TuttoCampania — 15 aprile 2009

Nell’ambito dell’evento di atletica ‘Maratona di Napoli’, in programma domenica prossima 19 aprile, l’Unione Italiana Ciechi vedrà impegnati 23 atleti sul percorso della mezza maratona (21 km.). Gli stessi, appartenenti ad associazioni della Campania, indosseranno le canotte dell’Unione Ciechi ed effettueranno il tragitto cittadino, partendo da piazza del Plebiscito alle ore 8.20 (dieci minuti prima del via ufficiale dei duemila partecipanti alla maratona), con staffette di 5 km.
I primi dodici chilometri si svilupperanno lungo le vie Santa Lucia, Caracciolo, Nazario Sauro e ritorno. Poi la carovana dei podisti si dirigerà per via Acton, via Cristoforo Colombo, via Duomo e corso Umberto fino alla Ferrovia. Quindi gli ultimi chilometri verranno corsi in direzione del traguardo finale, percorrendo ancora corso Umberto, via De Pretis e piazza Municipio, fino all’arco d’arrivo di piazza del Plebiscito.
I cambi verranno effettuati al 5°, 10° e 15° chilometro alle postazioni stabilite e contrassegnate da appositi loghi e bandiere.
Lungo le strade napoletane gli atleti disabili verranno assistiti dai volontari del Centro Sportivo Italiano di Capodimonte, l’Ente di Promozione sportiva che ha coordinato in sede nazionale la fase podistica dedicata ai ciechi, con accordi tra l’organizzazione della Maratona di Napoli ed i vertici dell’Uic. Due pulmini con  apposito personale seguiranno gli atleti, per tutte le fasi necessarie all’evento.
Alcuni podisti, con disabilità totale di vista, correranno con un piccolo gruppo di guide, che si alterneranno a loro fianco con speciali legacci ai polsi, così come previsto dai regolamenti.
Negli ultimi metri della corsa (il tratto finale di piazza del Plebiscito) al gruppo di atleti si affiancheranno i dirigenti nazionali dell’Unione Italiana Ciechi, con il presidente Tommaso Daniele.
Sabato mattina invece circa duecento atleti ipovedenti prenderanno parte alla corsa non competitiva CorriNapoli di 4 chilometri, assistiti da familiari ed amici.

Autore: Giovanni Mauriello

Share

About Author

Peluso

  • Nicola Alfano Amatori Napoli

    Quando si riesce, come nel caso della gara di domenica, ad annullare tutte le “barriere” ed i pregiudizi nei confronti della disabilità visiva, allora si ha una comune sensazione di gioia, propria di un contesto sociale che muove i suoi gesti nella direzione della solidarietà e della civiltà.
    Grazie a quanti si sono prodigati e si attiveranno a favore dei minorati della vista.

  • Alfano Nicola Amatori Napoli

    Ho corso con grande entusiasmo, malgrado la pioggia, la mezza maratona di Napoli. La mia “guida” (mia figlia Gloria) per una indisposizione non ha potuto continuare la corsa ed io mi sono agganciato al gruppetto dell’U.I.C. “guidato” dal mitico Aldo Patruno (Presidente dell’Hippos Campi Flegrei). A 50m. dal traguardo però, uno dei giudici mi ha strattonato per spingermi fuori (poichè non avevo il pettorale). Data la mia stazza non vi è riuscito, ma ha rischiato di farmi molto male.
    Inoltre, all’arrivo le ragazze che distribuivano le medaglie di partecipazione, me l’hanno negata sempre per la mancanza del pettorale.
    Chiedo per il futuro un pò più di attenzione e di informazione per coloro che fanno parte dell’organizzazione di una splendida festa come la MARATONA di NAPOLI.
    Gradirei un riscontro: nicola.alfano@gmail.com
    Grazie.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>