Maratone e altro — 26 maggio 2009

Linz


Numericamente ricco il panorama delle gare europeee, ma il livello tecnico viene salvato dai soliti keniani. E’ successo cos’ anche nella maratona intitolata al Danubio organizzata in quel di Linz, Austria.
Ha vinto Elias-Kiptum Maindi (2:11.22), niente male, seguito da Joseph-Mutiso Wambua (2:13.40) e Mourice-Mutinda Musyoki (2:15.12). L’austriaca Eva-Maria Gradwohl ha fatto sua la gara femminile in 2:37.26

Mont Saint Michel

Spettacolare maratona che quest’anno si conclude sul monte, dopo essere partita dalla cittadina di Cancale, a differenza dello scorso anno in cui il percorso venne fatto in senso inverso.
Oltre 4000 gli arrivati, fra cui anche alcuni amatori italiani, ma livello tecnico modesto. L’unico a scendere sotto le 2:20 è stato il vincitore Jacob Kitur, solitario in 2:1512, così come solitaria è stata la prima donna, Yelena Kozhevnikova in 2:47.46.

Mombasa

Quella di Mombasa è una delle rarissime maratone che si corrono in Kenya, e solitamente non riserva grosse prestazioni cronometriche. Così è stato anche quet’anno, con la vittoria di Amos Choge Kipruto (2:13.44) nettamente davanti a Peter Nutua Mutisya (2:17.02) e Peter Njoroge (2:18.27). In campo femminile ha vinto Nelly Jeptoo (2:54.38) dopo una bella lotta con Rebecca Talam (2:54.53)

Copenhagen

La maratona più importante della settimana è stata quella della capitale danese con i suoi 8300 arrivati ed il buon risultato tecnico complessivo. Dominio giapponese, con vittoria in entrambe le classifiche: Chihiro Tanaka (2:41.00) davanti a Anne-Sofie Pade Hanssen (2:44.30) e con Toyokazu Yoshimura (2:18.04) davanti, udite…udite!, all’italiano Luigi La Bella, del CS Esercito, che ha chiuso in 2:19.02. Al momento con questo tempo egli occupa il secondo posto nella lista italiana dell’anno, senza considerare la maratone in discesa.


Ottawa


La capitale amministrativa del Canada si sviluppa con sempre maggiore successo anche in campo sportivo, e fra gli avvenimenti principali c’è senz’altro la sua maratona, gratificata da 3449 arrivati. Ha vinto lo stesso uomo dello scorso anno, David Cheruiyot, in 2:13.23, quanto basta per precedere Wegayehu Girma (2:13.29), Ahmed Beday (2:13.56), Laban Moiben (2:14.48) e Ketema Amersissa (2:14.48). In campo femminile la marocchina Asmae Leghzaoui ha fatto sua la vittoria in 2:27.41 ben davanti a Lioudmila Kortchaguina (2:32.10) e Irene Jerotich (2:34.28)


Kigali


Un’altra delle rarissime gare che si corrono nella patria dei grandi corridori è quella di Kigali, capitale del Rwanda, martoriata da una guerra civile tanto sanguinosa quanto ignorata. I fratelli keniani stavolta partecipano soprattutto con lo spirito di aiutare, ma vincono lo stesso: la corsa è corsa! Così diciamo che i primi uomini sono stati Benjamin Tabui (2:21.38) e Nicolas Kipkemoi (2:22.08) mentre la prima donna è stata Banwella Bryton, tanzaniana, in 2:47.49 davanti a Zeddy Chepkoech.


Los Angeles


Ci occupiamo infine di una delle maggiori maratone americane, quella di Los Angeles, caratterizzata da quest’anno anche da un curioso esperimento. Le donne sono state fatte partire sedici minuti prima dei maschi ( e fin qui nulla di nuovo) ma il regolamento prevedeva che sul traguardo si stilasse anche una classifica assoluta basata sul transito effettivo sotto l’arco d’arrivo. In pratica se una donna fosse arrivata per prima sarebbe stata dichiarata vincitrice assoluta. In effetti i maschi hanno dovuto impegnarsi allo spasimo per raggiungere le fanciulle e solo al miglio 24 Wesley Korir è riuscito a superare la russa Tatiana Petrova, andando a guadagnare un ricchissimo monte premi complessivo (188.000 dollari). Il keniano ha impiegato 2:08.24 mentre la russa 2:25.56. Seguono la etiope Amane Gobena (2:26.50) e Lyubov Morgunova (2:29.38) mentre il secondo uomo è stato Laban Kipkemboi (2:10.26)


 

Autore: Franco Anichini

Share

About Author

Peluso

  • Romano Purro (Indipendente)

    Vi segnalo anche la maratona di Lussemburgo sabato scorso! Miglior italiano il sottoscritto eh eh… (3.07.16, 29mo assoluto). Un saluta a tutti

  • dimenticavo, la mia email: romapurro@yahoo.com

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>