Atletica News — 04 luglio 2009

Vincendo la medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo di Pescara, Libania Grenot ha stabilito oggi il record italiano assoluto dei 400 metri, corsi in un superlativo 50.30. Il record precedente, 50.83, apparteneva alla stessa Grenot, che l’aveva ottenuto a Pechino, in occasione della semifinale olimpica (il 17 agosto dello scorso anno). Il tempo realizzato dalla Grenot, è il quarto al mondo quest’anno (il secondo in Europa), nella lista guidata dalla statunitense Sanya Richards. “Sono senza parole – il commento dell’azzurra, cubana di nascita ma romana d’adozione – Me lo aspettavo, ma non così. Sono orgogliosa di me. Ringrazio il mio tecnico Pisani, stiamo lavorando tanto e questi sono i risultati. Sento che posso scendere sotto i ’50. Al Golden Gala ci sono avversarie fortissime, vediamo che succede. Dedico questa vittoria a mio marito”.


LA SCHEDA DI LIBANIA GRENOT


E’ nata a Santiago de Cuba (Cuba) il 12-7-1983, 1.75 x 61kg


Società: Fiamme Gialle


Allenatore: Riccardo Pisani


Presenze in nazionale: 1



A Cuba veniva considerata un vero talento, colonna della nazionale caraibica: perfettamente inserita nella vita dell’isola, con il papà Francisco, sindacalista, e la mamma Olga, giornalista. L’ultima apparizione con la maglia rossolù e la stella è stata quella dei Mondiali di Helsinki 2005: a quella stessa stagione, risale la “prima” sulle piste nostrane, vittoriosa (51.64 al Meeting di Padova). Poi l’avventura italiana, propiziata dalla storia d’amore vissuta con Silvio Scaffetti, romano di Casalpalocco, che l’ha conosciuta durante le vacanze di Natale del 2005 e poi sposata nel settembre 2006. Un anno di inattività praticamente completa, poi la vecchia passione ha ripreso a farsi sentire: contatti con il tecnico tiburtino Riccardo Pisani e quindi i primi tentativi di un rientro agonistico, tesserandosi per il Cus Cagliari e facendo base allo Stadio Arci di Tivoli. Lo staff tecnico federale ha comnciato a prenderla in considerazione a febbraio 2008, convocandola nel gruppo che ha affrontato la Finlandia al Palasport di Ancona: ma la cittadinanza è arrivata solo ad aprile, aprendole la strada per il primo miglioramento del record italiano dei 400 (tolto a Daniela Reina: 51.05 nel Top Challenge di Firenze, a fine giugno). Subito dopo si è realizzata la possibilità per un debutto azzurro ai Giochi Olimpici di Pechino, dove Libania ha confermato i suoi progressi sia in batteria sia in semifinale. Nel novembre 2008 è stata reclutata dalle Fiamme Gialle.



Progressione (200m-400m): 1998 (15) 54.9; 1999 (16) 24.77-53.87; 2000 (17) 53.79; 2001 (18) 24.32-52.91; 2002 (19) 24.50-53.34; 2003 (20) 52.20; 2004 (21) 23.68-51.68; 2005 (22) 24.09-51.51; 2006 (23) inattiva; 2007 (24) 54.21; 2008 (25) 23.33-50.83; 2009 (26) 22.98-50.30


Curriculum (ITA/dal 2008: 400m-R/4x400m): NC: (CUB: 03, 05; NG: 02 04); OG: 2008 (sf); WCh: 2005 (ht); PanG: 2003 (4); CAC: 2005 (3, 3/R).

Autore: Fidal

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>