Maratone e altro — 26 gennaio 2010

Le prime maratone importanti del nuovo anno hanno evidenziato un fenomeno in parte nuovo, cioè il fatto che i corridori maschi dell’Etiopia hanno cominciato a muoversi in massa, come da tempo fanno i keniani, ed a cogliere prestigiosi successi. Se la cosa avrà un seguito ci prepariamo a vivere un anno di ulteriori sfide fra le due grandi Nazioni di maratona.


Facciamo il riassunto a questo momento, limitandoci alle gare di grande rilievo internazionale:


























































































































02jan


Xiamen


Chn


Feyisa Lilesa


2:08.47


Eth 5


Ken 2


 


 


 


 


Getashew Terfa


2:09.40


 


 


 


 


 


 


Samuel Mugo


2:10.11


 


 


 


17jan


Houston Tx


Usa


Teshome Gelana


2:07.37


Eth 3


Ken 3


 


 


 


 


Zembaba Yigeze


2:08.27


 


 


 


 


 


 


Jason Mbote


2:08.58


 


 


 


17jan


Mumbai


Ind


Denis Ndiso


2:12.34


Eth 4


Ken 6


 


 


 


 


Siraj Amda


2:13.58


 


 


 


 


 


 


Samson Limareng


2:14.24


 


 


 


22jan


Dubai


UAE


Haile Gebrselassie


2:06.09


Eth 7


Ken 3


 


 


 


 


Chala Dechase


2:06.33


 


 


 


 


 


 


Eshetu Wendimu


2:06.46


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


 


I numeri che compaiono nelle ultime due colonne si riferiscono ai classificati nei primi dieci.
Vedremo come evolverà la stagione e se l’Europa e gli Usa sapranno inserirsi. Per il momento l’Ethiopia prevale 3-1


 


In campo femminile la supremazia etiope era già abbastanza affermata, e le prime risultanze la confermano. Vediamole: a Houston Tx ha vinto Teyba Erkesso in 2;23.53 davanti a Margarita Plaksina (2:28.44) e Alemitu Abera (2:31.01). A Mumbai ha prevalso Bizunesh Urgesa (2:31.09), su Haile Kebebush (2:31.11) e Azalech Masresha (2:32.12). Qui le etiopi hanno fatto addirittura dieci su dieci!


A Phoenix Az, è stata la volta di Teyba Naser (2:30.39) davanti a Meseret Legesse (2:33.01) e Olena Shurkno (2:33.15). Infine a Dubai, ricchissima gara d’inizio anno, la prima è stata Mametu Daska Molisa (2:24.19) una giovanissima allieva dell’allenatore Haji Adilo, seguita dalla compagna di scuderia Aberu Kebede (2:24.26) e Helena Kirop (2:24.54)


Niente male come inizio, specie considerando che i/le migliori, Haile a parte, ancora non si sono espressi!


 

Autore: Franco Anichini

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>