Curiosita — 07 novembre 2009

Auditorium del Centro culturale Aldo Moro di Cordenons pieno di atleti, allenatori, studenti universitari e persone interessate alla medicina sportiva per il X° simposio multidisciplinare organizzato da Triathlon Team Cordenons e Assessorato regionale allo sport del Friuli Venezia Giulia. Un convegno dal titolo ‘Un farmaco straordinario: lo sport‘, nel quale illustri relatori hanno spiegato che ‘fare esercizio fisico sia un farmaco che se ben usato è migliore dei farmaci a disposizione’, come ha sottolineato Francesco Saverio Dioguardi, uno dei riferimenti mondiali per lo studio dei metabolismi intermedi e autore di libri e innovatore nel campo della nutrizione umana, appena rientrato dagli Usa per presentare, per la prima volta in Italia, i suoi ultimi studi sul campo. Tra i casi esposti nella giornata anche quelli di diabetici, nefropatici e trapiantati che hanno saputo compiere ‘miracoli’ medico-sportivi percorrendo maratone e ultramaratone e spostando più avanti la frontiera della scienza.  
‘Abbiamo voluto – hanno spiegato il presidente del Triathlon Team Antonio Iossa e il vicepresidente e curatore del convegno Paolo Tedeschi – analizzare il farmaco denominato sport sotto quattro punti di vista: metabolico, fisiologico, psicologico e tecnico.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>