slide — 30 marzo 2013

europaLa maratona più panoramica d’Europa presentata oggi a Gradisca d’Isonzo, dove sono stati annunciati anche i primi top runner e il super premio di 10mila euro per chi batterà il record della corsa La Maratona d’Europa conferma la partenza da Gradisca d’Isonzo e presenta ufficialmente l’edizione 2013, al via da piazza Unità d’Italia, nello storico borgo, per arrivare in piazza Unità d’Italia a Trieste, con un percorso unico, tra i più panoramici al mondo, che toccherà due province e sette comuni della regione. Annunciati oggi anche i primi top runner al via, tra gli italiani il friulano Stefano Scaini, testimonial della Maratona d’Europa-Nuova Bavisela, mentre nella pattuglia di atleti africani spicca  il nome di Eliud Magut, vincitore della Maratona di Cannes nel 2012.

 “Abbiamo ricevuto proposte per cambiare la partenza, ma, pur con un grande sforzo economico, abbiamo confermato Gradisca d’Isonzo, perché ha un fascino unico – ha sottolineato Fabio Carini, presidente della Maratona d’Europa – è un tracciato sempre più apprezzato dai runner, come dimostrano le 450 iscrizioni già effettuate, molte dall’estero. Tra
queste ampia la partecipazione di sloveni e austriaci, ma si contano adesioni anche da Paesi lontani come Brasile, Giappone e Stati Uniti. La maratona diventa un appuntamento sempre più internazionale anche grazi all’inserimento nel circuito Run Alpe Adria, insieme a Klagenfurt e  Lubiana, che valorizza l’intero territorio e che è destinato a segnare la
storia del running europeo”.  Fabio Carini ha annunciato anche il super premio, di 10mila euro, per chi  riuscirà a battere il record, fermo al 2005, quando Migidio Bourifa tagliò il traguardo con il tempo di 2h10’48”.

Occhi puntati proprio sui top runner che saranno i protagonisti dell’edizione 2013. I primi nomi sono stati annunciati oggi dal responsabile dei top runner Cristiano Ros. Tra gli italiani il friulano Stefano Scaini, testimonial della Maratona d’Europa, che sposa a pieno i principi della Nuova Bavisela, testimonial non solo nello sport, ma anche
nella vita, dove concilia l’attività agonistica con lo studio e il lavoro. Alla Maratona d’Europa Scaini cercherà di conquistare il tempo utile per una qualificazione ai Mondiali 2013 e gli Europei del 2014.
Attesa poi per gli atleti africani, tra questi Eliud Magut, vincitore della Maratona di Cannes nel 2012 (2h10131”),  i fratelli Mitja e Mateja  Kosovelj, I più forti atleti sloveni, e ancora Marco Boffo e Monica Carlin, atleti nazionali di ultramaratona.
 Novità della partenza quest’anno sarà un riscaldamento attivo, dedicato a tutti i runner, a ritmo di musica, che animerà i minuti che precederanno lo start. “Ringrazio la Bavisela per aver scelto anche quest’anno la partenza qui, in piazza Unità d’Italia – ha sottolineato il sindaco di Gradisca d’Isonzo Franco Tommasini – la città abbraccerà l’evento come
ormai consuetudine non solo accogliendo gli atleti il 5 maggio, ma promuovendo una grande festa dello sport proprio in quei giorni. Verranno organizzate alcune iniziative per i giovani il 3 maggio, mentre abbiamo volutamente spostato le finali del Torneo calcistico delle Nazioni alla domenica”.
Sottolineato il sostegno garantito anche quest’anno dai main sponsor, in primis Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia, Generali e Starhotels. “Dove c’è da correre noi ci siamo, in particolare quando si tratta di eventi di massa che fanno crescere il territorio – ha dichiarato Giuseppe Morandini, presidente di CariFvg – sono gli appuntamenti sportivi come la Bavisela i migliori veicoli per il turismo e per promuovere una regione splendida come la nostra”.

Cristina Aguzzoli, dell’Azienda Sanitaria Isontina, e Serena Zanet, del Coni, hanno infine ricordato gli eventi collaterali che saranno promossi a Gradisca d’Isonzo il 3 maggio, quando la piazza principale accoglierà una
marcia non competitiva, che coinvolgerà gli studenti delle scuole superiori della provincia, e percorsi di atletica e attività ludico-sportive che vedranno protagonisti invece i ragazzi delle scuole
medie.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>