Alimentazione slide — 31 ottobre 2015

autunnoCon l’arrivo dell’autunno si accorciano le giornate e, di conseguenza, la quantità di luce e calore che riceviamo, andiamo incontro a un calo d’energia, spesso siamo tristi e malinconici; possiamo facilmente incorrere in disturbi da raffreddamento e da stress. Tutto questo coincide con l’inizio del nuovo anno scolastico ed un carico di impegni che diventano sempre più gravosi e difficili da conciliare con la cura di se stessi. Possiamo prevenire questo stato di malinconia e apatia rifornendoci dell’energia di cui abbiamo tanto bisogno, prima di tutto a tavola.

Si devono ridurre i cibi ricchi d’acqua e zuccheri semplici, tanto utili nel periodo estivo, per passare ad alimenti più energetici, ricchi in proteine e sali minerali.

I primi piatti dovrebbero essere variati, bando alla solita pasta di semola per introdurre altri cereali con altissima qualità nutrizionale: per esempio l’avena, un cereale ricco in ferro, carboidrati, fosforo e aminoacidi essenziali, che ha proprietà antidepressive ed energetiche, essendo utilissimo anche per chi affronta l’impegno sportivo agonistico; oppure il farro, un cereale ricco di carboidrati a lento rilascio, adatto anche ai diabetici ed alle diete dimagranti. Un primo piatto ottimo e particolarmente indicato nel periodo autunnale è la minestra di cereali e legumi, abbinando un cereale, come orzo o riso, alle lenticchie, legume ricchissimo in minerali e con funzione energetica ed antidepressiva.

Come secondo piatto, sicuramente aumenta il consumo di piatti caldi di carne, pesce e uova, senza esagerare per non eccedere con i grassi saturi ed il colesterolo, ai quali si abbinano contorni caldi, preparati con le verdure più propriamente autunnali come il porro, che protegge le vie respiratorie, i cavoli, ricchi in antiossidanti, e la zucca, l’ortaggio autunnale per eccellenza, ricchissima di vitamina A, vitamina K, potassio, calcio e magnesio.

Per quanto riguarda la frutta, è opportuno riscoprire le qualità della frutta secca tostata senza aggiunta di sale, in particolare le noci, un vero toccasana, ricche in minerali e acidi grassi insaturi, sono un tonico per il sistema nervoso, stimolano il sistema immunitario e proteggono dalle malattie cardiovascolari.

Tra i frutti autunnali la castagna, da mangiare con moderazione per il suo contenuto in carboidrati, ha azione disintossicante, è l’alimento più ricco in vitamina PP, riequilibra il sistema nervoso, protegge la pelle e i capelli così sciupati dopo il periodo estivo. Utile anche l’uva, ricca in acido fosforico, silicio, vitamine B1, B2 e PP e il melograno che, grazie all’apporto di ferro, vitamina A e vitamina C, è una valida difesa contro le malattie da raffreddamento e contribuisce al sostegno energetico dell’organismo.

 

Dott.ssa Chiara Mezzetti
www.dietaealoe.it

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>