L’alimentazione assume ancor più importanza. Il restare sereni, il non lasciarsi prendere dall’ansia, aiuta a non consumare energie nervose.


Le sedute saranno tutte proiettate al mantenimento di uno stato di forma che avremmo dovuto già raggiungere nei giorni precedenti ma che, se non ancora acquisito, potrà essere raggiunto proprio in questi ultimi giorni.


Per chi è alla prima esperienza sulla distanza, il consiglio è di inserire almeno due giornate di riposo, magari martedì e venerdì, e di prevedere per le altre giornate solo sedute leggere: dai 50′ a 1h di lento. Al mercoledì però consiglio di inserire una seduta di 1h di corsa, in cui prevedere 20′ a ritmo 10’/15′ migliore del lento stesso. Quindi: 30′ di lento + 20′ a ritmo 10’/15′ migliore del lento + 10′ di lento + esercizi.


Per chi invece punta alla prestazione ed ha già esperienza sulla 42 km, consiglio anche in questo caso di prevedere un richiamo ritmo al mercoledì (es: 20′ di lento + 2 x 3 km ritmo 10′ migliore del ritmo maratona, recupero di 1 km lento + 20′ di lento finale). Inoltre, inserire due giornate di riposo e sedute di 1h di lento, sempre integrate da allunghi: dai 4 ai 6, di 120/130 metri ciascuna.


Come dicevo, la forma si raggiunge anche con la giusta alimentazione. Personalmente sono contrario alla cosiddetta dieta dissociata. Per giungere al meglio alla partenza occorre aumentare di poco il consumo di carboidrati negli ultimissimi giorni. Curare l’idratazione (senza esagerare), riposo regolare e niente paure. La Maratona è una gara dal grande fascino e voi ne sarete i protagonisti: Già solo questo deve rendervi orgogliosi per quanto andrete a fare. Tutto ciò che otterrete poi in termini di cronometro sarà un piacere in più.


 


In bocca al lupo a tutti.


 


 


 


 


 

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

  • Fabrizio bromuro roma road runners

    Grazie x i consigli che ci dai
    x me sara la 34partenza x una 42 e la 4volta a napoli
    secondo te la maratona di napoli anticipata al 6feb
    potra essere usata come un lunghissimo in preparazione di roma,treviso e tutte le 42 primaverili
    ciao a domenica

  • gigi dimeo pozzuoli marathon

    Grazie per tutto quello che dai a tutti noi…..sarà stupendo sentire la tua voce all’arrivo.approfitto di questo spazio per comunicare al runner Giorgio Torella che ha ricevuto un invito per venerdi sera ad un pasta party che si terrà a casa di una famosa top runner

  • Visconti,Atletica Marano.

    ”Ciao Marco,ma secondo Te perché la maratona di Napoli non riesce a decollare?E mi piacerebbe sapere anche dai diretti interessati,mi riferisco ai tanti maratoneti napoletani, perché non partecipano?

  • Marco Cascone

    Ciao Antonio. Purtroppo la Maratona di Napoli paga gli errori commessi negli scorsi anni. Nelle ultime edizioni organizzativamente è migliorata molto, anche se siamo ancora lontani dal paragonarla alle Maratone blasonate. La Città non ha accettato la Maratona, ma questo è anche un riflesso dei numeri. Una città si ferma a godersi lo spettacolo quando capisce che è dinnazi ad esso. E sono fondamentali i numeri per renderlo tale. Anche New york non accettrebbe mai una una maratona con poche centinaia di atleti al via. Certo fa male leggere numeri talmente irrisori che lasciano un grande amaro in bocca. Difficile ora fare cambiare idea agli atleti campani, che dovrebbero essere il vero volano per il decollo della gara che dovrebbe rappresentarci tutti. Ma mai dire mai…

  • silvio x gigi

    e vabbene …..andate sempre a mangiare …senza pagare ! Luciaaaaaaaaaaa …….mandali via !

  • Fabrizio bromuro roma road runners

    Sono d’accordo con marco e
    anche tra i podisti romani c’e molta diffidenza in qs maratona guarda quanti sono i romani che sono iscritti
    parecchi dei miei amici nn riesco a convincerli preferiscono andare a padova o milano
    piuttosto che fare solamente 200km di strada
    eppure a napoli e in campania il desiderio di emergere c’e
    si organizzano belle gare e ultimamente la fidal sceglie qs regione x assegnargli vari campionati italiani

  • Visconti,Atletica Marano.

    Ciao Marco,penso che una persona del tuo carisma potrebbe fare qualcosa x smovere le ”acque”. Gli atleti Campani si fidano di TE , ti stimano,x cui se dici che la manifestazione é migliorata,con una dovuta campagna di sensibilizzazione con le varie società si potrebbe cercare di migliorare i numeri.Come pure lancio una idea agli organizzatori :restituire metà quota d’iscrizioneallagara alle società Campane al raggiungimento dei 1000 iscritti.Marco ed amici atleti facciamo qualcosa!!! io sarei disponibile…nel Mio piccolo a fare o dare qualcosa.

  • gigi x visconti

    Un pò di massa critica è pronta a smuovere le acque.,,di un mare limpido;con l’equipaggio giusto e con un capitano del genere ogni approdo è possibile….anche con umili scialuppe piene di mozzi e mezzi marinai….dai pensieri nascono cose.

  • CARMINE MORISCO, Pozzuoli Marathon Club.

    Gigi, sei il nostro Poeta
    Carmine

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>