Cronaca — 13 luglio 2010

Sono Michele Evangelisti e Monica Casiraghi i vincitori della 4^ edizione dell’Ultramaratona del Gran Sasso.


E’ stata per molti una bellisima scoperta in un luogo ancora poco incontaminato a pochi passi da Campo Imperatore nota stazione sciistica dell’Abruzzo, tanto che  sul percorso c’erano mucche e pecore al pascolo che beatamente attraversavano la strada mentre i podisti transitavano allegramente!


Più di un centinaio i partenti, alcuni ritirati o che semplicemente volevano fare solo una parte come allenamento o, come nel caso di alcuni nazionali volevano onorare la manifestazione partecipando comunque e finendo a metà percorso 25-30 km di allenamento, perchè l’Ultramaratone è una gara di 50 km quest’anno accorciata di 1 km senza entrare nello sterrato come gli scorsi anni, ma solo su strada come da indicazioni del grande tecnico della IUTA Giorgio Marchesi, una persona squisita che molti hanno imparato a conoscere in questi giorni in cui molto si è condiviso insieme.


A latere o preludio che dir si voglia e per l’intera settimana a Castel Del Monte c’è stato il Raduno della Nazionale e degli atleti di interesse nazionale dell’ultramaratona e dell’Ultratrail fino ad arrivare alla vigilia quando il raduno contava una sessantina circa fra atleti, staff e collaboratori vari.


Altro sforzo di rilevanza nazionale, la presenza degli operatori di SKY della nota trasmissione ICarus alla ricerca del limite che sono stati e hanno condiviso con gli atleti e la nazionale alcuni giorni comprensive del giorno della gara; hanno ripreso i nazionali in alcuni momenti del raduno ed in gara e la trasmissione sarà trasmessa a giorni.


Castel del Monte


Si tratta di un piccolo borgo in provincia dell’Aquila di circa 500 abitanti situato all’interno del Parco “Nazionale Del Gran Sasso e Monti della Laga”. ” Il paese da sempre simbolo di transumanza e pastorizia per la sua vicinanza con la piana di Campo Imperatore è noto per essere uno dei borghi medievali più belli e interessanti d’Abruzzo.


Arroccato e compatto sulla cima di un colle, con le sue stradine intricate e le abitazioni che si sorreggono l’un l’altra, Castel del Monte sembra un paese d’altri tempi; fra le manifestazioni più caratteristiche, la “Notte delle Streghe”, un viaggio nell’immaginario, una rievocazione di testimonianze della tradizione orale fatta di avvenimenti miracolosi, riti e religiosità popolare”.


La rievocazione si svolge la notte del 17 Agosto ogni anno e conta la presenza di non meno di 15.000 persone provenienti da ogni dove.


Gli atleti e gli accompagnatori hanno avuto modo nella settimana di rivivere un pò di questa “magica notte” visitando i borghi posti in alto rispetto all’abitato principale, entrando nelle “antiche case” lasciate intatte come un tempo con i telai, i letti, le credenze, gli antichi forni, i vestiti dei pastori di un tempo e tanto altro che hanno fatto catapultare i presenti indietro nel tempo e rivivere un pò della vita degli avi di questi borghi speciali e dei pastori sulla via della transumanza.


La gara


In testa praticamente sin dall’inizio Francesco Caroni, dei Runners Bergamo, fresco vincitore della Pistoia-Abetone, deciso a fare sua questa edizione, anche se inizialmente era partito solo per un allenamento di una trentina di chilometri. Al 35esimo circa Caroni per un brutto disturbo gastro-intestinale è costretto ad un primo stop e poi, verso il 40esimo al ritiro definitivo, lasciando libera la strada al terzetto Leonardo Sestito, Paolo Rovera e Michele Evangelisti, partito in sordina. I primi due si sono avvicendati fino a pochi chilometri dalla fine quando Michele Evangelisti, toscano del Parco Apuane, quasi dentro il paese di Castel del Monte, luogo di partenza e arrivo della corsa, ha preso coraggio andando a tagliare per primo il traguardo chiudendo in 3h17’18”, al secondo posto si piazza l’ottimo Paolo Rovera, Asd Dragonero, 3h20’52”, terzo Leonardo Sestito, di Catanzaro 3h21’47”. A seguire l’ottimo Daniele Giusti, toscano dell’Atletica Vinci, anch’egli fra i convocati per questo raduno di ultramaratona, insieme al quinto arrivato, Marco Zarantonello, della Valdossa, convocato per il settore dell’ultratrail.


Nessuna storia per la testa di corsa femminile con Monica Casiraghi, Brianzola della Fila Equipe, avanti dall’inizio alla fine, tagliando il traguardo in 3h45’03”, seconda Lorena Di Vito, Pro Patria Milano, reduce dall’ottimo mondiale di Brive, 3h47’45” per lei, terza Noemy Gizzi, Atl. Faenza 3h53’24”; a seguire Ilaria Fossati, Runners Bergamo  e Cristina Zantedeschi, Atl. Vicentina, tutte nazionali di ultramaratona e tutte meritatamente convocate per i prossimi mondiali di ultramaratona dei 100 km che si svolgeranno il primo fine settimana di novembre a Gibilterra.


Il raduno degli azzurri


Se è pur vero che sul raduno saranno diramati dalla IUTA i comunicati ufficiali, si può intanto dire che è stato un raduno proficuo sotto tutti i punti di vista, cominciato domenica sera 4 luglio e terminato con il convegno rivolto a tutti sabato pomeriggio con presenze di alto valore tecnico. La presenza del CNR del Niguarda di Milano che ha effettuato prelievi agli atleti e, dal venerdi in poi la presenza di Pietro Trabucchi e Luca Speciani che non hanno bisogno di presentazioni, che hanno condiviso con gli atleti gli ultimi tre giorni talmente intensi di lavoro e condivisione totale, hanno impreziosito una settimana quasi impossibile da dimenticare da chi ha avuto l’onore e la gioia di condividere questa speciale esperienza.


Ringraziamenti


Al Comune di castel del Monte, al Sindaco, agli assessori, all’organizzatore della manifestazione e del raduno, Alessandro Petricola, a Nicola Tiso, tecnico della commissione raduni IUTA, che ha dato e continua a dare l’anima per questi incontri di alto valore tecnico, gestendo il tutto in maniera impeccabile, ai relatori del Convegno fra i quali Pietro Trabucchi, Luca Speciani, Attilio Speciani in video-conferenza, il Dott. Schena, il Dott. Iorio, agli operatori di Sky-Icarus, Alla Cellfood, Dryatec e a tutti gli sponsor, senza tralasciare i tecnici della Nazionale Giorgio Marchesi e Maurizio Riccitelli, sapienti gestori di “anime e persone”.

Autore: Cs

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>