Cronaca HOME PAGE — 25 marzo 2012

I postumi di cinque giorni di influenza lasciano il segno sull’azzurra  Nadia Ejjafini oggi impegnata alla mezza maratona di Lisbona (Portogallo) dove ha chiuso, stringendo i denti, in decima posizione in 1h12:41. L’italo-marocchina dell’Esercito che dei 21,097 km è la primatista nazionale (1h08:27 nel 2011 a Cremona), rientrava da uno stage di alcune settimane ad Ifrane (Marocco) in preparazione dell’impegno, il prossimo 22 aprile, alla maratona di Londra. Nella capitale portoghese, al maschile, terza vittoria consecutiva dell’eritreo Zersenay Tadese, al traguardo in 59:34, ma distante dal suo record del mondo (58:23) stabilito qui nel 2010. Prima donna la statunitense Shalane Flanagan, 1h08:52.


Ufficio Stampa FIDAL

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>