Curiosita — 12 ottobre 2008

 vista del prossimo Campionato del mondo 24 ore di corsa che avrà luogo a Seoul (Corea del Sud) tra il 17 e il 18 ottobre prossimo, pensiamo di fare cosa gradita ai soci IUTA e a tutti gli altri lettori interessati, inseriendo un promemoria con le date “storiche” dell’ultramaratona italiana moderna. L’elaborazione dei dati è aggiornata al 31 dicembre 2007 ed è stata curata da Stefano Scevaroli.



DATE STORICHE al 31.12.2007


Prima partecipazione squadra Nazionale Fidal

  • Campionato Mondiale 100 km, Chavagnes (Francia) 15 maggio 1999; 
    classifica Italia: 7° posto squadra maschile e 10° posto squadra femminile

Prima medaglia italiana individuale nella 100 km



  • DONNE = BRONZO MONDIALE, vinto da Casiraghi Monica, Cleder (Francia) 2001;
  • UOMINI = ORO MONDIALE, vinto da Fattore Mario, Torhout (Belgio) 2002
Prima medaglia italiana a squadre nella 100 km

  • DONNE = ARGENTO EUROPEO, Belves (Francia) 2000
  • UOMINI = BRONZO MONDIALE, Torhout (Belgio), 2002
Prima medaglia italiana individuale nella 24 ore

  • DONNE = ARGENTO EUROPEO (su pista), vinta Casiraghi Monica, Madrid (ESP), 2007
  • UOMINI = BRONZO EUROPEO (su pista), vinta da Mammoli Antonio, San Giovanni Lupatoto (Italy), 2006

Prima medaglia italiana a squadre nella 24 ore



  • DONNE = BRONZO EUROPEO, Brno (Rep. Ceka) 2004
  • UOMINI = BRONZO MONDIALE, Worschach (Austria), 2005

Con la medaglia d’argento individuale conquistata al Campionato Europeo di 24 ore di Madrid il 6 maggio del 2007 da Monica Casiraghi, Ã¨ stato completato il quadro delle date storiche a livello internazionale dell’Ultramaratona Italiana. Dalla prima partecipazione ufficiale del 1999 di una rappresentativa azzurra fino al maggio del 2007 si può leggere la crescita dell’Ultramaratona italiana, dapprima con la 100 km e successivamente con la 24 ore.Questi risultati attestano quanto sia vigoroso lo sviluppo di questo speciale settore dello sport italiano, in un momento in cui – come è risultato drammaticamente evidente alle recenti Olimpiadi di Pechino – le altre specialità dell’atletica sono in declino e non sono in grado di produrre un vero ricambio generazionale di nuovi campioni.


 

Autore: Comunicato

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>