HOME PAGE Maratone e altro — 29 novembre 2011

Autore Franco Anichini - 

Firenze

Con le maratone di questa settimana, praticamente si chiude la stagione 2011, almeno per quanto riguarda l’Europa ed il Nord-America. Per la verità alcune gare piuttosto belle ed importanti si corrono di questi tempi in Oriente, e ce ne occuperemo. cercando però di raggrupparle sinteticamente.
Dunque, la maratona di Firenze è l’ultima italiana di livello, e conferma il suo secondo posto nazionale anche se quest’anno ha dovuto registrare la perdita di oltre 1000 arrivati, che non sono pochi anche considerato il periodo generale di crisi che stiamo attraversando, sia come Paese, in generale, che come movimento podistico, in particolare.
Edizione 2011, dunque, benedetta da uno splendido sole, in una giornata così luminosa da commuovere, specie in partenza, col Ponte Vecchio difronte ed ai lati gli orgogliosi palazzi della bellezza fiorentina.
Temperatura mite ma frizzante, assenza di vento, organizzazione come al solito impeccabile, città chiusa alla auto, cittadinanza paziente ed in qualche caso perfino entusiasta… tutto per una gara di alto livello.
Il quale livello è stato buono, ma forse non all’altezza. Gara maschile dominata dagli etiopi, come accade sempre più di rado, nella persona del vincitore maschile Bekele Berga, in 2:09.52 (appena sufficiente), e della vincitrice femminile Asha Gigi, in 2:31.36 (scarsino).
Nel generale grigiore nazionale, neppure illuminato da qualche raro lampo di luce come in passato, fa tuttavia molto piacere registrare il terzo posto da podio della fiorentina Gloria Marconi, giunta al traguardo in 2:34.57, alle spalle anche di Janat Hanane (2:34.20).

La Rochelle e Valencia

Un’altra grande maratona europea di questo periodo è quella di La Rochelle, storico porto atlantico francese, che consente a migliaia di appassionati di chiudere degnamente la stagione: 4540, per l’esattezza. Qui ha dominato il keniano John Komen nel buon crono di 2:07.13, davanti al connazionale Daniel Limo (2:08.19) e a Wahashun Kimaiyo (2:11.34), mentre fra le ragazze le etiopi hanno ribaltato il risultato grazie a Ture Chatu, che è andata a vincere in 2:36.07 davanti a Zerfe Boku 2:36.51.
Facciamo un salto in Spagna, per salutare “El maratò popular Divina Pastora” di Valencia, capitale dell’omonima Regione Autonomica (in  spagnolo si dice così), dove però si parla catalano e non castigliano (quello che noi erroneamente chiamiamo semplicemente spagnolo).

Grande festa del podismo, tempo perfetto, partenza spettacolare come conferma anche l’immagine che pubblichiamo, tratta dal sito ufficiale della manifestazione. Il traguardo agonistico lo hanno raggiunto in 5781, il che consente di collocare la gara al terzo posto nazionale. Il primo a tagliare la linea del traguardo è stato Isaiah Kiplagat Kosgei, dopo 2:07.59, mentre la prima ragazza è stata l’etiope Jimma Ago dopo 2:34.23. Nulla di nuovo sotto il sole!

 

Vincitori

19nov2011 Helsinki Paloheina Fin Veikko Ollila Fin   3:44.18 14
        Sari Makinen Fin   3:38.56  
20nov2011 Bari Bari Ita Mohamed Hajjy Mar   2:22.43 346
        Giovanna Zappitelli Ita   3:21.24  
20nov2011 Curitiba Curitiba Bra Marcos Antonio Pereira Bra   2:20.39 1186
        Nelly Jepkurui Ken   2:43.57  
23nov2011 Sappermeer Adrian Tripbos Ned Richard de Jong Ned   3:19.54 17
        Ineke Scheffer Ned   4:28.52  
25nov2011 Seattle Wa Wattle Waddle Usa Chuck Engle Usa   2:49.29 63
        Erin Stone Usa   3:58.51  
26nov2011 Arolsen Twsitesee Advent Ger Dirk Strothmann Ger   2:46.27 133
        Anne Greifelt Ger   3:39.39  
26nov2011 Sparks Md Baltimore Road Runners Club Usa Joshua Korth Usa   2:39.34 424
        Jessica Kennedy Usa   3:07.05  
26nov2011 Waveland Ms Mississippi Coast Usa Ray Martinez Usa   2:57.45 116
        Grace Thacker Usa   3:24.30  
27nov2011 Beirut BLOM Bank Leb Tariku Jufar Eth   2:11.14 487
        Seada Kedir Eth   2:31.38  
27nov2011 Bertlich Bertlicher Ger Christian Thiel Ger   2:54.39 99
        Gladys Just Ger   3:20.15  
27nov2011 Cocoa Fl Space Coast Usa Dirian Bonilla Nic   2:37.01 886
        Krista Seibert Usa   3:11.27  
27nov2011 Firenze Florence Ita Bekele Berga Eth   2:09.52 6928
        Asha Gigi Eth   2:31.36  
27nov2011 La Rochelle La Rochelle Fra John Komen Ken   2:07.13 4540
        Ture Chatu Eth   2:36.07  
27nov2011 San Sebastian Donostia Esp Othmane Btalmi Mar   2:20.25 2109
        Eva Busto Esp   2:57.20  
27nov2011 Seattle Wa Amica Insurance Seattle Usa Jesse Williams Usa   2:29.54 2047
        Trisha Steidl Usa   3:03.41  
27nov2011 Valencia Divina Pastora Esp Isaiah Kiplagat Kosgei Ken   2:07.59 5781
        Jimma Ago Eth   2:38.05  

 

 

Share

About Author

Peluso

  • francisco fernandez

    salve, a Valencia non si parla catalano, bensì valenciano. Il catalano si parla in Catalogna, com’è ovvio che sia. Valencia è la capitale di una sua regione autonomica che confina a nord con la Catalogna e a sud con Murcia.
    complimenti comunque per gli articoli, Franco-

    • francisco fernandez

      ho detto una sciocchezza! Dopo aver controllato, si tratta della stessa lingua chiamata in 2 modi. Pensavo ci fossero delle differenze, perché in Spagna si sente parlare del Valenciano per Valencia

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>