Atletica News — 12 luglio 2011

(Padova 12.07.11) C’è tanta Italia in questo Meeting Città di Padova. E’ l’Italia degli atleti nell’orbita della nazionale azzurra che domenica saranno in pista allo Stadio Euganeo per la XXV edizione della rassegna organizzata da Assindustria Sport, con l’antipasto dedicato al lancio del martello femminile e al lancio del disco maschile di sabato allo Stadio Colbachini.
La nazione «di casa» si schiererà al via con 18 elementi, in una manifestazione in cui nel complesso saranno rappresentati una trentina di paesi. Più di qualcuno è già sicuro del posto nella squadra che affronterà i Mondiali di Daegu, in Corea, dal 27 agosto al 4 settembre. Altri cercano invece ancora il minimo di qualificazione, e chissà che proprio Padova non porti loro fortuna.
Tra i numerosi big stranieri iscritti ai 100 metri spicca la presenza di Fabio Cerutti, che vanta un primato di 10’13 e la medaglia d’argento conquistata agli Europei indoor del 2009 nei 60 piani. Negli 800 ci sono invece due specialisti spesso ammirati allo stadio Euganeo: il semifinalista europeo di Barcellona Lukas Rifesser e la medaglia di bronzo degli Europei indoor 2009 Elisa Cusma. Per il doppio giro della Cusma, in particolare, c’è molta attesa, perché sulla sua strada troverà anche la stella cubana di Assindustria Yusneysi Santiusti Caballero, che in questa stagione ha avuto la meglio nei confronti diretti di Reims e Madrid. Nei 1.500, invece, tra le altre ci sono la gialloblù Judit Varga e Angela Rinicella, atleta capace di spaziare con buoni risultati dalla pista alle campestri.
Nei 110 hs la stella è ovviamente il campione olimpico Dayron Robles, già annunciato da Assindustria Sport, ma, accanto a lui, proveranno a ritagliarsi un posto anche il poliziotto Emanuele Abate, campione italiano in carica, e il suo rivale «storico» Stefano Tedesco, mentre, in campo femminile, negli ostacoli alti ci sarà la campionessa nazionale Marzia Caravelli, che torna a Padova dopo il terzo posto colto nel 2010, sulla scia di un grande stato di forma, come testimonia il primato personale (13’05) realizzato agli Assoluti e subito eguagliato a La Chaux de Fonds, quarta prestazione all-time di un’atleta del Belpaese. Peraltro, un’atleta dalla storia personale non banale, visto che la Caravelli al mattino lavora come assistente alla comunicazione in una scuola per bambini sordi e al pomeriggio in ufficio al Comitato Paralimpico.
La medaglia d’oro dei Mondiali di Parigi Giuseppe Gibilisco, bronzo olimpico ad Atene, cerca invece la miglior condizione nel salto con l’asta: il primatista italiano della specialità troverà al suo fianco, tra gli altri, anche il padovano Marco Boni. Sempre dalle pedane arriva il nome della lunghista Tania Vincenzino, campionessa nazionale in carica sia indoor che outdoor, mentre per quanto riguarda il prologo del sabato, allo Stadio Colbachini, saranno ben otto gli italiani presenti. Si comincerà col martello femminile, alle 17, con l’azzurra Silvia Salis, fresca del titolo tricolore conquistato a Torino, a guidare un gruppo che comprende anche Elisa Palmieri, con cui ha dato vita a un interessante «duello» nel capoluogo piemontese, la portacolori di Assindustria Micaela Mariani, medaglia di bronzo nella stessa gara, e Laura Gibilisco. Nel disco, in programma a seguire, guida la spedizione di casa Federico Apolloni, campione italiano lo scorso inverno a Viterbo, con Nazzareno Di Marco, Marco Zitelli e il gialloblù Daniel Compagno a dargli man forte.


 

Autore: Assindustria Sport Padova

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>